Come drappeggiare una stola

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La stola è una sorta di enorme foulard, o per meglio dire di sciarpa, che spesso vediamo in vari eventi ma soprattutto in quelli in cui l'eleganza regna sovrana, per rendere migliore un outfit tanto da diventare quasi più come un accessorio di abbellimento che come capo d'abbigliamento. Tuttavia, se ne avete una riposta nel vostro vecchio armadio e credete che non sia adatta a voi o a nessuna occasione, aspettate a sbarazzarvene. Nella seguente guida, passo dopo passo, vi suggeriremo alcune idee carine per drappeggiarla in varie maniere, a seconda delle vostre preferenze.

26

Appoggiarla sulle spalle con una spilla

Il primo metodo sul come indossarla è quello più facile e tradizionale che so che può ricordare molto le persone anziane. Infatti il modo in cui viene indossata ha l' unico scopo di coprire al meglio le spalle appoggiandola su quest'ultime. Se però lo riterrete un metodo troppo da ''nonnetta'', potrete sempre unire la stola dietro la schiena con un nodo, con un anello o una graziosa spilla.

36

Portarla in maniera asimmetrica

Un altro metodo meno tradizionale ma più chic, è quello di riporre questa stoffa facendola girare tutt'intorno alle spalle tanto da lasciarle entrambe intravedere. La potete arrotolare come se fosse una sciarpa lasciandola cadere molto morbida per far sì che si poggi sulle spalle lasciando intravedere le scapole. Questa è un' ottima soluzione nel caso di una scollatura sulla schiena di un vestito elegante magari da sera. Dopo averle trovato la giusta posizione, fissatela con una spilla. Una altro metodo molto più femminile e sensuale è quella di porla in modo asimmetrico. Per fare ciò vi basterà posizionarla come esplicato nel metodo precedente lasciando però questa volta, intravedere solo una spalla che risulterà completamente nuda.

Continua la lettura
46

Portarla come una maglia

Classicamente la si può indossare, come meglio tutti l'abbiamo conosciuta, nelle cerimonie come ad esempio ad un matrimonio. Qui, di certo, la stola diventa un capo indispensabile per rendere non solo più elegante un outfit ma per esempio per coprirsi se si va in chiesa con scollature troppo esagerate. Fate sempre attenzione al colore e al tipo di materiale che scegliete in base a ciò che andrete ad indossare. Se poi volete personalizzare a vostro piacimento la vostra stola, potrete fargli dei fori lateralmente grandi abbastanza per farci passare le braccia e magari tenerla bel fissata in vita e a coprire la schiena, ''chiudendola'' con una cinta, evitando così di far penzolare le estremità. Ed ecco qua che avrete una stola diventata un'ottima maglietta.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Moda

Come abbellire una stola

La stola è un accessorio d'abbigliamento costituito da una striscia di stoffa, pelle o pelliccia. Viene portata intorno al collo, oppure sulle spalle, in genere a completamento di un abito da sera. La stola è utilizzata per riparare le spalle ed il...
Moda

Come abbinare un colletto in pelliccia al cappotto

Il colletto in pelliccia è molto funzionale in quanto viene usato nei mesi più freddi dell'inverno e mantiene calde e protette dal vento. Inoltre da un aspetto raffinato ed elengante e soprattutto si distingue donando originalità all'intero abbigliamento.Il...
Moda

Turbante: 5 modi per indossarlo

Sta arrivando l'estate e noi donne cerchiamo soluzioni innovative e alla moda per creare un copricapo o meglio un turbante. Non pensate al turbante come qualcosa prettamente orientale come quelli che si vedono usare nei paesi asiatici o del nord Africa,...
Moda

Come abbinare una gonna di pailettes

Le paillettes regalano immediatamente luce e allure a qualsiasi outfit, rendendolo speciale. Non passano mai di moda e arricchiscono abiti sia da giorno che da sera. Naturalmente, occorre saperle portare con disinvoltura e classe, perché non risultino...
Accessori

5 consigli per rendere originale la tua pashmina

La pashmina è un accessorio sempre più presente nel look delle donne di oggi. Originariamente pensata come prodotto tessile in lana cachemire, oggi può essere composta anche da materiali differenti. La pashmina è un accessorio che ha dimensioni talmente...
Moda

5 modi per abbinare un abito lungo

Stare al passo con le novità che ci vengono quotidianamente proposte dalle case di moda è veramente troppo difficile. A questo si aggiunge il fatto che, per ogni genere di abbigliamento e per ogni modello di abito indossato, occorre abbinare gli accessori...
Accessori

Come indossare un foulard

Dal modello più chic, al tipo più elegante o a quello più casual, oggi indossare il foulard è sempre più complicato. I foulard, un tempo, erano un tipico accessorio femminile, ma dopo il boom dei foulard maschili lanciati nel 2011 dalle case di moda,...
Moda

Outfit per un matrimonio elegante

I matrimoni sono sempre occasioni graditissime per sfoggiare look sofisticati ed eleganti che non sempre nella vita quotidiana è possibile replicare. Si può infatti creare degli outfit bellissimi per farsi ammirare da tutti gli altri invitati. Vediamo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.