Come realizzare una cresta

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La cresta è solitamente (ed erroneamente) associata a movimenti punk. In realtà la cresta è un'acconciatura che ha origini molto più antiche. Utilizzavano la cresta già gli antichi romani, anche se era realizzata col crine di cavallo ed era montata sugli elmetti. Anche i moicani erano soliti utilizzare questa particolare acconciatura. La cresta è quindi un'acconciatura che nei secoli ha toccato diverse etnie e culture. Oggigiorno è ancora molto sviluppata e di moda, e non difficile imbattersi in qualche ragazzo che abbia deciso di realizzarla sulla sua testa. Che sia per un fatto estetico, o per emulare qualche cantante, i capelli dritti verso l'alto sono veramente facili da realizzare. In questa guida vi spiegheremo come fare.

27

Occorrente

  • phon
  • pettine
  • spazzola
  • cera per capelli
  • piastra per capelli
37

Bagnare ed asciugare i capelli

Come prima cosa, per realizzare una cresta, bisogna bagnare i capelli. Asciughiamoli quindi con l'aiuto di un phon e di una spazzola. Nell'atto di asciugarli, dovremo tenere la testa rivolta verso il basso, quando più perpendicolare possibile al pavimento, in modo che la gravità permetta ai capelli di asciugarsi già in una posizione prossima a quella che sarà poi la cresta. Mentre li asciughiamo, pettiniamoli per bene con una spazzola. Quando i capelli saranno umidi, procediamo a districarli per bene con un pettine, avendo accortezza di rivolgere sempre la testa verso il basso.

47

Applicare la cera

Se abbiamo i capelli lunghi, sarà molto più comodo legare quelli che non andranno a formare la cresta, in modo da poter svolgere un lavoro più preciso. Tra un colpo di pettine e una passata di phon, prendiamo ora della cera per capelli. Ne applicheremo una moderata quantità sulla punta delle dita e andremo a passarla sulla cresta, sempre rimanendo a testa in giù. Alternando questa procedura con l'uso dell'asciugacapelli, noteremo che la cera tenderà via via a solidificarsi, rendendo più stabile la nostra acconciatura.

Continua la lettura
57

Passare la piastra

Quando la cresta sarà abbastanza stabile, prendiamo una piastra per capelli e portiamola a temperatura massima. Passiamola sui capelli, con movimenti di alcuni secondi, continuando per almeno 20 minuti o fino a quando, provando a sollevare la testa, la nuova capigliatura riesca a reggere senza cedimenti. Quando la cresta sarà fissa e stabile, potremo asciugare gli altri capelli, avendo cura di tenerli ben distinti da quelli che sono andati a formare la nostra cresta. La cresta non è certo un'acconciatura comoda o che possa durare a lungo. La sua preparazione richiede tempo e fatica, mentre la sua durata è breve e soggetta a variabili come l'umidità, il tipo di cera usato o quanto la si "strapazza". È certo però, che con una cresta non passeremo inosservati e potremo stupire tutti i nostri amici!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Evitate di esporre i capelli alla pioggia, in quanto la cresta potrebbe afflosciarsi.
  • Fate sempre raffreddare i capelli fra una passata e l'altra di piastra.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Capelli

come fare un Fauxhawk con capelli ricci

Il Fauxhawk, derivato dal tradizionale Mohawk, è un taglio maschile con cresta centrale e rasature laterali, per un'acconciatura con meno capelli ai lati e più nel centro. Questo stile ha provocato furore specie tra personalità come David Beckam o...
Moda

Look da sera per uomo: consigli

Nella guida che vi proporremo lungo i passi che seguiranno la breve introduzione iniziale, andremo a occuparci di moda. Un tema particolarmente sentito da ambo i sessi ma, in questo caso, la concentrazione sarà tutta sull'uomo. Infatti, come avrete potuto...
Moda

Come vestirsi da punk

Il punk è un movimento culturale sviluppatosi negli Anni Settanta in Inghilterra e in America e successivamente diffusosi in tutto il mondo. Il punk influenzerà notevolmente la moda, spargendosi a macchia d'olio anche tra coloro che non si interessano...
Capelli

5 pettinature per capelli ricci e corti

I capelli rappresentano uno dei tratti distintivi della propria personalità, un'espressione profonda del proprio "io" interiore. A causa delle differenze genetiche tra individui la struttura della capigliatura non è uguale per tutti, testimoniando la...
Capelli

Come fare uno shatush fai da te

Ci sono momenti in cui noi donne abbiamo bisogno di cambiare qualcosa nel nostro look, e ciò che facciamo più volentieri sono proprio i cambi look capelli. Nuovo taglio? Una cosa drastica? Se la voglia c'è, ma non si vuole stravolgere tutto in maniera...
Accessori

I must have per una moda anni '80

Si sa, il look anni '80 è quello tra i più cool, oltre che intramontabile. Allora vediamo quali sono i fondamentali "I must have per una moda anni '80" che rispecchino in pieno lo stile del periodo! Si parte ovviamente dall'abbigliamento, ma il taglio...
Moda

5 modelli di scarpe che non devono mancare nella tua scarpiera

Nonostante moda e tendenze cambino in continuazione, in fatto di scarpe esistono dei modelli che hanno rappresentato, rappresentano e continueranno ad essere considerati dei capisaldi intramontabili. Per essere perfette basta indossare dei modelli versatili...
Capelli

Come pettinarsi quando si perdono i capelli

Uno degli inestetismi che maggiormente preoccupa gli italiani è quello della caduta dei capelli. Un problema che, secondo alcune recenti statistiche, interessa circa 10 milioni di italiani e 30 milioni di europei. Un dato importante, la cui percezione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.