Come pulire i cappelli di paglia

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Nell'ultimo periodo stanno tornando nuovamente di moda i cappelli di paglia, soprattutto in occasione dei periodi estivi. I motivi sono molteplici, vuoi perché sono molto leggeri e sobri, oppure perché sta tornando in voga come accessorio indispensabile per non passare inosservati, oppure ancora, infine, perché si rivelano adatti per qualsiasi tipo di occasione: dalle cerimonie alle semplici passeggiate, dal mare alla montagna. Essi sono sia femminili che maschili, in particolare quelli femminili hanno un nastro colorato intorno alla cupola. Se avete già alcuni cappelli di paglia riposti da un po' di tempo è ora di tirarli nuovamente fuori. Se sono un po' sporchi o impolverati non dovete buttarli ma è possibile rimetterli in sesto. Quindi seguite questa guida che vi suggerirà come potrete recuperarli, con pochi e semplici gesti. Vediamo come procedere per pulire i cappelli di paglia.

25

Occorrente

  • olio per bambini
  • pezzuola
35

Il materiale occorrente è di facilissima reperibilità in commercio ela spesa per effettuare l'operazione è praticamente irrisoria, ciò che è necessario per la pulizia dei nostri cappelli, infatti, non è altro che l'olio per bambini, per intenderci quello che tutte le mamme adoperano per non fare arrossare il culetto dei propri figlioli. Versate un po' di questo olio su un panno asciutto, evitate di utilizzare un panno di bambagia altrimenti lo sporcherete ulteriormente con i filamenti di cotone.

45

Il panno dovrà essere imbevuto, non in maniera esagerata, non deve sgocciolare insomma, ma abbastanza da renderlo completamente umido. Quindi cominciate a strofinare il cappello con delle passate molto delicate, per non deformarlo, ma al tempo stesso decise in maniera tale da asportare anche lo sporco più ostinato. Eseguite questa operazione in maniera omogenea su tutta la superficie del cappello, partendo dall'interno in modo che la parte a contatto con i vostri capelli sia più pulita e non venga contaminata da un panno che si è sporcato durante la pulizia, passando poi a strofinare sempre allo stesso modo la parte esterna del vostro cappello. Un altro consiglio è quello di effettuare le passate in senso circolare, procedendo con il panno da un centro e procedere poi verso l'esterno.

Continua la lettura
55

Non fate assolutamente l'errore di adoperare altro olio che non sia quello indicato per i bambini, oppure di utilizzare qualsiasi tipo di detergenti, altrimenti, oltre a lasciare un cattivo odore sul cappello, rischierete di sporcarlo ulteriormente senza poterlo più recuperare in alcun modo.
Questa tecnica può essere usata, oltre che per i cappelli di paglia, per qualsiasi altro tipo di oggetto da pulire e rimettere in sesto.
Se dopo qualche ora, quando l'olio si è asciugato, dovesse essere rimasta qualche macchia, sconsiglio ancora di agire con dei detergenti, ma di cercare di coprire le macchie con qualche fiocchetto o delle perline di abbellimento. In questo modo il cappello risulterà pulito e più bello di prima. Adesso non avete più nulla da temere del solleone estivo, potete finalmente sfoggiare il vostro vecchio cappello, come nuovo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Accessori

Come realizzare un cappello orientale

I cappelli orientali hanno origine nel Sud Est Asiatico e sono realizzati interamente con la paglia. La loro tesa larga è stata progettata per proteggere i lavoratori sul campo dal sole e dalla pioggia, anche se spesso venivano immersi in acqua e poi...
Moda

10 consigli per abbinare un cappello da spiaggia

Il cappello da spiaggia è un must have per tutte le donne che vogliono stare al passo con le tendenze. Caratterizzato dal materiale in paglia, è un accessorio versatile che può essere sfruttato in varie occasioni ed abbinato a diversi look. Leggi l'...
Accessori

5 cappelli per l'estate

Con l'estate è tempo di spolverare i capelli, e perché no comprarsene alcuni. Il capello oltre ad essere utile è anche un ottimo accessorio che permette di variare la propria figura. Ce ne sono diversi tipi che garantiscono un ottimo abbinamento con...
Accessori

Come pulire un cappello di foglie di palma

Quando si affrontano dei viaggi di vacanza è facile cadere nella tentazione dell'acquisto di un cappello di foglie di palma, tipico dei paese assolati del Sud America. La nascita di questo cappello è dovuta a persone piuttosto povere che erano costrette...
Accessori

Come scegliere il cappello per la spiaggia

Quando andiamo a mare dobbiamo sempre ricordarci di protreggerci dai raggi solari. Purtroppo una scorretta esposizione al sole può provocare problemi come ustioni, insolazioni e nel lungo termine anche cancro alla pelle. Quindi non dobbiamo mai scordare...
Accessori

Come realizzare un cappello di foglie di palma

D'estate è sempre bello e rilassante fare delle passeggiate in riva al mare, non dimenticate però di indossare un cappello in grado di ripararvi dal sole. Naturalmente, in commercio avete la possibilità di acquistare diversi e bellissimi tipi di cappelli,...
Moda

Come vestirsi in stile country

Dalla provenienza e dal sapore tipicamente statunitense, lo stile country ci porta alla mente musica "Country & Western", bar saloon col bancone in legno, bicchieri di bourbon prodotto localmente, revolver a 6 colpi e deserti. Tuttavia, la verità è...
Moda

Come vestirsi stile urban safari

Gli stili vanno e vengono, solo alcuni restano sempre in auge come l'urban safari. Stile qualche volta sottovalutato. Se avete voglia di stravolgere un po' il vostro look armatevi di una buona dose di fantasia e creatività e continuate a leggere. Con...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.