Come Preparare L'Oleolito Di Arnica

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

L'arnica montana o semplicemente arnica, è una pianta medicinale succulenta perenne con fusto eretto, e dai fiori completamente gialli. Totalmente ignorata nell'antichità poiché cresce solo in alta montagna, si è iniziato a trattarla sfruttandone i benefici solo intorno all'anno 1000 d. C. Le sue proprietà si estraggono dalla macerazione dei petali dei suoi fiori, detti anche capollini, ottenendo un'oleolito o olio utilizzato in fitoterapia e particolarmente indicato per la risoluzione di dolori, traumi muscolari ed ecchimosi, date le sue potenti proprietà antiinfiammatorie ed analgesiche. In varie percentuali di concentrazione esso è un unguento molto diffuso in farmacie ed erboristeria sotto forma di pomate o gel. Seguiteci se votete preparare da soli un olio di arnica del tutto naturale.

25

Occorrente

  • Capolini di arnica
  • Olio d'oliva
  • Olio di mandorle dolci
35

Procuratevi una buona quantità di fiori di arnica, raccolti nel periodo più caldo dell'estate, quando il sole fornisce il massimo del suo calore e il loro colore giallo-arancione è più acceso. Fateli essicare per qualche giorno e poi metteteli dentro barattolo, riempendolo fino a 3/4. Procedete aggiungendo gli oli fino a coprire completamente i fiori essicati, versando olio di mandorle dolci fino alla metà del loro livello e l'altra metà completatela con olio di oliva.
Se non avete la fortuna di raccogliere personalmente i fiori, li potete acquistare comodamente in erboristeria. Non è affatto raro trovarli.

45

Ricoprite il barattolo interamente con della carta di alluminio e metteteo a riposare in un luogo fresco e buio per circa un mese. Trascorso il tempo necessario, prelevate il barattolo e procedete al primo filtraggio. Prendete un altro barattolo e, coperta l'imboccatura con un colino, iniziate a versarci dentro l'oleolito in modo da eliminare i capolini. Mentre effettuate questa operazione, con un cucchiaio spremete quanto più possibile i capolini al fine di estrarre la massima concentrazione di principi attivi. Lasciate riposare il barattolo per una notte in credenza, assicurandovi di chiuderlo ermeticamente.

Continua la lettura
55

Per ottenere un olio ancora più puro, bisognerà procedere ad un secondo filtraggio. Prendete una garza di cotone e mettetela su un nuovo barattolo, versateci dentro il composto. Le fibre della garza cattureranno gli ultimi residui e avrete un olio trasparente e benefico. Potrete massaggiarlo sulle zone infiammate o doloranti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Capelli

le migliori maschere naturali per la ricostruzione dei capelli

I capelli sfibrati e rovinati sono un male comune, soprattutto durante i cambi di stagione. Le cause del danneggiamento possono essere tante, dal calore del phon e della piastra per capelli, al freddo intenso del periodo invernale, senza dimenticare il...
Prodotti di Bellezza

come preparare lozioni e un oleolito di edera

L'edera è un arbusto rampicante che ha foglie di un bel verde scuro, a volte screziate di bianco. Non è inusuale vederla abbarbicarsi lungo i muri delle case, o su per i tronchi degli alberi, in quanto si tratta di una pianta infestante e parassita....
Prodotti di Bellezza

Come preparare un oleolito al limone

Gli oleoliti si ottengono dalla macerazione di piante fresche o secche in olio d'oliva e di girasole. In genere, si utilizzano le foglie, le radici, i fiori, i semi, i frutti oppure parti di arbusti. Puoi acquistarli a prezzi modici in tutte le erboristerie...
Prodotti di Bellezza

Come Preparare L'Oleolito Di Iperico

In questo articolo vogliamo aiutarvi a capire in che modo poter preparare l'oleolito di iperico, con le proprie mani e comodamente in casa, spendendo davvero poco. In genere può accadere che quando si prende il sole d'estate, la pelle possa perdere la...
Prodotti di Bellezza

Come Fare Un Oleolito All'Edera Per Combattere La Cellulite

Combattere gli inestetismi della cellulite è uno degli obiettivi di molte donne che presentano questo problema. In commercio esistono tanti prodotti specifici che promettono di aiutare ad eliminare i fastidiosi cuscinetti tipici della ritenzione idrica....
Prodotti di Bellezza

Come fare l'oleolito al peperoncino

Il peperoncino, come ben affermano tutti i nutrizionisti ha innumerevoli proprietà benefiche. Favorisce, infatti, la digestione, è ricco di vitamina C, E, di beta-carotene, un potente antiossidante e tra l'altro stimola la circolazione del sangue. Quindi...
Prodotti di Bellezza

Come preparare un infuso doposole all'iperico e l'oleolito alla lavanda

Nel mondo ci sono una varietà infinita di piante molte delle quali adatte per il nostro fabbisogno cutaneo. Molto indicate, queste piante possono essere un vero e proprio toccasana per chi vuole nutrire la propria pelle in maniera completa. In questo...
Prodotti di Bellezza

Come curare le scottature solari con l'iperico

In questo articolo vogliamo parlare di un argomento alquanto attuale, visto il periodo dell’anno che stiamo vivendo. Nello specifico vogliamo parlare ed approfondire, il mondo delle scottature solari. Si sa che questo periodo e cioè l’estate, è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.