Come Originare Dei Cristalli Di Allume

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

L'allume è un sale misto di alluminio e potassio. Si presenta solitamente inodore e incolore. È un prodotto versatile, usato sin dall'antichità. Può essere usato come emostatico, ad esempio per i tagli da rasatura, o ancora come fissante per i colori e in passato veniva utilizzato dai miniatori medioevali per la stesura delle pergamente. Oltremodo è impiegato come deodorante o ancora come rimedio per il cattivo odore per i piedi. Scopriamo come originare dei cristalli di allume, realizzando un piccolo esperimento fai da te di semplice fattura. Basterà quindi procurare gli elementi necessari ed eseguire una piccola prova pratica di chimica in modo da ottenere tanti bei cristalli di allume.

25

Occorrente

  • Allume di potassio o solfato di rame
  • recipiente trasparente
  • acqua
  • rami di scopa
  • fili di cotone
  • forbici
  • filo
  • cristallino di allume
35

Per ottenere dei cristalli di allume è necessario procurare in qualunque farmacia un po' di allume di potassio o allume di rocca. Se preferite, allora in alternativa procuratevi dei pezzi di solfato di rame, comunemente noto come vetriolo azzurro: sostanza molto utile in campagna in quanto risulta efficace per combattere alcune malattie delle piante. Dopodiché, tale sostanza dovrà essere disciolta dentro un recipiente con acqua bollente finché essa non raggiunge la saturazione.

45

A questo punto, proseguite aggiungendo alla soluzione cosi ottenuta dei piccoli rametti di scopa e sottili fili di cotone, quindi lasciate riposare il recipiente con tali sostanze per alcuni giorni. Nel frattempo, potrete notare che sui fili di cotone, sospesi al di sopra della soluzione liquidi, si creeranno dei piccoli cristalli di allume, i quali, col passare dei giorni, diventeranno sempre più grandi. Sul fondo del recipiente si andranno a depositare tracce di cristalli di diverse dimensioni, ma più piccole dei cristalli aggrappati ai fili di cotone.

Continua la lettura
55

Se introdurrete all'interno della soluzione un cristallino di allume legato saldamente ad un pezzo di filo, allora si formerà un cristallo di dimensioni considerevoli, molto più grande che col filo di cotone. L'accrescimento dei minerali avviene per aggiunta di sostanze o materiali uguali a quelli definiti in precedenza. Infine, potrete utilizzare il minerale ottenuto dal processo seguito, oltre che per i metodi descritti in precedenza, anche come valido antisettico, semplicemente massaggiandolo sul corpo. E un rimedio molto utile, sicuramente, per curare le fastidiose infezioni da micosi, per lenire e curare anche le screpolature o le irritazioni delle epidermide.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura del Corpo

Come difendersi dall'eccessiva sudorazione

Quando la nostra temperatura corporea va al di sopra dei 34°, di solito l'organismo si difende e si depura con la sudorazione. Si suda sia in estate che d'inverno. Ma nella stagione calda sopportiamo meno questo processo. La causa è l'umidità e non...
Prodotti di Bellezza

Come realizzare un deodorante per i piedi

Avere dei piedi ben curati è il sogno di molte persone soprattutto quando si è vicini alla bella stagione e si ha voglia e necessità di metterli in mostra con un bel paio di scarpe. Purtroppo il piede è quella parte del corpo che alcuni trascurano...
Cura del Corpo

Come deodorare le ascelle

Il sudore è una funzione fisica necessaria e fondamentale per il benessere dell'organismo. Serve per abbassare la temperatura corporea e per espellere le sostanze nocive o di scarto. Poiché la cute tende, soprattutto dove è meno areata e presenta delle...
Cura del Corpo

Sudorazione dei piedi e cattivo odore: come risolvere il problema

Il cattivo odore dei piedi è dovuto all'esalazione di ammine ed agli acidi grassi che vanno a corta catena. Tutto questo può essere causato anche dallo stress, ansia, tensione e perciò si verifica l'eccessiva sudorazione dei piedi. Possono incidere...
Capelli

Come applicare correttamente i cristalli liquidi sui capelli

I cristalli liquidi sono un prodotto specifico per capelli creato per permettere di fissare a lungo la piega, e per rendere la chioma più lucente. Un'altra qualità dei cristalli è quella di riuscire a "sigillare" le doppiepunte, attenuando l'aspetto...
Accessori

Come Realizzare Un Anello Con Filo Zincato E Cristalli Swarovski

Creare gioielli è un'attività divertente e originale, che piace soprattutto alle donne e alle ragazze. Tuttavia, può accadere che non sempre si sappia da dove iniziare. Risponde a tale incertezza, questa pratica guida, all'interno della quale vedremo...
Accessori

Come realizzare degli orecchini a cerchio con cristalli Swarovski

Perché spendere soldi per comprare sempre gioielli tutti uguali e creati in serie? Non sarebbe più bello ed elegante crearsi degli orecchini secondo i nostri gusti, in modo semplice e veloce? Anche se credete di non essere assolutamente in grado, vi...
Accessori

Come realizzare delle croci di gemme

I gioielli sono il punto debole di qualsiasi donna: bracciali, collane orecchini, anelli non ne hanno mai abbastanza. Comprare un nuovo gioiello o riceverlo in regalo rende una donna molto felice. Chi è appassionato di bigiotteria può realizzare con...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.