Come fare un balsamo per capelli con il tuorlo d'uovo

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Spesso per la cura dei propri capelli si comprano prodotti specifici ed in alcuni casi si spendono cifre molto elevate. In alternativa si possono realizzare con il metodo fai da te dei prodotti del tutto naturali spendendo poco. Per fare ciò basta consultare una delle tantissime guide che sono presenti online. Esse spiegano in maniera abbastanza esauriente come preparare il prodotto di cui si ha bisogno. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli e delle corrette indicazioni su come è possibile fare un ottimo balsamo per capelli con il tuorlo d'uovo.

25

Occorrente

  • Tuorlo d'uovo 3
  • Paraffina solida 200 ml.
  • Olio di oliva 1 cucchiaio
  • Gelatina 150 ml.
  • Shampoo neutro
35

Prima fase di lavorazione

La prima cosa da fare è quella di prendere un uovo dal frigo e cominciare la preparazione. Bisogna aprirlo e separare il tuorlo dal bianco (albume); successivamente si deve sbattere con una forchetta oppure una frusta fino a quando non diventa omogeneo. A questo punto si deve aggiungere un cucchiaio di olio d'oliva e si continua a sbattere. Dopo aver completato questa prima fase di lavorazione bisogna mettere l'uovo da parte. Nel frattempo si fa bollire dell’acqua; in seguito bisogna unirla al tuorlo d’uovo e poi mescolare il tutto per rendere il composto omogeneo.

45

Utilizzo della gelatina

A questo punto il tuorlo d’uovo si può già applicare sui capelli, ma per evitare che sia troppo liquido e gran parte della sostanza cola sulla fronte è opportuno renderlo più solido. In questo modo si può applicare come crema e non come lozione. Per fare ciò bisogna prendere un prodotto che non è assolutamente nocivo per i capelli e che allo stesso tempo permette di ottenere l’amalgama necessaria per un balsamo cremoso: la gelatina. In questo caso si può utilizzare direttamente un gel preconfezionato di tipo naturale oppure si può comprare un gel per dolci da aggiungere al tuorlo d’uovo emulsionato ed utilizzarlo per solidificare il balsamo.

Continua la lettura
55

Trattamento con il balsamo

Se si decide di utilizzare il metodo del tuorlo d’uovo i propri capelli possono essere trattati con un balsamo naturale. Quest'ultimo va applicato quando i capelli sono ancora bagnati; esso va tenuto in posa per circa 10/15 minuti. Successivamente si deve frizionare con i polpastrelli delle dita e la testa va ripulita utilizzando uno shampoo neutro. In questo modo i capelli sono stati nutriti e quando sono asciutti si possono pettinare senza alcuna difficoltà; essi appaiono lucidi, compatti e luminosi. Se vengono seguite attentamente tutte le indicazioni della guida si riesce sicuramente a preparare un ottimo balsamo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Prodotti di Bellezza

Come Riparare I Nostri Capelli Danneggiati

Quando il capello appare secco, fragile senza brillantezza e con le doppie punte è sintomo che è profondamente danneggiato e maltrattato. Le cause possono essere varie, da un eccesso dell'uso del phon e della piastra o da una cattiva alimentazione e...
Capelli

Come proteggere i capelli dallo smog

Lo smog cittadino è uno dei principali nemici dei nostri capelli perché le sostanze inquinanti presenti nei fumi di scarico dei motori e provenienti dalle scorie del riscaldamento domestico e delle industrie, portano ad una eccessiva produzione di radicali...
Capelli

Come trattare i capelli sfibrati dal cloro della piscina

Praticare il nuoto è un'attività benefica e salutare. È uno sport che impegna l'intero apparato muscolare. Stimola la circolazione sanguigna e contrasta i più comuni inestetismi, come ritenzione idrica e cellulite. Allenta lo stress e aiuta a distendere...
Capelli

Le migliori miscele naturali per lucidare i capelli

Avere dei capelli perfetti è il sogno di ogni donna. C'è chi li vuole lisci, chi ricci, chi mossi ma, la cosa fondamentale, è che tutte li vogliono sani! Un capello sano è indice di buona salute e di elevata cura verso di se. Insomma, avere dei capelli...
Capelli

Come usare l'uovo per lavare i capelli

I capelli rappresentano l'arma di seduzione maggiormente potente che una donna possa sfoderare (specialmente quando sono lunghi, morbidi e fluenti), ma la bellezza della chioma viene messa a dura prova dai prodotti chimici, dal calore del phon, dall'inquinamento...
Capelli

Maschere per capelli fai da te naturali

L'industria cosmetica, bombardandoci di pubblicità in tv e sui giornali, ci ha convinto che è indispensabile coprirsi di prodotti altamente chimici e dannosi per avere delle chiome sane e splendenti. Per fortuna non è proprio così, anzi, il frequente...
Capelli

Capelli rovinati: 5 rimedi naturali

Capita fin troppo spesso che, a causa degli eccessivi lavaggi, dell'utilizzo smodato dell'asciugacapelli, della continua esposizione ad agenti inquinanti ed al sole, dell'applicazione di trattamenti molto aggressivi, i capelli risultino sfibrati, secchi...
Capelli

Come predersi cura dei capelli con permanente

Chi ha i capelli ricci avrebbe voluto averli lisci e viceversa! In questa guida vogliamo darvi dei consigli utili qualora decideste di sottoporvi al trattamento chimico, chiamato permanente, che vi permetterà di avere capelli ricci o mossi. Sebbene il...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.