Consigli per un perfetto cowash

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Oggigiorno possiamo utilizzare mille tecniche per prenderci cura di noi stessi, del nostro corpo e dei nostri capelli. In particolar modo, i capelli hanno bisogno di tantissime cure. Possiamo utilizzare mille prodotti per renderli più forti e resistenti. Ma possiamo contare anche su delle nuove tecniche, che saranno utilissime per rendere la nostra chioma più folta e lucente. Il cowash fa proprio parte di queste nuove tecniche. Scopriamo dunque di cosa si tratta e seguiamo alcuni utili consigli per ottenere un perfetto cowash.

26

Usare i prodotti giusti

Il cowash è una particolare tecnica che permette di lavare i capelli con il solo balsamo, questo renderà i nostri capelli più morbidi e districati. Per ottenere però un ottimo risultato bisognerà seguire alcuni accorgimenti, a partire dal tipo di prodotto che andiamo ad utilizzare. Scegliamo dunque un balsamo con degli ingredienti buoni e naturali.

36

Aggiungere il sale

Per un lavaggio ancora più particolare ed efficiente, potremmo aggiungere il sale. In particolare potremmo mescolare in un bicchiere due dita di balsamo e poi aggiungere mezzo cucchiaio di sale fino. Questo permetterà di pulire e purificare anche la nostra cute, oltre che assorbire gli oli in eccesso. In più il sale renderà i nostri capelli più folti o voluminosi, e se abbiamo i capelli ricci, darà più consistenza e volume ai nostri boccoli.

Continua la lettura
46

Seguire le giuste dosi

Sarà importantissimo eseguire il cowash senza esagerare con le dosi, ricordandoci di doverci regolare anche in base alla lunghezza dei nostri capelli. Se saranno mediamente lunghi (fino alle spalle o a metà spalle), andrà bene un bicchiere con due dita di balsamo. Se i capelli saranno più lunghi potremmo aumentare la dose fino a tre dita, al contrario se saranno più corti, diminuiamo la dose ad una tacca.

56

Lavare i capelli nei tempi giusti

Ricordiamoci sempre di non esagerare con i lavaggi e di effettuare il cowash almeno due volte a settimana. Inizialmente potremmo alternare questa tecnica con il normale shampoo, per andare pian piano a sostituirla definitivamente, se vogliamo dedicarci solo al cowash, in base ai risultati che potremmo riscontrare con il tempo.

66

Non applicare altri prodotti

Infine ricordiamoci di non applicare altre maschere o prodotti ai nostri capelli dopo il cowash, poiché potrebbero indebolire la nostra chioma. Dopo il cowash, dovremmo lasciare riposare il capello. Massaggiamo la cute e tamponiamo i capelli con l'asciugamano. Poi naturalmente potremmo asciugarli con il phone, spazzolandoli delicatamente con un pettine. Se vogliamo applicare delle maschere o delle creme, facciamolo solo dopo lo shampoo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Capelli

Errori da evitare se fai il cowash

Il cowash è l'alternativo metodo, molto di moda ai giorni d'oggi, per lavare i capelli senza l'utilizzo del normale shampoo. Questo tipo di lavaggio, infatti, si effettua con il solo balsamo, unito ad altre sostanze, come lo zucchero. Ma la tecnica del...
Capelli

Come fare un cowash

I nostri capelli a causa di tinte e permanenti spesso risultano fragili e crespi, e soprattutto non morbidi al tatto; infatti, in commercio esistono diversi prodotti per migliorarne l'aspetto, e per donare maggiore lucentezza e renderli quindi più forti....
Capelli

Come avere capelli soffici e setosi

Possedere dei capelli brillanti, soffici e setosi rappresenta un obiettivo molto ambito specialmente dalle donne. Prenderci cura di loro, svolge ruolo fondamentale al fine di apparire sempre in perfettoordine in ogni situazione. Nasce quindi la necessità...
Capelli

Come fare un balsamo per capelli danneggiati e sfibrati

Con il passare del tempo i capelli cominciano a risultare danneggiati e sfibrati. Quindi perdono di spessore e diventano opachi. Questo accade perché vengono trattati con prodotti che stressano il cuoio capelluto. Ovviamente, anche gli agenti atmosferici...
Capelli

Come fare un impacco per districare i capelli

Non è poi così raro svegliarsi la mattina con i capelli completamente intrecciati. Specie per chi possiede i capelli lunghi, districare la propria chioma solo con un pettine può essere fastidioso e doloroso. Perciò la cosa migliore è aiutarsi con...
Capelli

I 10 errori del lavaggio dei capelli

Capelli ribelli? Secchi? Mossi ma non abbastanza? Troppo lisci? Troppo ricci? Bè, questa lista non risolverà i vostri problemi, non vi sveglierete un giorno con la chioma di Eva Longoria, ma se c'è una cosa che ho imparato dopo tanti (ben più di 10)...
Prodotti di Bellezza

Come preparare un balsamo spray alla rosa

I capelli ricci, crespi e sfibrati sono difficili da gestire, specie se lunghi e trattati. Oltre alle maschere, anche il balsamo si rivela indispensabile ad ogni lavaggio. In commercio, trovi svariati prodotti ma perlopiù ricchi di agenti chimici e parabeni....
Capelli

Come applicare il balsamo sui capelli

Il balsamo rappresenta un utile alleato per tutte coloro che amano prendersi cura dei propri capelli. Per alcune, invece, resta ancora un prodotto dal quale diffidare. È troppo appiccicoso, troppo grassoso ed appesantisce oltremodo i capelli. Ma tutto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.