Come ottenere l'essenza di lavanda

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

In commercio esistono svariati profumi ed essenze. Ognuna di esse ha le sue caratteristiche e proprietà. Oltre ai profumi presenti in commercio è possibile crearne alcuni in casa. Infatti alcune piante e fiori se trattate nel modo giusto ci danno oli essenze e profumi di ottimo livello. In questa guida prenderemo in analisi la lavanda. Vedremo come ottenere l'essenza di lavanda. La lavanda oltre ad un odore di fresco e pulito possiede svariate proprietà. Utilizzata molto spesso per dare un buon profumo a sciampo per capelli, creme per il corpo, deodoranti e detersivi vari. Il suo potere rinfrescante e rigenerante esalta la sua essenza. Il suo profumo è davvero inconfondibile e sensazionale.

26

Prodotti

Munitevi innanzitutto di un vasetto preferibilmente di vetro. Acquistate alcuni dischi di cotone di piccole dimensioni, comunemente usati per rimuovere il make-up. Prendete dell'olio vegetale inodore (in alternativa potete usare l'olio di mandarle puro). Inoltre servirà del sale grosso. Questo deve essere totalmente imbevuto di olio e permetterà di mantenere a lungo la conservazione dell'essenza. Infine usate dei fiori freschi di lavanda. Scegliete i fiori di lavanda con attenzione perché la loro freschezza è fondamentale al fine di ottenere un risultato ottimale.

36

Preparazione

Disponete i cerchietti di cotone su un contenitore di vetro e procedete a inzupparli lentamente di olio e di sale. Poi riponete immediatamente una sostanziosa quantità di fiori di lavanda su questi. Dovete alternare questo procedimento fino a quando il vasetto non si presenta totalmente pieno. Chiudete perbene il tutto. Alla vista il contenitore dovrà apparire colmo e inzuppato di liquido. Se così non fosse aggiungete una quantità maggiore di olio puro.

46

Guarda il video

Continua la lettura
56

Tempi

Esponete il composto alla lavanda con i dischetti dentro la ciotolina di vetro al sole per almeno 3 settimane. Ultimate poi la procedura filtrando con cura. In alternativa potete avvalervi dell'ausilio di un fornetto che a bassissime temperature sarà in grado di donare alla lavanda il profumo desiderato. Vi ho indicato la modalità più semplice e veloce per ottenere una graditissima essenza di lavanda. Questa oltre a fungere come un potente antitarme, profumerà piacevolmente la vostra biancheria. Buona consuetudine è usare i fiori in piccoli sacchetti di tela per custodirli nei cassetti. Infine, vi ricordo che potete ricorrere alla procedura suddetta anche per realizzare l'essenza di gelsomino, di violette o di petali di rose.
Realizzare per conto proprio un profumo alla lavanda non è poi così difficile. Basterà quindi seguire le istruzioni di questa guida per riuscire a creare un profumo con un'essenza di vostro gradimento e particolarmente profumata. Non mi resta quindi che augurare buon lavoro.
Alla prossima.

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Prodotti di Bellezza

Come Preparare Essenze E Profumi

Le essenze di erbe oppure di fiori profumati, si preparano e si imbottigliano semplicemente e con poca spesa, avvalendosi dell'utilizzo dell'aceto bianco come ...
Prodotti di Bellezza

Come preparare un infuso doposole all'iperico e l'oleolito alla lavanda

Nel mondo ci sono una varietà infinita di piante molte delle quali adatte per il nostro fabbisogno cutaneo. Molto indicate, queste piante possono essere un ...
Prodotti di Bellezza

Come creare una crema corpo alla lavanda

Abbastanza spesso i fiori del giardino servono per realizzare alcuni prodotti cosmetici naturali. Uno di questi molto adoperato è la lavanda, grazie al suo profumo ...
Prodotti di Bellezza

Come preparare il profumo al bergamotto

La composizione dei profumi disponibili in commercio è basata prettamente sull'impiego di alcol nel quale sono state disciolte delle essenze. L'industria dei profumi ...
Prodotti di Bellezza

Come Preparare Un Gommage Labbra Alla Lavanda E Zucchero Di Canna

Quanto tempo dedicate alla cura della pelle del viso? E quanti prodotti avete nel vostro bagno dedicati a questo scopo? Normalmente si spendono molto tempo ...
Capelli

Come fare un impacco per capelli lucidante al burro di karitè

È dalla culla dell'umanità, ovvero l'Africa, che arriva un frutto dalle molteplici proprietà. Una piccola noce che racchiude il segreto del nutriente burro ...
Prodotti di Bellezza

Come creare un profumo ai frutti tropicali

Come creare un profumo? L'origine dei profumi affonda le proprie radici ai tempi più remoti. Molte civiltà e popolazioni adoperavano profumi, essenze e fragranze ...
Prodotti di Bellezza

Come preparare il profumo alla violetta

Conosciuta fin dall'antichità ed apprezzata da poeti e pittori, la violetta (viola odorata) è un fiorellino grazioso che cresce spontaneo in primavera. Oltre ad ...
Prodotti di Bellezza

Come preparare un tonico all'ossido di zinco e lavanda

La cura della nostra pelle è sicuramente un qualcosa di molto importante, se vogliamo avere sempre una pelle lucida, ben nutrita e splendente. In molti ...
Prodotti di Bellezza

Come fare i sali da bagno alla lavanda

Quando si torna a casa dopo una lunga e stressante giornata, non c'è niente di meglio che rilassarsi facendo un bel bagno caldo. Per ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.