Consigli per manutenere una parure di perle

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quando si posseggono delle perle, esse vanno considerate alla stregua delle pietre preziose. Se vogliamo che la nostra parure di perle duri nel tempo conservando la sua brillantezza e la sua lucentezza, dunque, occorre averne cura e adottare alcuni accorgimenti per manutenerla. Le perle, infatti, nonostante non siano particolarmente fragili, possono facilmente diventare opache e perdere il loro splendore. Guardiamo insieme, allora, alcuni consigli per manutenere le nostre perle e farle durare nel tempo.

26

Attenzione ai profumi e ai cosmetici

I profumi, i trucchi e tutti i prodotti per la cura della persona, a causa delle sostanze chimiche che contengono, possono andare a danneggiare le nostre perle rendendole spente. Dopo aver usato la nostra parure, quindi, sarà opportuno ripulirla con un panno morbido prima di riporla e, se amiamo i profumi, di metterne alcune gocce prima di indossare i nostri gioielli.

36

Conservare le perle separatamente dagli altri gioielli

Può sembrare una banalità, ma la maggior parte dei danni fatti alle perle, deriva dal contatto con altri gioielli. Spesso, infatti, riponiamo tutto insieme nello stesso contenitore. In questo modo altri orecchini o gioielli un po' appuntiti, possono andare a danneggiare la parure e rovinare o graffiare le perle. È meglio, dunque, conservare le perle in scatoline diverse e singolarmente.

Continua la lettura
46

Il segreto: l'olio d'oliva

Come abbiamo già detto, prima di riporre le perle, è buona abitudine pulirle con un panno morbido. Possiamo, però, fare qualcosa in più per i nostri gioielli, ovvero versare alcune gocce di olio di oliva sul panno e delicatamente passarlo sulle perle. In questo modo andremo ad idratarle e a mantenerle sempre brillanti. Si tratta di un piccolo suggerimento che, se viene eseguito almeno una volta al mese, ci darà degli ottimi risultati.

56

Immergerle in acqua e sale

Ogni tanto, possiamo provare a ripulire le nostre perle immergendole in acqua e sale. Dobbiamo immergerle solo per alcuni minuti e avere cura di asciugarle bene con un panno morbido. In questo modo tutte le impurità causate dalla nostra pelle e dalle sostanze chimiche, andranno via. Attenzione, però, se il gioiello include nastri di seta che, immersi nell'acqua salata, potrebbero danneggiarsi.

66

Custodia traspirante

Il problema maggiore delle perle, che sono fatte per il 4% di acqua, è quello di seccare e disidratarsi facilmente. Ecco perché non vanno mai custodite in buste di plastica o panni di lana che aumenterebbero il rischio di farle seccare e ingiallire. Ricordate, infine, che il miglior sistema per far durare le perle è indossarle; l'umidità della pelle, infatti, contribuisce a non farle sbiadire.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Accessori

Come utilizzare le perle di una vecchia collana

Siamo in tempi in cui stiamo imparando a riutilizzare molti oggetti, lo facciamo per svariati motivi, ad esempio per risparmiare un po' di soldini, oppure ricicliamo per dare libero sfogo alla nostra creatività. C'è un altro caso e non è del tutto...
Accessori

Come Creare Una Parure Verde Acqua In Fimo

Il fimo è una pasta sintetica modellabile. Data la consistenza che la contraddistingue, è adatta per creare oggetti di qualunque forma e genere e proprio per questo motivo è usato moltissimo in bigiotteria. Con esso si possono realizzare pietre e perle...
Accessori

Come creare gioielli etnici

Sono tornati di moda i gioielli colorati, quelli dal sapore africano, fatti con vetro, legno, conchiglie e metalli lucenti. Sono perfetti sia d'estate, su vestiti leggeri, che d'inverno, per ravvivare con il loro colore maglioni troppo scuri e tristi....
Moda

Come abbinare una camicetta a pois

La stampa a pois nella moda è sicuramente una delle più comuni e delle più utilizzate. Anche se è considerata una fantasia vintage, associata principalmente agli anni Cinquanta, essa resta tutt'oggi attualissima. Si tratta infatti di una stampa ormai...
Accessori

Come riconoscere le perle autentiche

All'interno della seguente guida andremo a occuparci di gioielli. Nello specifico, dedicheremo la guida alle perle. La problematica che si si pone molto spesso riguardo alle perle riguarda la loro autenticità, e noi proveremo a fornirvi alcuni strumenti...
Accessori

Come prendersi cura delle perle

Naturali o coltivate, d'acqua dolce o salata, le perle sono un gioiello molto pregiato, simbolo di femminilità ed eleganza. Sono però anche le pietre più delicate, avendo un'origine organica ed essendo costituite da materiali calcarei e "vivi" facilmente...
Accessori

5 modi per indossare le perle

Le perle sono tornate di moda! Naturalmente, c'è chi crede che le perle siano sempre state una lussuosa quanto intramontabile decorazione poiché, un filo di perle indossato su un abito anche mediocre, trasuda stile ed eleganza. Nel corso della storia,...
Moda

Come pulire le perle

La bellezza intramontabile delle perle sembra non avere età, o un'epoca di appartenenza. Il fascino classico ed elegante che trasmettono è innegabile e racchiuso nella loro semplice ed essenziale bellezza. Eppure, questa piccola meraviglia della natura,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.