Come riconoscere un autentico topazio

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il topazio è una delle pietre preziose già conosciute fin dall'antichità. Il suo nome deriva da un'isola del Mar Rosso, Topazos, in cui i Romani solitamente estraevano molte pietre, e in particolare ad una di esse diedero proprio il nome di topazio. Essa è definita come la "pietra della giovinezza e della saggia serenità", ed è molto apprezzata per i suoi colori tenui ma lucenti. In particolare, si tratta dei colori giallo, azzurro, blu, rosa, rosso (ma può anche essere incolore); eventuali tonalità più intense sono ottenute attraverso trattamenti termici. Il più diffuso nelle gioiellerie è quello giallo, che può essere proposto in una vasta gamma di tonalità. Purtroppo esistono però altre pietre, visivamente simili, che spesso vengono spacciate per topazio autentico, pur essendo di valore molto minore, che è bene imparare a riconoscere; vedremo in che modo nei passi che seguono.

26

Occorrente

  • Topazio (o presunto tale)
  • Lente d'ingrandimento
36

Il più importante esempio di topazio 'tarocco' è il quarzo citrino. L'abbondanza di questo quarzo ha creato una grande confusione e molta incertezza sul mercato, rendendo possibile una grande quantità di raggiri a danno dei compratori. È bene fare molta attenzione, dunque, quando ci si accinge a comprare un gioiello con un topazio, ricordando peraltro che spesso anche in gioielleria può capitare che si usi il termine topazio per il quarzo citrino, in modo improprio, per non dire quasi truffaldino.

46

In verità tale pietra è molto simile al topazio, ma con una differenza di valore da quest'ultimo assai rilevante. La prima cosa da sapere, comunque, è che in confronto al quarzo citrino il vero topazio ha, innanzitutto, un colore più caldo, con una sfumatura ben evidente dalla tinta arancione o rosata. Inoltre, la lucentezza della pietra vera è di gran lunga superiore a quella del quarzo citrino.

Continua la lettura
56

Ma, al di là di queste semplici indicazioni, gli esperti del settore indicano un buon sistema per riconoscere il vero topazio. In primo luogo, munirsi di una lente d'ingrandimento (quella che in genere usano i filatelici per i francobolli). In mancanza, va bene anche una qualunque, purché di buona qualità. Avvicinare poi il topazio (o presunto tale) ad un tavolo e guardare attentamente attraverso questa lente tutte le sue facce.

66

Si deve rigirare la pietra molto lentamente. Se ad un certo punto, in una delle facce piane del topazio, si vedrà lo spigolo del tavolo sottostante sdoppiato, allora la pietra è topazio autentico e non quarzo citrino. Si può dire ciò con certezza perché il topazio ha tra le sue tante caratteristiche la "birifrangenza", una proprietà che porta allo sdoppiamento delle immagini che lo attraversano, di cui il quarzo citrino è assolutamente privo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Accessori

Come pulire una pietra di quarzo

Il quarzo è il minerale più presente nel sottosuolo terrestre. Si tratta di una pietra che ha una trasparenza simile al vetro, ed è difficile da estrarre rispetto a molti altri minerali. Inoltre, è molto fragile e tende a incrinarsi facilmente,...
Accessori

Come riconoscere un Rolex autentico

L'orologio della marca Rolex, è per tutti i suoi appassionati sicuramente un orologio speciale, meraviglioso ed unico. Esso ha un costo molto elevato come tutti ben saprete. Spesso in commercio ci sono degli orologi che vengono spacciati per Rolex, quando...
Accessori

Come Riconoscere Un Ametista

L'ametista è una pietra semi-preziosa molto amata dalle donne per il suo colore viola intenso. In linea generale le ametiste sono gemme poco costose, pertanto il rischio di imbattersi in un falso è relativamente basso. Scopriamo quindi insieme su questa...
Accessori

Come riconoscere l'avorio naturale da quello sintetico

L'avorio rappresenta il materiale tratto principalmente dalle zanne dell'elefante, africano o asiatico che sia. Si può parlare di avorio, in modo improprio, anche quando ci si riferisce ai denti di altri animali, tra cui annoveriamo l'ippopotamo ed il...
Accessori

Come riconoscere un corallo

La guida che state per leggere avrà uno sviluppo in cinque passi, e si occuperà di corallo. Il corallo, lo sappiamo, è bellissimo e guardarlo, nella maggior parte dei casi, ci incanta grazie alla sua meraviglia. Possiamo senza ombra di dubbio definire...
Accessori

Come riconoscere i brillanti

Prima di tuffarvi a pesce nell'acquisto di un nuovo gioiello, adornato di luccicanti diamanti, dovete valutare se queste splendide pietre siano vere o se vi stanno solo "vendendo aria fritta". Come presupposto fondamentale bisogna che facciate un po'...
Accessori

Come scegliere un orologio

L'orologio è uno strumento utilizzato per misurare il trascorrere del tempo. Questo strumento ci ha permesso di capire a che ora ci trovavamo fin dall'antichità grazie all'invenzione della meridiana. Nel corso degli anni l'orologio ha subito notevoli...
Accessori

Come scegliere un orologio da uomo

Tra i vari accessori che un uomo può utilizzare, l'orologio da polso è senza ombra di dubbio il più rappresentativo della propria identità, del carattere e dello stile. Infatti, esistono orologi per ogni personalità: sportivi, eleganti, giornalieri,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.