Come realizzare un gel naturale per fissare i capelli

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Prendersi cura della propri persona è sempre più importante e questo è valido sia per le donne che per gli uomini, anzi, proprio questi ultimi hanno ormai scoperto e riconosciuto quanto possa essere gratificante e positivo un atteggiamento di maggiore attenzione al proprio aspetto fisico.
Prodotti cosmetici di vario genere come creme, maschere e svariati prodotti per i capelli, vengono utilizzati quotidianamente da donne e uomini di ogni età.

Negli ultimi anni stiamo assistendo ad una crescente attenzione generale rispetto alla composizione chimica dei prodotti che usiamo e, conseguentemente, alla valorizzazione della semplicità e naturalità di ciò che scegliamo.
Si tende quindi ad acquistare maggiormente prodotti realizzati con ingredienti naturali, biologici ed ecologici, arrivando spesso alla scelta di ricorrere ai cosiddetti "rimedi della nonna" e quindi a provare a realizzare in casa alcuni dei prodotti di bellezza di uso più frequente.

A questo proposito, in questa guida vi daremo dei consigli su come realizzare un gel naturale per fissare i capelli.

25

Occorrente

  • 30 g di semi di lino
  • 2 dl di acqua
  • un colino a maglie strette
  • un barattolo in vetro o in plastica con coperchio
  • qualche goccia di olio essenziale
35

Preparazione della base per il gel

Per la realizzazione del gel che vi proponiamo occorrono i semi di lino che possono facilmente essere reperiti in erboristeria.

Il primo passaggio per la realizzazione del gel, consiste nel far bollire in un pentolino 2 dl di acqua insieme a 30 grammi di semi di lino.
Una volta che l'acqua bolle, abbassare la fiamma e lasciare cuocere i semi per almeno 10 minuti, mescolandoli continuamente fino a quando non si formerà una sorta di gel lucido e vellutato.

Successivamente filtrare il gel, utilizzando un colino a maglie strette oppure un tessuto molto sottile (ad esempio dei vecchi collant), e metterlo temporaneamente dentro un recipiente.

45

Personalizzazione e profumazione del gel

Possiamo personalizzare il gel che abbiamo preparato, scegliendo le profumazioni che più ci piacciono, sempre con l'attenzione ad usare prodotti naturali.
Ad esempio possiamo aggiungervi qualche goccia di olio essenziale, della cannella in polvere oppure del nettare di aloe vera. Ancora se vogliamo, possiamo utilizzare qualche goccia di infuso di camomilla, di salvia e di lavanda.

Con l'aiuto di un cucchiaio versiamo il gel all'interno di un contenitore in vetro con il coperchio, vanno bene anche i vasetti che utilizziamo per le conserve, altrimenti possiamo anche riciclare il contenitore vuoto di un cosmetico, dopo averlo lavato accuratamente.

Continua la lettura
55

Conservazione del gel

Per finire, per mantenere intatto il gel che abbiamo preparato è preferibile riporlo in frigorifero, dove può conservarsi perfettamente anche per diverse settimane.

È possibile utilizzare il gel sia sui capelli asciutti, sia sui capelli umidi, creando le acconciature che più ci piacciono e fissandole perfettamente con un prodotto semplice e naturale che "orgogliosamente" abbiamo realizzato con le nostre mani!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.