Come pulire e lucidare un rubino

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

I rubini limpidi che superano i 10 carati vengono considerati eccezionali. Come tutti i metalli e le pietre preziose, anche i rubini si opacizzano col trascorrere del tempo. La causa del problema viene attribuito alla polvere o al grasso da sudorazione. Quindi necessitano di una periodica pulizia. Questa servirà a finalizzare e restituire l'originaria brillantezza. Vediamo quindi come è possibile pulire e lucidare un rubino.

26

Occorrente

  • Pentolino pieno di acqua
  • Spazzolino da denti
  • Detersivo per i piatti
  • Pelle di daino o panno in cotone morbido
36

Le varie tonalità

Il Rubino è una gemma molto rara e di grande bellezza. Questa pietra viene caratterizzata da un colore che può assumere varie tonalità che vanno dal rosso vivace. Definito anche "sangue di piccione", al rosato. Le sue dimensioni non vengono considerate elevatissime. Ma vengono collegate alla trasparenza. Il trattamento descritto successivamente è un metodo semplice, economico e casalingo, che servirà a ridare lucentezza e brillantezza al rubino. In alternativa, esistono prodotti e attrezzature specifiche, di cui si ottiene lo stesso risultato. Queste sono le macchine per il lavaggio ad ultrasuoni. Usandole, infatti, sir riesce a pulire il rubino e le parti metalliche. Nel caso in cui si posseggano gioielli di particolare valore è sempre preferibile recarsi dal proprio gioielliere. Chiedendo così, consigli specifici o un intervento diretto di personale esperto. Evitando di compiere errori e rovinare irrimediabilmente preziose e rare gemme. Ecco come pulire e lucidare un rubino.

46

La particolarità

La particolarità migliore del rubino viene attribuita alla sua resistenza. Infatti, fa parte della categoria delle pietre dure. Per la sua pulizia, è necessario procurasi semplicemente un pentolino, del detersivo per i piatti, uno spazzolino da denti e una pelle di daino (in alternativa può andare bene anche un panno di cotone morbido). L'unica accortezza prima di cominciare, consiste nel controllare che sulla superficie del rubino non siano presenti fratture di alcun tipo.

Continua la lettura
56

L'integrità della pietra

Accertata l'integrità della pietra, occorre preparare l'occorrente. A questo punto potete mettere l'acqua e le gemme da pulire all'interno del pentolino. Aggiungere una goccia di detersivo e portare lentamente ad ebollizione. Fate bollire per circa 3 o 4 minuti e spegnete il fuoco. Attendete fino a quando l'acqua non sarà diventata tiepida e poi spazzolate delicatamente le superfici del rubino con un comune spazzolino da denti. Terminata tale operazione si dovrà asciugare accuratamente il rubino attraverso la pelle in daino o il panno in cotone. In alcuni casi si può utilizzare anche il fon per capelli, ma a una temperatura molto bassa.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E' importante quando si fa la pulizia del rubino a non staccarlo dalle parti in metallo che lo trattengono.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Make Up

Come scegliere il rossetto per San Valentino

San Valentino è il giorno per eccellenza degli innamorati. Neanche a dirlo, il colore predominante di questa festa è il rosso con tutte le sue sfumature. Scegliere il rossetto giusto per San Valentino non è difficilissimo quindi, basta pensare alla...
Cura del Corpo

I più bei tatuaggi femminili

Vedremo in questo articolo un argomento molto interessante per molte ragazze e donne: i più bei tatuaggi femminili. Ciascun tatuaggio sicuramente ha un valore particolare sentimentale ed anche uno speciale significato, per chi lo indossa. Si dovrebbe...
Moda

Come abbinare una gonna di velluto

Il velluto è un tipo di tessuto ricco e lussuoso, ampiamente utilizzato per gli abiti d'epoca e che non è mai passato di moda. È però necessario sapere come fare ad abbinare una stoffa così particolare. Qui vedremo come accostare una gonna in velluto,...
Moda

Come abbinare le open toe

Le scarpe open toe rappresentano un tipo di calzatura particolare e molto elegante che richiede un abbinamento particolare per quanto riguarda l'abbigliamento a cui vengono accompagnate; il significato letterale è "alluce all'aperto" ed è il loro inconfondibile...
Moda

Come abbinare un abito a righe

Gli abiti a righe, oltre a fare una certa tendenza, sono molto indicati. Questo è dovuto al fatto che si possono facilmente abbinare con qualsiasi tipo di accessorio a tinta unica e di diversa tonalità, purché presentino gli stessi richiami. In questa...
Cura del Corpo

5 usi alternativi del karkadè

Il Karkadè nasce dalla corona del fiore "Hibiscus Sabdariffa" ed è noto per le sue proprietà dissetanti e rinfrescanti. Viene coltivato in paesi molto caldi come il Senegal e l'Egitto ed a seconda del periodo di maturazione in cui viene raccolto, se...
Moda

Come abbinare il papillon

Se non siete abituati a vestirvi eleganti, o a indossare abiti da cerimonia, sicuramente non avrete mai indossato un papillon, non sapete come abbinarlo ad un vestito, né come si annoda o si sistema. Il papillon è una piccola coccarda a forma di fiocco...
Make Up

Nail art: unghie arabesche

La nail art, ossia l'arte di decorare le unghie, è una vera e propria moda. Questa nuova e originale tendenza si è diffusa negli ultimi anni: si tratta di un divertente passatempo, che spesso può rivelarsi anche una vera e propria arte. Le fantasie...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.