Come Fare I Dread

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Sono tante le vip che hanno preferito i dread, per i loro capelli. Una su tutte è la bellissima Lisa Bonet, attrice divenuta famosa grazie alla serie: i Robinson, che da sempre sfoggia capelli lunghi con i dread. Recentemente anche Lady Gaga è apparsa in alcune foto con quest'acconciatura. Se anche voi siete attratte dai dread, ma non sapete come iniziare, vedremo insieme quindi quali sono le tecniche più efficaci e, come Fare i Dread, per ottenere l'acconciatura che avete sempre desiderato, basterà seguire la guida.

28

Occorrente

  • molti elastici
  • pettine di metallo
  • uncinetto
38

Dividete i capelli in più ciocche della dimensione del dito indice, partendo dalla parte posteriore della testa. Dopo, dividete in zone quadrate di lato, compreso tra 2.5 e 5 centimetri e raggruppateli con elastici temporanei. Non disponetele come una scacchiera, piuttosto prendete la ciocca a metà, tra quelle appena lavorate, in modo da avere un look più professionale e non lasciare zone vuote.

48

Evitate di fare un grande dread centrale, fatene alcuni su un lato ed alcuni sull'altro. A questo punto, prendete la prima ciocca e, usando il pettine a denti stretti, cominciate a pettinare in senso contrario, verso il cuoio capelluto invece che verso la punta dei capelli: in questo modo la capigliatura si secca ed arruffa.

Continua la lettura
58

Sappiate che, quanto più corti sono i capelli, più sottili devono essere i dread. Pettinate al contrario ripetute volte ciascuna ciocca, finché si faccia ispida, attorcigliatela e non preoccupatevi se i capelli vi sembreranno troppo accorciati: è normale che siano un terzo più corti, più i capelli sono sottili e più sarà evidente. Passate della cera, in maniera leggera in ogni ciocca, partendo dalla radice, un po' alla volta, aggiungendone se necessario.

68

Massaggiate partendo dalla radice verso la punta attorcigliando la ciocca. Una volta che il dread è stato pettinato, attorcigliato ed incerato sufficientemente, prendete il dread tra le due mani e sfregatelo rapidamente in modo da annodarlo meglio e dargli forma. Ora, ripetete il processo per tutte le ciocche: ci vorranno da tre a cinque ore. Armatievi di pazienza, di un buon disco reggae e di un paio di mani amiche.

78

La punta è una parte critica, difficile da intrecciare con le mani essendo i capelli molto corti e tendendo a sciogliersi proprio da lì. Per fissarla, il metodo migliore è l'uncinetto, raccogliendo tutti i capelli e portandoli all'interno del dread. Infilzate il dread con l'uncinetto, con il pollice appoggiate sulla punta dell'arnese i capelli sciolti, estraetelo ma non completamente, fermandovi quando sarete a circa metà della sua grossezza; ruotate leggermente l'uncinetto disincastrandolo. La vostra capigliatura è pronta!

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • lava accuratamente il cuoio capelluto, con delicatezza i dread e con estrema cura le punte

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Capelli

Come realizzare un dread sui tuoi capelli

Ti hanno sempre affascinato e ne vorresti almeno uno tra i capelli, qui si parla di dreadlocks chiamati anche rasta. Potresti rivolgerti a un parrucchiere professionista, oppure realizzarli a costo zero a casa, come? In questa guida ti spiego come realizzare...
Capelli

Come predersi cura dei dreadlocks

I dreadlocks o dreads (Jata in Hindi, o erroneamente chiamati rasta) sono formati aggrovigliando i capelli su se stessi, e si possono ottenere in diversi modi, uno dei quali sta nel non pettinarsi per lungo tempo: in questo modo si formeranno dei locks...
Capelli

Come Curare I Dreadlocks

I dreadlocks, chiamati anche "dread", sono dei capelli simili alla treccine che si ottengono attorcigliando in modo particolare i capelli fra loro. Famosi sono quelli portati dal celebre Bob Marley e da tanti altri rappresentanti del "rasta". La creazione...
Capelli

Acconciature e tagli con dreadlocks

Con il termine Dreadlocks, detto semplicemente Dread, si fa riferimento ad una particolare pettinatura legata all'aggrovigliamento di capelli, tanto da renderli simili ad una corda. Vengono definiti nel linguaggio comune Rasta, ma in maniera del tutto...
Capelli

Come tingere i dreadlocks

I dreadlocks, o semplicemente dread, affascinano sempre. Vanno di moda tra i giovani artisti, ma non solo. Si lavano regolarmente e si prestano anche alle tinture più disparate. Non è fantascienza e nulla di trascendentale. Ecco pertanto il modo più...
Capelli

5 consigli per mantenere puliti i dreadlock

I dreadlock, più comunemente conosciuti come i capelli rasta, sono una capigliatura tradizionale che proviene dall'Africa, dall'India e dalla Giamaica e la quale si è imposta anche nel continente europeo e nel resto del mondo, una moda molto in voga...
Capelli

Come fare uno chignon coronato con treccia

Per fare uno chignon coronato con treccia è necessario naturalmente avere i capelli di una certa lunghezza, che arrivino almeno a metà spalla per avere libertà nel modellarli. La treccia infatti contribuisce ad accorciare le lunghezze ma richiede comunque...
Capelli

Come fare una treccia ai capelli

Anche i più famosi tricologi sostengono che lavare troppo spesso i capelli li rende fragili e debilitati. È quindi necessario trovare un'acconciatura che consenta di tenere i capelli in ordine anche quando non sono perfettamente puliti e non è possibile...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.