Come lavare e mantenere i dreadlocks

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Dreadlocks, una moda che conquista. Sono sempre di più le persone che amano arricchire il proprio look con questa pettinatura così originale. Essa si contraddistingue per la presenza di tanti nodi sui capelli, che si formano man mano in modo naturale se, per lungo tempo, non ci si pettina o non ci si taglia la chioma. Tuttavia, per ovvie ragioni igieniche, è sconsigliabile stare per molto tempo senza mai lavare i capelli. Con gli opportuni accorgimenti, anche chi ha i dreadlocks, può oggi detergersi la chioma in modo da mantenere inalterato il fascino di questa particolare acconciatura. Ecco come fare.

26

Occorrente

  • 200 ml di bicarbonato, 2 tappi di aceto di mele, 2 litri di acqua.
36

Per lavare e mantenere i dreadlocks è ovviamente possibile usare il normale shampoo. Tuttavia, per un mantenimento ancora più efficace, vi consigliamo di abbandonare questo accorgimento così tradizionale per sperimentare, invece, i grandi benefici offerti da un lavaggio con bicarbonato e aceto di mele. Si tratterà, in estrema sintesi, di lavare i dreadlocks con il bicarbonato e risciacquarli con l'aceto. Ecco come procedere.

46

Per prima cosa occorrerà mescolare 200 ml di bicarbonato con circa 1 litro di acqua. Dopo aver ottenuto grazie all'abbondante mescolatura un composto abbastanza liquido e dal caratteristico colore trasparente, versatelo sui capelli e attendete che agisca per circa 10-15 minuti. In questa fase vi raccomandiamo di non strofinare i capelli ma solamente di versare il composto sull'intero cuoio capelluto. Trascorso il tempo indicato, risciacquate una prima volta i capelli normalmente.

Continua la lettura
56

Ora, a capello sciacquato, mescolate 2 tappi di aceto di mele all'interno di una bacinella con circa 1 litro d'acqua. Effettuate quindi un secondo risciacquo del cuoio capelluto con questo composto liquido. In questo caso la raccomandazione è di effettuare dopo circa 1 minuto un immediato risciacquo con acqua tiepida, per non causare un effetto eccessivo del prodotto. L'aceto di mele sarà un ottimo alleato per i vostri dreadlocks, in quanto impedirà alla vostra acconciatura di seccarsi. In questo modo l'effetto dei dreadlocks si manterrà inalterato nel tempo, per una capigliatura sempre impeccabile e al passo con la moda. Infine, un'ultima raccomandazione: per mantenere i dreadlocks in perfetta forma dopo il lavaggio, ricordatevi di non indossare subito un cappello: questo potrebbe infatti impedire al capello ancora bagnato di respirare nella giusta maniera, con il conseguente rischio di formazione di dannose muffe.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Lavate i vostri dreadlocks con acqua e bicarbonato e risciacquate con aceto di mele.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Capelli

Come tingere i dreadlocks

I dreadlocks, o semplicemente dread, affascinano sempre. Vanno di moda tra i giovani artisti, ma non solo. Si lavano regolarmente e si prestano anche alle tinture più disparate. Non è fantascienza e nulla di trascendentale. Ecco pertanto il modo più...
Capelli

Come realizzare dreadlocks originali

I dreadlocks o rasta, sono un'acconciatura di capelli davvero originale. I dreadlocks, possono variare il loro spessore e possono essere fatti solo su alcune tipologie di capelli. Per scoprire come poter realizzare da soli dei dreadlocks originali, leggete...
Capelli

Dreadlocks: consigli per farli durare

Se per il vostro look avete optato per i dreadlocks, il pensiero principale va alla loro durata; infatti, si tratta di una capigliatura che per sortire sempre l'effetto sperato, deve essere seguita accuratamente di giorno cosi come di notte. Nello specifico...
Capelli

Come predersi cura dei dreadlocks

I dreadlocks o dreads (Jata in Hindi, o erroneamente chiamati rasta) sono formati aggrovigliando i capelli su se stessi, e si possono ottenere in diversi modi, uno dei quali sta nel non pettinarsi per lungo tempo: in questo modo si formeranno dei locks...
Capelli

10 consigli per curare i dreadlocks

I dreadlocks o semplicemente dreads, rasta oppure treccine afro, sono il simbolo della ribellione e della diversità, più che dell'omologazione. Rappresentano uno stile di vita, una scelta culturale, una filosofia e non solo una moda peraltro costosa....
Capelli

Come fare i dreadlocks

Molte volte ci è capitato di vedere per strada ragazzi con una la testa piena di treccine simili a quella del mitico Bob Marley. Questa è una particolarità propria della cultura rasfariana. Il Rastafarianesimo nasce in Etiopia e predica l'amore come...
Capelli

Come Curare I Dreadlocks

I dreadlocks, chiamati anche "dread", sono dei capelli simili alla treccine che si ottengono attorcigliando in modo particolare i capelli fra loro. Famosi sono quelli portati dal celebre Bob Marley e da tanti altri rappresentanti del "rasta". La creazione...
Capelli

Come realizzare i dreadlocks utilizzando un panno di lana

In questa guida, che stiamo per stilare, vogliamo parlare dei famosi e diffusi, capelli rasta. Nello specifico vogliamo discutere un po’ sul come poter realizzare, con le proprie mani ed in maniera veramente semplice, i così detti dreadlocks, utilizzando...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.