Come pulire un anello d'argento

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Spesso capita che si abbia un problema con le posate in argento che, con il tempo, possono perdere la loro lucentezza oppure si possono macchiare di scuro. Per far ritrovare loro la lucentezza e per pulire gli oggetti puoi utilizzare uno spray che trovi facilmente in commercio oppure, se non hai molto tempo, puoi optare per dei rimedi fai da te. Osserva se l'oggetto in questione sia composto da argento puro, di bigiotteria, di altri materiali miscelati all'argento oppure se è costituito da una pietra preziosa e così via. Un prodotto comune, ad esempio un anello, può essere costituito da diversi materiali.

27

Occorrente

  • argenteria
37

Dopo aver osservato l'utensile, se hai appurato che l'argenteria in questione è composta da una pietra preziosa, prendi un bicchiere d'acqua e riempilo con acqua fredda. Aggiungi un cucchiaio di bicarbonato e mescola per bene. A questo punto, prendi uno spazzolino da denti, immergilo nell'acqua e bicarbonato e poi spazzola il prodotto finché non avrai eliminato interamente le macchie. Dopo aver fatto ciò, asciuga l'oggetto con un panno in cotone. Puoi prendere spunto da un semplice video:

47

Se, invece, devi smacchiare dell'argenteria composta unicamente da argento, il procedimento sarà diverso. Prendi un recipiente in cui l'oggetto possa entrare comodamente e, alla base del contenitore, inserisci della carta stagnola e poi del comune sale da cucina. La porzione del sale cambia in base al prodotto che devi lavare: un cucchiaio se il recipiente è un bicchiere oppure qualche cucchiaio se stai utilizzando una vaschetta. A questo punto, poggia l'oggetto sulla carta stagnola e, infine, versa dell'acqua tiepida fino a riempire il recipiente per metà.

Continua la lettura
57

Esistono comunque diverse metodologie di pulitura dell'argento. Puoi usufruire del comune bicarbonato di sodio e della mollica di pane. Crea una sorta di impasto con questi due elementi e passa il composto ottenuto direttamente sull'argenteria. Dopo aver ottenuto il risultato migliore, pulisci l'oggetto con un panno in lana.

67

Un altro rimedio riguarda il dentifricio. Su un batuffolo di cotone metti del dentifricio, oppure utilizza uno spazzolino da denti che non utilizzi più, e strofina l'oggetto. Sciacqua il tutto sotto l'acqua corrente e asciuga subito. Infine, un altro rimedio, è l'ebollizione. Metti due pugni di sale in un contenitore con dell'acqua e porta ad ebollizione. Immergi l'oggetto lasciandolo bollire per circa dieci minuti.

77

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Accessori

Come pulire una borsa fatta a mano

La borsa è un accessorio indispensabile per ogni donna. Pochi centimetri di stoffa racchiudono un universo femminile. Una borsa fatta a mano ha un valore inestimabile: è preziosa, originale e molto delicata. Il tessuto lavorato con cura ed arricchito...
Cura del Corpo

10 errori che facciamo quando laviamo i denti

Lavarsi i denti è una pratica importantissima per la nostra igiene orale ma, come tutte le azioni che compiamo quotidianamente, spesso non prestiamo la giusta attenzione a come lo facciamo. Non è importante solo la quantità di volte in cui ci laviamo...
Prodotti di Bellezza

Come fare dentifricio e colluttorio in casa

L'igiene orale è molto importante, soprattutto per evitare fastidi come carie, tartaro o altro. Ci viene insegnato fin da piccoli a lavarci i denti e a prendercene cura ogni volta che si mangia qualcosa, anche perché la bocca è un ricettacolo di microbi...
Cura del Corpo

10 errori da evitare quando si lavano i denti

Lavarsi i denti è una operazione che andrebbe effettuata ogni volta che si mangia e non solo dopo la colazione. In realtà ogni volta che si mangia, il cibo si deposita negli spazi interdentali e sulle cuspidi favorendo la formazione di placca dentale...
Prodotti di Bellezza

Come preparare un dentifricio in polvere con la salvia e la menta

L'igiene orale è un'azione quotidiana molto importante, che non va sottovalutata! Pertanto i denti vanno curati lavandoli almeno tre volte al giorno. In questo modo si evita l'insorgere di carie e gengiviti. I dentifrici presenti in commercio, possono...
Cura del Corpo

Come creare un dentifricio fai da te

Il dentifricio contribuisce ad una corretta igiene dentale. Fruttato, al mentolo, con micro-granuli o al bicarbonato popola prepotentemente gli scaffali di supermercati o farmacie. I prezzi sono variabili da pochi centesimi a diversi euro. Ma davvero...
Cura del Corpo

Errori da evitare nella scelta del dentifricio

In televisione siamo costantemente bersagliati da reclame che invitano a scegliere una specifica marca di dentifricio sottolineando, talvolta, che è quella “consigliata dai migliori dentisti”. Quando, invece, ci si reca dal dentista o dal proprio...
Cura del Corpo

Come sbiancare i denti con il bicarbonato

Il bicarbonato di sodio è l'elemento principale contenuto nei dentifrici adatti a sbiancare i denti. Esso è molto indicato per rimuovere macchie e imperfezioni varie dallo smalto dentale, e la sua facile reperibilità sul mercato, lo rende un ingrediente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.