Come fare la ceretta correttamente

di Erica Molinari difficoltà: facile

Come fare la ceretta correttamente I peli superflui sono un vero e proprio cruccio, soprattutto in estate, ma anche in inverno, per chi vuole sentirsi sempre in ordine anche lontano dalla spiaggia. Si ricorre quindi alla depilazione: tra i vari metodi, la ceretta è sicuramente uno dei modi migliori per avere una pelle liscissima, in quanto il suo effetto dura a lungo e può addirittura rallentare la crescita dei peli.
Se non si ha il tempo di andare dall'estetista, o semplicemente si vuole risparmiare un po', è possibile fare la ceretta correttamente anche in modo autonomo, basta sapere come procedere.

1 Per fare la ceretta da soli nel modo corretto, è necessario innanzitutto avere gli strumenti giusti. Si possono acquistare a basso costo nei negozi di fornitori per parrucchieri oppure in centri commerciali molto forniti (negli ultimi anni anche gli strumenti professionali sono diventati oggetto di grande distribuzione).
Esistono vari tipi di cere, con caratteristiche diverse:
- lo scalda-cera elettrico con applicatore a rullo. È molto pratico, sia perché la cera si scalda in fretta e rimane alla giusta temperatura (senza diventare bollente), sia perché il rullo permette di dosare la giusta quantità di prodotto sulla pelle.
- il barattolo con cera classica o cera in formulazione gel. E consigliato per chi ha già confidenza con la ceretta: deve essere riscaldata in microonde oppure a bagnomaria e si può regolare la quantità di cera da spalmare, attraverso un'apposita palettina in dotazione nella confezione.
- le strisce depilatorie a freddo. Sono strisce già pronte che vanno scaldate leggermente sfregandole tra le mani. Perfette per chi ha bisogno di fare in fretta, ma non ottimali dal punto di vista della durata del risultato.

2 Una volta scelto lo strumento più adatto alle esigenze personali (rullo, barattolo o strisce), un passo molto importante è la scelta della cera. Per ogni tipologia di strumento esistono cere diverse formulate per il tipo di pelle e per la zona da trattare. Ad esempio, chi ha la pelle molto sensibile dovrebbe usare formulazioni al titanio, mentre per chi deve trattare la zona bikini o la zona delle ascelle esistono cere apposite più delicate.
Infine chi soffre di vene varicose o capillari fragili, se proprio non vuole rinunciare alla ceretta, dovrebbe preferire le strisce a freddo, in quanto il calore intenso potrebbe peggiorare il problema.

Continua la lettura

3 Vediamo ora come procedere alla ceretta nel modo corretto.  Bisogna stendere la cera (non troppo calda) seguendo il verso del pelo, poggiare la striscia di tessuto e pressarla passando sopra la mano, sempre nel verso del pelo.  Approfondimento Come effettuare correttamente la ceretta in casa (clicca qui) A questo punto è necessario prendere il bordo della striscia e tirarla energicamente nella direzione opposta, contropelo.  Per ottenere una ceretta perfetta bisogna essere decisi nello strappo e tirare nel verso giusto, facendo attenzione a non fare un movimento verso l'alto, ma tenendosi vicini alla parte da trattare, in direzione contropelo. 

Una volta finita la ceretta, per eliminare i residui di cera dalla pelle, si può massaggiare qualche goccia d'olio (jojoba, argan, mandorle) oppure utilizzare una salviettina oleosa spesso presente nei kit per ceretta.  In questo modo la pelle risulterà anche più morbida e idratata.. 

Non dimenticare mai: ATTENZIONE: prima di strappare, se la zona risulta un po' flaccida, tirate bene la pelle con una mano in modo da tenderla e far venir via bene i peli.

Come depilarsi con ceretta fatta in casa Come scegliere la cera depilatoria Metodi di depilazione: i pro e i contro Come fare la ceretta alle gambe

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili