Come diventare una Scene Queen

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Siete a Tokio o in un'altra grande metropoli... Tecnologia a go-go... Negozi strailluminati... E vi passa davanti un gruppetto di ragazze "strane". Non abbiate timore, sono le Scene Queen! Ma... Chi è una Scene Queen? Quello delle Scene Queen è un fenomeno giovanile arrivato ormai anche in Italia. Diciamo che è una versione aggiornata degli Emo che a loro volta erano la versione aggiornata dei punk rock anni '80. Le Scene Queen sono ragazze tra i 13 ed i 25 anni a cui piace darsi uno strano ma dolce e aggressivo nickname, come Bad Kitty o Kiki Kannibal. Non vi spaventate: sono innocue, ma a loro piace vestirsi in modo stavagante. Vediamo come diventare Scene Queen.

26

Occorrente

  • Piastra per capelli
  • Trucco
  • Extension
  • Monili grandi e di tanti colori sgargianti
  • Piercing
  • Abiti sgualciti e/o rotti
36

Come anticipato, prerogativa per essere una Scene Queen e avere tra i 13 e i 25 anni e scegliersi un nickname. Per sceglierlo, abbinate una parola dolce ad una aggressiva, tipo per esempio Sweet Killer, dove "sweet" vuol dire "dolce" e "killer" vuol dire "assassino". Ora che avete un'identità, ovviamente diversa dalle vostre amiche Scene Queen, dovete passare a creare il personaggio.

46

Quali sono le caratteristiche fisiche di una Scene Queen? Innanzitutto tette grandi, corporatura anoressica e mai abbronzata (se tendente al color cadavere, ancora meglio), capelli cotonati o super piastrati mai del colore originale (chiome fluo, platinate, nero corvino, zebrati, pitonati, verdi, blu, fucsia ed extension... Tante e lunghe exstension! E non dimenticate il ciuffo, spesso cadente su un occhio. Ultimamente il ciuffo può anche essere sostituito da una mini frangetta e le extension dai dredlocks o rasature fatte a caso), trucco nero a "ricoprire" gli occhi e a far risaltare le lenti colorate (verdi o azzurre) o assenza totale del trucco, tanti piercing (smileys, labrettes, clavicles, septum, snakebites, medusas, ecc.), capi d'abbigliamenti sgualciti e/o addirittura rotti, ma soprattutto zebrate, pitonate, ghepardate, accessori generalmente di plastica e con colori sgargianti di grandi dimensioni e con forma strana (pipistrelli, gelati, caramelle, ecc.), Hello Kitty sempre presente in ogni capo d'abbigliamento, in ogni orecchino, in ogni dove, coroncine tra i capelli: diademi ma anche paiettes vanno bene.
Dimenticavo: non dimenticatevi i doposci pelosi anche d'estate!

Continua la lettura
56

Come vi ho detto prima, una vera Scene Queen non prende mai il sole, non si abbronza e, nelle foto, per rendere la pelle ancora più bianca, usa photoshopparsi, e mentre sta lì a sistemare il bianco fosforescente della pelle, ne approfitta per sistemare trucco e parrucco.

66

Una vera Scene Queen ci mette 3 secondi ad affezionarsi ad un ragazzo, 2 a dirgli "Ti amo!" e 0.5 a renderlo cibo per squali! La sua massima aspirazione è quella di farsi più ragazzi possibili, sia egli il migliore amico, il fidanzato della migliore amica o la migliore amica direttamente: le Scene Queen di dichiarano bisex (ma anche trisex), e non è raro trovarle a pomiciare tra loro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Make Up

Le 10 nail art più strane di sempre

Laccate, laminate, con gel, senza gel, con strass, brillantini, ghirigori e diamanti, le unghie sono diventate uno dei punti focali dell'estetica femminile, grazie allo sviluppo di una vera e propria arte: la nail art. Esperte del settore, infatti, o...
Moda

Come indossare i collant senza romperli

Ci risiamo: sei già in ritardo, ti vesti di corsa e... I collant appena tirati fuori dalla confezione decidono di sfilarsi mentre cerchi di indossarli per la prima volta. Ti capita spesso di assistere a scene come questa? Se sei stanca di buttare le...
Capelli

Come fare l'acconciatura di Elisa di Rivombrosa

Ecco qui come realizzare in modo veloce e semplice l'acconciatura che porta Elisa, la protagonista della fiction andata in onda per la prima volta nel 2003 e conclusasi nel 2005 su canale 5, Elisa di Rivombrosa. In una delle scene, in particolare quella...
Make Up

Come truccarsi da leone

Siete stati invitati ad una festa in maschera oppure siete voi stessi che ne avete organizzata una? Bene allora dovrete certamente provvedere alla scelta del personaggio che più si adatta all'occasione e procedere con il trucco e la realizzazione del...
Moda

5 cose che gli uomini non dovrebbero mai indossare

Avete mai avuto modo di assistere a scene imbarazzanti in cui alcune ragazze additano un (povero) uomo per ciò che indossava? Per fortuna, l'uomo solitamente non si accorge di essere diventato il loro divertimento, anzi si sente spesso anche lusingato...
Capelli

Come fare un taglio di capelli stile emo

"Emo", il nuovo fenomeno adolescenziale, trova il suo collante in un genere musicale, ma che pare sia diventato ormai un'ondata culturale tra gli adolescenti, in Inghilterra e Stati Uniti all'inizio, e poi in tutto il mondo. Con il termine Emo si contraddistingue...
Cura del Corpo

Come creare una maschera per le occhiaie

Quando ci capita di dare uno sguardo ai famosi film di Hollywood può capitare di andare incontro a filmati in cui donne o comunque le ragazze scelgono di utilizzare delle maschere per il viso. Vi sono quelle classiche scene dei film nei quali le ragazze...
Make Up

Come fare una nail art Hello Kitty

Lo sappiamo tutte, le unghie sono la nostra passione. Solo in casi molto particolari noi donne usciamo di casa senza prima aver curato noi stesse, unghie comprese. La nail art, negli ultimi anni, ha sviluppato creazioni davvero simpatica e belle, seppur...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.