Come ricompattare fard e ombretti in polvere

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Tutte, almeno una volta, per distrazione nostra o per gli urti all'interno delle borse, ci siamo dovute imbattere in un cosmetico rotto, magari proprio il nostro preferito e per lo più difficile da reperire. Le cialde degli ombretti e dei fard spesso sono piuttosto friabili e basta un piccolo urto per ridurle in polvete. Tuttavia è possibile rimediare in poche e semplici mosse. Ecco come ricompattare fard e ombretti in polvere.

26

Occorrente

  • Trucco in polvete
  • Cartoncino
  • Pellicola trasparente
  • Alcool
  • Cucchiaio
  • Contenitore per cosmetici
36

Per prima cosa, verificate quanto prodotto è rimasto nella confezione. Se è molto, è inutile ricompattare l'intero cosmetico, perché si rischierebbe di peggiorare la situazione. In caso contrario, vediamo come procedere. Armatevi di molta pazienza e cercate di recuperare quanto più prodotto possibile. L'operazione sarà agevolata se la confezione è caduta sul pavimento, in quanto ha una superficie liscia e regolare. Aiutatevi con un cartoncino, poggiandolo al piano perpendicolarmente e compiendo movimenti leggeri e precisi. Sistemate la polvere nella scatola originaria oppure in una ciotola, almeno provvisoriamente.

46

A questo punto, con la parte concava di un cucchiaio, pressate alla perfezione la polvere, fino ad ottenere una consistenza finissima. Prendete quindi dell'alcool etilico denaturato e prelevatene un po' con un contagocce. Cercate di non eccedere con la quantità, per non rendere il composto troppo liquido. Versate poco per volta l'alcool all'interno della ciotolina, controllando che non si formi un deposito liquido sul fondo. Solitamente ne bastano tre o quattro gocce. Ovviamente, se il fard o l'ombretto è andato completamente in mille pezzi, dovrete utilizzarne una maggiore quantità. Non preoccupatevi per l'odore dell'alcool poiché, prima di utilizzarlo nuovamente, il composto dovrà asciugare completamente e l'odore sarà andato via del tutto.

Continua la lettura
56

Con un cucchiaino o anche con i polpastrelli, miscelate la polvere con l'alcool, fino ad amalgamare le due componenti alla perfezione. Dovete riuscire a ricompattare il tutto. Fatto questo, coprite la ciotola con della pellicola trasparente da cucina e lasciate riposare nel frigorifero tutta la notte. Questo accorgimento farà in modo che il prodotto si rapprenda e diventi nuovamente solido. Trascorso il tempo necessario, mettete il contenuto nella confezione originaria. Se volete fissarlo, applicate alla base del packaging una goccia o due di colla a caldo. Premete la cialda e assicuratevi che sia completamente saldata alla superficie. Lasciate il coperchio aperto per un altro giorno, così che le ultime tracce di alcool possano evaporare. La mattina seguente se l'odore dell'alcool sarà andato via, potrete utilizzare nuovamente il vostro cosmetico, come fosse appena comprato.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Make Up

Come ricompattare un ombretto

A tutte le donne sarà capito almeno una volta nella vita di far cadere involontariamente una scatolina di ombretto. Se si è molto fortunati l’ombretto rimane intatto ma, nella maggior parte dei casi, si rompe in tanti piccoli pezzi. Usare un ombretto...
Make Up

Come lavare le spugnette per il trucco

Quasi tutte le ragazze quando arriva il momento dell'adolescenza vogliono provare a truccarsi, un po' per sentirsi più belle e un po' per essere più sicure di se stesse.Sin dai tempi antichi, il make up riveste un ruolo molto importante nella vita delle...
Make Up

Come usare il fard come ombretto

Il make up è un modo per esprimere la propria personalità, per dare carattere all'outfit e per far diventare il tutto più innovativo e trendy. Usare il blush come ombretto è una tendenza nata nel 2013 quando, durante le sfilate primaverili, i guru...
Make Up

Come capire quando un cosmetico è scaduto

Ombretti, mascara, matite, fard, rossetti e creme non hanno vita eterna. I cosmetici sono soggetti a scadenza. Con il tempo subiscono delle alterazioni chimiche, non sempre riconoscibili. Indicativamente, sul retro di ogni confezione viene riportata la...
Prodotti di Bellezza

Come fare un fard fai da te

Il mondo del trucco è diventato una parte molto importante per la maggior parte delle donne ed in commercio esiste davvero una miriade di marche e di prodotti adatti per creare qualsiasi look e giocare con qualsiasi colore. Esistono anche molte varietà...
Make Up

10 idee make up da ufficio

Lavorare in ufficio significa anche occuparsi del proprio aspetto; un'immagine trasandata infatti di certo rappresenterebbe un pessimo biglietto da visita per chi è costretto a riporre nelle nostre mani i propri soldi, i documenti personali e quant'altro....
Make Up

Consigli per abbinare il trucco con l'abito

Quando si tratta di vestirsi bene e in tono con l'atmosfera dell'avvenimento, non sempre è un'impresa facile. A volte risulta complicato abbinare il trucco con l'abito, dettagli molto importanti se volete fare una bella figura. Se mettete un vestito...
Make Up

Come truccare un viso abbronzato

L'estate è finita: ci resta soltanto un bel ricordo delle belle vacanze e quel tocco di abbronzatura che resiste ancora sul nostro viso. Tante si chiedono se è possibile truccare un viso abbronzato e come fare, per evitare pasticci. La risposta è affermativa,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.