Come produrre uno shampoo naturale

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

La cura del proprio corpo è sempre qualcosa di veramente importante, anche se non tutti quanti conoscono realmente che cosa è benefico per la propria salute. In natura esistono differenti erbe e piante portentose, di cui è fondamentale impararle ad utilizzare e a conoscere. In questa semplice ed esauriente guida vi spiegheremo due ricette veramente facili per produrre artigianalmente e nella propria abitazione due utilissimi tipi di shampoo naturale. Oltre all'ovvio risparmio, tra l'altro, sono garantiti dei capelli lucenti e profumati, senza avvalersi dell'utilizzo di sostanze nocive e chimiche che aggrediscono il cuoio capelluto. La chioma, grazie a prodotti del genere, resterà sempre curata e bella molto a lungo. Inoltre, dobbiamo mettere in evidenza un altro aspetto molto importante. Questi prodotti fai da te presentano una formulazione assolutamente delicata che li rende particolarmente adatta anche ai bambini. Vediamo, pertanto, come è possibile produrre uno shampoo completamente naturale.

25

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • 4 cucchiai d'argilla
  • acqua
  • 2 gocce di olio essenziale di limone
  • olio essenziale di rosmarino o di menta
  • un cucchiaio colmo di farina di ceci
  • due/tre cucchiai d'aceto
  • un flacone vuoto da shampoo
35

La prima ricetta che vi proponiamo riguarda la realizzazione di uno shampoo all'argilla, particolarmente adatto per i capelli grassi. È necessario che lo shampoo venga preparato immediatamente prima di lavarsi i capelli, anche se il procedimento è talmente semplice e rapido che questo fattore non ne limiterà l'utilizzo. Per prima cosa, occorre versare 4 cucchiai d'argilla, mezzo bicchiere di acqua tiepida e due gocce di olio essenziale di limone in una terrina. Successivamente si deve andare a miscelare accuratamente il composto, fino a quando tutti quanti gli ingredienti risulteranno essere molto ben miscelati. Lo shampoo, in questo modo, è pronto per essere utilizzato. Non si deve avere fretta durante il proprio trattamento di bellezza. Possiamo affermare, infatti, che più tempo si mantiene il composto all'argilla sui propri capelli, maggiormente questa agirà beneficamente sulla chioma e sul cuoio capelluto.

45

In alternativa, vi indichiamo una ricetta per preparare un'ottimo shampoo alla farina di ceci, particolarmente adatto come agente ristrutturante per i capelli rovinati e per le doppie punte. Utilizzando un piccolo imbuto, è necessario versare la farina di ceci in un flacone vuoto da shampoo, per poi aggiungere circa 200 ml di acqua tiepida, e per finire l'aceto. Successivamente, occorre agitare per bene il flacone, in modo tale da poter amalgamare il tutto. Sarà, quindi, possibile procedere con il lavaggio. Si devono versare delle piccole quantità di shampoo su tutta quanta la testa, effettuando dei massaggi accurati su ciascuna parte del cuoio capelluto e su tutta la lunghezza. Lasciare agire, a questo punto, le componenti naturali per qualche minuto, e per concludere risciacquare accuratamente.

55

Per effettuare il risciacquo, è consigliabile utilizzare inizialmente soltanto dell'acqua tiepida. È buona regola ricordarsi che l'acqua eccessivamente calda rischia di creare dei problemi al cuoio capelluto, riducendo i benefici derivanti dall'utilizzo di questi prodotti naturali. Nel caso in cui lo si desidera, nell'acqua dell'ultimo risciacquo è possibile aggiungere due gocce di olio essenziale di rosmarino o, soprattutto in estate, di menta. Questi prodotti, infatti, hanno un effetto rinfrescante ma anche gradevole e profumato sulla chioma.

Potrebbe interessarti anche

Il presente contributo è stato redatto dall'autore ivi menzionato a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e può essere modificato dallo stesso in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore dello stesso, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tale contributo e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala l'immagine o le immagini che ritieni inappropriate
Devi selezionare almeno un'immagine
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti