Come fare una saponetta alla pesca

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La natura viene continuamente a favore per la cura dell'essere umano e, quindi, vi consiglio vivamente di sfruttare le proprietà benefiche contenute all'interno del frutto fresco chiamato pesca (ovvero il potassio, il sodio, il fosforo, il ferro e le vitamine) per realizzarne una saponetta davvero fragrante.
Nella presente interessante e singolare guida che vado ad esplicare bene nei passaggi successivi, quindi, vi illustro come bisogna fare correttamente una meravigliosa saponetta alla pesca: la ricetta che troverete proseguendo nella lettura costituisce il risultato di vari esperimenti saponari, i quali vi saranno d'aiuto nell'insegnarvi il giusto procedimento da seguire.

27

Occorrente

  • "2 kg" di pesche
  • "150 cl" di acqua
  • "700 gr" di zucchero semolato
  • 1 limone
  • "310 gr" di olio di cocco
  • "510 gr" di olio extravergine d'oliva
  • "100 gr" di olio di ricino
  • "135 gr" di soda caustica
37

Cominciate il lavoro adottando la ricetta base con l'aggiunta del succo di frutta alla pesca (ottenuto dalla macerazione di "2 kg" di pesche private della buccia e ritagliate a cubetti) all'interno di un composto formato da "150 cl" di acqua e "700 gr" di zucchero semolato.
Portate ad ebollizione, aggiungete il succo di un limone, proseguite con la cottura finché tutta la frutta non risulti "molla" (10 minuti), sbattete le pesche con un frullatore o sbattitore (preferibilmente elettrico), lasciate raffreddare completamente il tutto e intanto occupatevi della realizzazione della saponetta.

47

Prendete una pentola capiente, uniteci "310 gr" di olio di cocco, aggiungeteci "510 gr" di olio extravergine d'oliva, versateci "100 gr" di olio di ricino e sciogliete il tutto a fiamma bassa.
Proteggendovi molto bene gli occhi e le mani, dovrete lavorare "135 gr" di soda caustica con "300 gr" del succo a base di pesche ottenuto in precedenza, affinché il liquido si possa riscaldare.
Aspettate che i liquidi abbiano raggiunto entrambi una temperatura di 45°C, versate la soda caustica negli oli essenziali adoperati (mai il contrario) e procedete con il mescolamento degli ingredienti.

Continua la lettura
57

Addizionate e amalgamate il tutto con un frullatore elettrico ad immersione, lavorate il composto fino a quando non si crea una pasta solida come il purea, aggiungeteci circa "10 cl" degli oli essenziali (per evidenziarne la fragranza) e mescolate bene l'olio essenziale alla pesca con il resto (usando un cucchiaio di legno).
Versate il sapone ottenuto dentro un contenitore di silicone (in modo da estrarlo in seguito più facilmente), coprite lo stampo con un asciugamano o telo di pile, lasciate raffreddare per 24 ore, liberate la saponetta dall'utensile e lasciatela riposare per 30 giorni, affinché la soda caustica evapori completamente.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Disinfettate e lavate separatamente le pentole e gli strumenti entrati in contatto con la soda caustica.
  • Proteggete sempre le vostre mani e i vostri occhi, mentre utilizzate le pentole e gli strumenti a contatto con la soda caustica.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Prodotti di Bellezza

Come realizzare saponette con fiori e cordoncino

Le saponette profumate riescono sempre a metterci di buon umore. Perfette per lavare le mani e il viso, queste saponette sono eccezionali in realtà anche per decorare il mobiletto del bagno e creare così un ambiente chic e ricercato. Utilizzando dei...
Prodotti di Bellezza

Come realizzare una saponetta semplice con scaglie di sapone vegetale

A volte realizzare in casa in maniera semplice un regalo per una persona a cui teniamo è il modo migliore per ottenere buoni risultati, mettendoci alla prova ed avendo soddisfazione! E sicuramente la nostra idea sarà originale e il nostro pensiero unico!...
Prodotti di Bellezza

Come fare una saponetta all'olio d'oliva e burro di chiuri

Molto spesso non sappiamo come impiegare al meglio il nostro tempo libero. Potremmo a tal proposito impegnarci in qualcosa di produttivo, magari realizzandolo con le proprie mani, soprattutto qualcosa per queste ultime. Il sapone a volte può essere fin...
Prodotti di Bellezza

Come preparare la saponetta ai chiodi di garofano

Non c'è cosa migliore durante la giornata che godersi una bella doccia in santa pace, o un bel bagno profumato dopo una lunga ed estenuante giornata di lavoro. Per goderci meglio questo piccolo momento di relax, siamo soliti utilizzare diversi tipi di...
Prodotti di Bellezza

Come fare una saponetta al miele

L'arte del fai da te costituisce senza dubbio un passatempo molto divertente e rilassante. Creare degli oggetti con le proprie mani inoltre, non solo è molto appagante ma permette anche di risparmiare sensibilmente del denaro. Un oggetto utile e semplice...
Prodotti di Bellezza

Come fare una saponetta rilassante alla camomilla

La produzione di un sapone in genere può essere realizzata tramite quattro processi: scomposizione, elaborazione a caldo, elaborazione a freddo, oppure la fusione. La fusione del sapone è il metodo più semplice ed il più utilizzato dagli artigiani...
Prodotti di Bellezza

Come fare una saponetta con il miele

Il miele è un prodotto davvero sensazione. Risulta essere particolarmente utile ed efficace per curare il mal di gola e la tosse. Questo prodotto dolcissimo, inoltre, è perfetto anche per prendersi cura della propria pelle. Proprio per questo motivo,...
Prodotti di Bellezza

Come fare una saponetta alla lattuga

La lattuga è un ortaggio ricco di acqua e sali minerali con proprietà benefiche per il nostro organismo in quanto emollienti e lenitive. A tale proposito, nella guida che segue, proporremo una modalità assai originale di proporre un prodotto a base...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.