Come pulire spazzole, pettini e accessori per i capelli

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

L'igiene degli oggetti che usiamo per la cura dei nostri capelli è un aspetto che spesso molti trascurano: questi infatti, restando a contatto quotidianamente con la nostra cute, tendono ad accumulare sulla superficie il sebo prodotto dalla pelle. La pulizia degli strumenti che usiamo per metterci in piega i capelli deve essere scrupolosa ed eseguita con una certa frequenza. Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare per riuscire a pulire correttamente le spazzole, i pettini e gli accessori per capelli.

25

Occorrente

  • Acqua e sapone neutro
  • alcool denaturato
35

Informazioni generali

Gli accessori che usiamo per pettinare e raccogliere i capelli vanno lavati spesso per evitare di accumulare sporco tra le setole o tra i denti. Mantenerli puliti è importante per evitare che si accumulino batteri su pettini e spazzole che potrebbero facilmente depositarsi sulla nostra cute e causare infezioni. Inoltre questi accessori si sporcano facilmente di unto dato che noi usiamo gel e lacche che venendo a contatto con il capello e con la cute ne arricchiscono la carica batterica.

45

Pulizia di pettini e spazzole

I pettini semplici in plastica possono essere lavati con acqua e sapone neutro, oppure con un cucchiaino di shampoo, si lasciano in una bacinella per un'ora, pulendoli accuratamente con uno spazzolino da denti pulito o con un apposito nettapettine e poi si procede al risciacquo abbondantemente sotto l'acqua corrente. Per detergere le spazzole dovremo innanzitutto rimuovere con cura tutti i capelli che restano annodati tra i denti, stacchiamoli delicatamente con le dita e aiutiamoci con una forbicina tagliando dove restano legati. Dopodiché procediamo al lavaggio con acqua tiepida e sapone neutro oppure con dello shampoo per sgrassare delicatamente la superficie.

Continua la lettura
55

Pulizia degli accessori per capelli

Gli accessori per raccogliere i capelli, forcine, elastici e fermagli, devono essere anch'essi lavati in base al tipo di materiale di cui sono composti. Quelli in plastica possono essere puliti con acqua e sapone mentre le forcine metalliche possono essere pulite con cotone e alcool denaturato. Facciamo attenzione agli oggetti che hanno applicazioni delicate, come i glitter, oppure inserti in stoffa: puliamoli con un panno molto delicatamente per evitare che si stacchino. A questo punto non ci resta che provare subito a pulire tutti i nostri pettini, spazzole ed accessori vari per capelli, utilizzando i consigli riportati nei passi precedenti. In questo modo eviteremo di mettere a i nostri capelli appena lavati a contatto con degli oggetti sporchi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Capelli

Come eliminare i pidocchi

Contrariamente alle credenze popolari, il contagio non avviene per scarsa igiene personale o degli ambienti, né per trasmissione a carico di animali a pelo lungo. Esso è dovuto al contatto diretto e allo scambio di sciarpe, indumenti vari, spazzole,...
Capelli

Come liberare una spazzola impigliata nei tuoi capelli

Almeno una volta nella vita è capitato a noi donne, di avere le spazzole per capelli piene appunto di capelli, e l'unico metodo che viene usato solitamente, per far più velocemente, è quello di strapparli via dalla spazzola, più precisamente con le...
Capelli

Come scegliere il pettine giusto per i capelli

Non è impossibile avere dei bei capelli, l'importante è curarli costantemente ed usare alcune precauzioni. Shampoo, lozioni e trattamenti vari, oltre che alla dieta sono essenziali, ma non dimentichiamo che i capelli non devono venire stressati con...
Capelli

5 motivi per usare le spazzole in legno

Molte donne amano prendersi cura della propria chioma, acquistando prodotti specifici, preparando impacchi ristrutturanti, utilizzando balsami ed adottando molte altre strategie. In poche tuttavia sanno, che per tutelare la salute dei propri capelli bisogna...
Capelli

5 consigli per prevenire le doppie punte

La chioma è uno degli elementi caratterizzanti di ogni persona, specie per le donne. Capelli folti e ben curati danno, senza dubbio un impressione migliore valorizzando notevolmente la persone. Ma i capelli sono spesso soggetti a stress: tinture, permanenti...
Capelli

Come prevenire i pidocchi in modo naturale

I pidocchi sono insetti molto piccoli, difficilmente visibili ad occhio nudo. Di colore grigio-bianco, infestano il cuoio capelluto. Lasciano sulla cute una sostanza liquida pruriginosa per una migliore adesione al capello. La riproduzione dei pidocchi...
Capelli

Come pulire le spazzole di legno

Accessori quali spazzole e pettini aiutano a tenere a bada capigliature più o meno indomabili. Essi sono responsabili della loro lucentezza ed integrità: è risaputo infatti quanto bene faccia, la sera, prima di andare a letto, spazzolare accuratamente...
Capelli

Come curare i capelli bruciati

I capelli bruciati, si riconoscono perché appaiono spenti e sfibrati, sono fragili e rigidi al tatto. Le cause di tale condizione, possono essere diverse: la decolorazione (magari per seguire la moda dello shatush o dei capelli argentei), l'uso eccessivo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.