Come realizzare i pore stripes

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Negli ultimi anni le persone stanno acquisendo sempre maggior consapevolezza di ciò che comprano ed hanno più di un occhio rivolto verso l'ambiente e madre natura. Stop quindi a petrolati, parabeni, siliconi, paraffine e tutto ciò che, ad un primo impatto, sembra idratare e nutrire la nostra pelle, ma che in realtà crea solo una pellicola che riveste l'epidermide causandole più problemi che altro. Tutto ciò che esiste in commercio ed è in vendita anche a caro prezzo, può essere riprodotto con ingredienti naturali e in casa propria: la natura è la migliora alleata di bellezza che abbiamo! Nella seguente guida vi sarà fornito qualche utile consiglio su come realizzare i pore stripes, ovvero i cerottini adesivi anti-comedoni o punti neri che si vendono in farmacia o profumeria. Vediamo quindi insieme come procedere passo dopo passo.

26

Occorrente

  • Latte
  • Gelatina alimentare
36

Questa ricetta riguarda la creazione dei cerottini per rimuovere i punti neri dalla zona T del viso, vale a dire mento naso e fronte. Per realizzare a casa i pore stripes sono necessari del latte (fresco o a lunga conservazione, scremato oppure intero non ha importanza) e della gelatina o colla di pesce, ingredienti facilmente reperibili al supermercato. Prendete innanzitutto una tazza, del tipo che si usa per la colazione, e misurate un cucchiaio da tavola di latte. Misurate ora un secondo cucchiaio da tavola di gelatina.

46

Potete usare della gelatina alimentare che viene solitamente venduta in polvere, oppure la classica colla di pesce che viene venduta in fogli. Nel caso in cui optiate per la colla di pesce, usate mezzo foglio. Miscelate con un cucchiaio i due ingredienti, fino ad ottenere una specie di pasta. Se non avete tempo o voglia per sciogliere la colla di pesce nel latte a bagnomaria, mettete la tazza nel forno microonde per dieci secondi: la vostra miscela da applicare sul viso è pronta!

Continua la lettura
56

Aiutandovi con un pennellino spennellate la zona a T del viso. Nel frattempo preparate delle strisce di garza o di cotone che ricoprirete con la pasta ottenuta e posizionatele sempre nella zona a T. A questo punto aspettate una quindicina di minuti e rilassatevi facendo altre attività: non è necessario star sempre a guardare i cerotti! Trascorso il tempo necessario, controllate che la pasta si sia asciugata completamente: sentirete la pelle tirare. Non vi resta che, con un colpetto secco, togliere la pellicola. La riuscita è garantita e con meno rossore rispetto ai cerottini comprati.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se non avete gli ingredienti elencati potete utilizzare dell'argilla bagnata con un po' d'acqua e lasciatela seccare sulla zona T: l'effetto sarà ugualmente ottimo!
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura del Corpo

Consigli e trucchi per nascondere l'herpes

L'Herpes risulta essere una problematica che riguarda parecchie donne. Questo problema grava non solo sulla propria salute, ma anche sulla bellezza esteriore. Sfortunatamente, esso molte volte si presenta nelle situazioni meno adatte. Ossia colloqui di...
Prodotti di Bellezza

Cerotti per punti neri fai da te

I punti neri sono l'incubo di tutti gli adolescenti. Compaiono approssimativamente intorno ai 13 anni e non vi abbandonano fino ai 23/24 anni. Per molto sono una vera tragedia, tanto da ricorrere ai modi più disparati per eliminare questi fastidiosissimi...
Prodotti di Bellezza

Carragenina: cos'è e come si utilizza

La carragenina è un derivato del carragheen, e non è altro che una gelatina alimentare che viene solitamente estratta e prodotta grazie alla bollitura di alcune alghe rosse. Si tratta di una sostanza facilmente reperibile in alcuni alimenti, ad esempio...
Capelli

5 alternative al gel per capelli

Molti sono coloro che usano il gel per capelli per fissare pettinature particolarmente sofisticate. C'è chi dice che il suo uso prolungato e frequente può danneggiare la nostra chioma, ma studi condotti su questo argomento, non hanno evidenziato alcun...
Prodotti di Bellezza

Make up di carnevale: i consigli per un trucco d'effetto

Carnevale è la festa preferita della maggior parte dei bambini e talvolta anche dagli adulti. Ci si traveste, ci si incontra con altre persone, si ha l'opportunità di scoprire interessi in comune ed è un'opportunità per incontrarsi, conoscere nuove...
Capelli

Come realizzare una maschera ai semi di lino per capelli opachi

I capelli opachi e sfibrati dipendono da una disfunzione del cuoio capelluto. Le ghiandole sebacee infatti non svolgono adeguatamente il loro compito. Il capello di conseguenza si inaridisce e si inasprisce. Ciò dipende in genere da un'alimentazione...
Capelli

Come fare un balsamo per capelli con il tuorlo d'uovo

Spesso per la cura dei propri capelli si comprano prodotti specifici ed in alcuni casi si spendono cifre molto elevate. In alternativa si possono realizzare con il metodo fai da te dei prodotti del tutto naturali spendendo poco. Per fare ciò basta consultare...
Capelli

Come realizzare in casa un termoprotettore per capelli

Non sono solo le donne a usare di frequente, la piastra o l'arricciacapelli per cambiare il look. In certi casi, in base al lavoro che fanno, anche gli uomini ricorrono a diversi strumenti elettrici. E non stiamo considerando i vip, ma la gente comune....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.