Come trattare al meglio i nostri jeans

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

I jeans venivano utilizzati dai lavoratori americani a partire dagli anni '50 perché, grazie al tipo di tessuto, erano molto resistenti e durevoli. Oggi, questi particolari pantaloni vengono indossati da persone di qualsiasi età e sesso, in quanto si abbinano a qualsiasi tipo di abbigliamento. Nei vari negozi di moda se ne trovano ormai di tutti i tipi: da semplici a strappati, di colori e fantasie più disparate. Alcuni jeans, però, possono arrivare a costare anche centinaia di euro, per cui è opportuno trattarli adeguatamente affinché non si rovinino. Vediamo allora come trattare al meglio i nostri jeans.

26

Avete comprato dei jeans firmati, che perdono la tinta con il rischio di macchiare irreparabilmente i capi più chiari assieme a cui li lavate? Purtroppo questo è un problema molto comune, ma assolutamente niente paura! È sufficiente prendere qualche piccolo accorgimento e i vostri jeans non perderanno più la tinta: prima di lavarli in lavatrice lasciateli a bagno un'ora, in acqua fredda salata: sono sufficienti due cucchiaini di sale grosso per quattro litri di acqua. Poi, prima di metterli in lavatrice, rivoltate le gambe così da evitare l'usura dovuta allo sfregamento. Per massimizzare il risultato e ridurre ulteriormente il rischio di perdite di colore, è preferibile lavare i jeans a bassa temperatura, evitando di superare i 30 gradi.

36

A volte capita che siamo così affezionate a un paio di jeans che li indossiamo di frequente, e purtroppo prima o poi finiscono con il rovinarsi, soprattutto scolorendosi a causa dei frequenti lavaggi. Dunque, potrebbe essere utile un trucco per ringiovanire un paio di jeans scoloriti: è quello di lavarli con un paio di jeans nuovi, non ancora lavati. Scoprirete che il colore dei vecchi jeans verrà ravvivato grazie alla tinta che il nuovo jeans ha perso, e inoltre "salverete" da eventuali macchie gli altri capi di abbigliamento che avreste dovuto lavare insieme al nuovo jeans, che macchia.

Continua la lettura
46

Siete andati a fare una gita fuori porta, un pic-nic in campagna, e i vostri jeans si sono sporcati di terra al fondo e alle ginocchia? Anche qui nessun problema: risciacquateli sotto il rubinetto e lasciateli a bagno per una notte in una bacinella piena d'acqua cui avrete aggiunto 1/4 di tazza di ammoniaca e un po' di detersivo. Lavateli poi come al solito; le incrostazioni di fango dovrebbero staccarsi facilmente. Se invece i vostri jeans si sono strappati, neppure qui è il caso di farne un dramma: ora vanno molto di moda i jeans con tagli e strappi!

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • se hai un po' di pancetta, i jeans a vita alta sono perfetti per nasconderla!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Moda

Come indossare i pantaloni strappati

I pantaloni strappati vanno nuovamente di moda. Negli anni Sessanta, costituivano la divisa anticonformista degli hippie come dei punk. Oggi, i ripped jeans si possono indossare in qualsiasi circostanza, dalla più informale ad un look classico. Il denim...
Moda

5 modi originali di abbinare i jeans strappati

I jeans strappati, anche detti ripped jeans, sono la tendenza della stagione. Si trovano in tutti i negozi, sulle copertine delle riviste più prestigiose e addosso alle modelle più amate. Il loro look usato e stropicciato, caratterizzato da tagli e...
Moda

5 outfit con i jeans strappati

Nel guardaroba di ogni donna, sia in estate che in inverno, sono sempre presenti i jeans. Di sicuro è il capo di abbigliamento più versatile, si indossa infatti per eventi sportivi e mondani, come per sentirsi più sensuali ed esaltare la propria femminilità....
Moda

Come indossare i jeans strappati

Si sa, le mode tornano e ritornano nel corso degli anni e noi donne siamo felicissime nel momento in cui possiamo riesumare dal nostro armadio un capo di abbigliamento che non usavamo da diversi anni, perché reputato fino a quel momento "fuori moda"....
Moda

Come vestirsi da punk

Il punk è un movimento culturale sviluppatosi negli Anni Settanta in Inghilterra e in America e successivamente diffusosi in tutto il mondo. Il punk influenzerà notevolmente la moda, spargendosi a macchia d'olio anche tra coloro che non si interessano...
Make Up

Come realizzare un trucco da Zombie per una festa

Durante la festa di Halloween, gli zombie sono certamente i protagonisti indiscussi della notte più terrificante dell'anno. Se avete intenzione di stupire i vostri amici con un trucco davvero spaventoso, allora siete capitati nel posto giusto al momento...
Moda

Come abbinare un gilet nero

Il gilet, è da sempre un capo singolare che riesce a donare un tocco di eleganza e di originalità. Sofisticato ma nello stesso tempo simpatico, il gilet resta un capo davvero intramontabile e adatto a diverse occasioni. Il gilet, può essere indossato...
Capelli

Capelli rasta: come farli e lavarli

Molto spesso, alcuni di noi abbiamo avuto il forte desidero di realizzare una folta chioma rasta. In buona sostanza, i rasta rappresentano dei capelli particolarissimi, caratterizzati da delle ciocche abbastanza grosse e spettinate, leggermente più grosse...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.