Come trattare i punti neri

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Chiunque, guardandosi allo specchio, non può far a meno di notare quei fastidiosi punti neri che puntualmente spuntano sulla pelle. L'istinto più immediato è quello di schiacciarli, provocando però gonfiore ed irritazione. Inoltre se usate troppa forza, si rischia anche di graffiarsi, lasciando delle fastidiose cicatrici. L'ideale è invece quello di affrontare la situazione con i giusti mezzi e con il supporto dei prodotti più adeguati. Questa guida si propone appunto di spiegarvi come trattare i punti neri.

25

La cosa migliore da fare? Utilizzare il vapore acqueo. Prendete una grande pentola e mettetela sul fuoco con dell'acqua che porterete ad ebollizione (potete anche aggiungere qualche goccia di rosa o foglie di alloro). In seguito, senza scottarvi, ponete la pentola nel posto più tranquillo della vostra casa, raccogliete i vostri capelli in una bella coda e posizionate il vostro viso sulla superficie di essa. È importante coprire il capo con una asciugamano per catturare sulla vostra pelle tutto il benefico vapore senza farlo disperdere.

35

Dopo circa 10 minuti, i pori del vostro viso si andranno a dilatare ed in questo modo sarà sicuramente più facile eliminare i comedoni. Con le dita accuratamente pulite, meglio ancora se utilizzate dei guanti ultra leggeri, potete iniziare a premere i punti neri facendo fuoriuscire tutto il sebo. Fatto questo, massaggiate la zona con un balsamo post trattamento; ottimo quello alla lavanda!

Continua la lettura
45

Visto che i punti neri sono pronti a tornare dopo una settimana dalla loro eliminazione è necessario capire come poterli in un certo senso prevenire. La pulizia mattina e sera del viso è fondamentale. Un latte detergente che si confà alla vostra pelle, seguito dal tonico giusto è già un primo step da seguire. Da non tralasciare una maschera purificante, magari al cetriolo, da realizzare una volta alla settimana. Seguire una sana dieta poi, è anche in questo caso, fondamentale. Spazio a frutta e verdura, ed una giusta idratazione (almeno 1 litro e mezzo di acqua al giorno).

55

Se non siete in grado di farlo da soli, molte estetiste propongono dei trattamenti di pulizia del viso molto efficaci. Ovviamente optate per qualcosa di poco aggressivo, se volete evitare delle inutili irritazioni della cute. Se la zona interessata dai punti neri è molto estesa, oppure questi si trasformano in brufoli, allora il consiglio è quello di rivolgervi ad un dermatologo, che potrà indicarvi la cura più adeguata per il vostro problema.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.