Come dipingere una cravatta

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Attraverso questa guida che ci accingiamo a proporvi, come avrete compreso leggendovi il titolo che la rappresenta, andremo a spiegarvi Come dipingere una cravatta. È un'opzione particolare, ma che potrebbe risultare utile a qualcuno.
La cravatta è uno degli accessori maggiormente utilizzati nell'abbigliamento da uomo, ed in commercio ne puoi trovare tantissimi modelli e di diversi tessuti. Quindi leggi attentamente la guida e divertiti nel decorarla usando la fantasia.

28

Occorrente

  • cravatta di seta bianca liscia
  • fogli di carta
  • matita
  • ferro da stiro
  • pennarello
  • nastro adesivo di carta
  • colori per seta
  • pennelli
  • spilli, ago e filo
38

Fai il disegno che vorrai avere sulla tua cravatta su un foglio di carta. Poi scuci la parte posteriore della cravatta, sfila la parte interna e stendila. Usa il ferro da stiro per stirarla, in modo che non abbia alcuna piega. Prosegui appoggiando il foglio cartaceo nel piano lavorativo, per poi collocarci la cravatta con molta attenzione, al fine di poter notare il disegno tramite il tessuto della cravatta stessa.

48

Qualora il disegno risultasse complesso in quanto troppo difficoltoso da visualizzare attraverso il tessuto della cravatta, allora potrete sempre ripassarlo utilizzando un pennarello. Successivamente, si fisserà la cravatta al foglio utilizzando del nastro adesivo, per stenderla senza far formare alcuna piega. Con il colore nero e un pennellino molto sottile, disegna il profilo del disegno ricalcandolo sul tessuto, facendo attenzione a non sbavare. Finito questo passaggio, lascia asciugare il tutto per un un po' di tempo.

Continua la lettura
58

Quando sarà perfettamente asciutto, inizia a coloralo a tuo piacimento. Fai molta attenzione, nel caso tu abbia un solo pennello, lavalo con precisione dopo l'applicazione di ogni colore. Quando avrai finito di dipingere il tuo disegno, lascia asciugare completamente il tessuto. Arrivato a questo punto, dovrai stirare la cravatta dalla parte del rovescio, in modo tale che il decoro vada a fissarsi e, per concludere, inserirai di nuovo la parte centrale, stando attento a farlo in modo preciso. Fissa con degli spilli gli orli e poi termina cucendoli.

68

Approfondimenti: Se hai un minimo di conoscenza nell'arte del cucito, puoi realizzarla in proprio. Per la realizzazione hai dunque bisogno di un cartamodello, di una vecchia cravatta per ritagliarne la sagoma, di ago e filo per le cuciture, nonchè della fodera che serve per rifinire il lato posteriore. Recandoti in un negozio di tessuti, acquista inoltre quello che maggiormente ti soddisfa, scegliendo tra il pregiato raso, il lino o anche il jeans, se intendi ottenere una cravatta decisamente casual. Con tutto l'occorrente a disposizione, puoi dunque iniziare il lavoro, e cominciare dallo scucire una vecchia cravatta, in modo da stenderla su un cartamodello e ricavarne la stessa sagoma. La cravatta si compone essenzialmente di due pezzi, il più largo per la parte anteriore ed invece il posteriore che serve per annodarla. Dopo aver ritagliato le sagome, le fissi con degli spilli sul tessuto che hai scelto, e fai la stessa cosa utilizzando una forbice con punte affilate per ottenere un taglio preciso e senza sbavature. A questo punto, sfruttando la sagoma del cartamodello, la utilizzerai per il taglio della fodera interna, che va poi come vedrai di seguito, ribordata in entrambi i pezzi. A questo punto, stira con un ferro a vapore il tessuto tagliato, ricoprendolo con un panno di tela se si tratta di raso. Con i ritagli perfettamente lisci, puoi iniziare con l'assemblaggio. Dopo aver cucito con punti non visibili sul lato anteriore della cravatta la fodera, non ti resta che ribordarla, e la stessa cosa la fai anche per la parte più sottile che cuci poi su quella larga. Una volta che avrai finito il tutto, non dovrai fare altro che rifinirlo nella sua totalità, stando ben attento alla parte inferiore frontale, che dovrà prendere una forma triangolare. Il taglio dovrà essere perfetto, al fine di evitare che tutto il lavoro precedentemente fatto venga vanificato. Usa punti molto stretti per le cuciture, utilizzando la macchina e non facendoli a mano. In questo modo potrai essere più preciso, ben parallelo ai bordi. Non dimenticarti di utilizzare un filo adeguato al tessuto che avrai scelto.
In conclusione, vorrei vivamente consigliarvi delle ulteriori guide che vi facciano approfondire questo argomento nello specifico, facendovi andare oltre i contenuti dei quattro passi che hanno contraddistinto la nostra guida. Proprio con questa finalità, vi allego questo link, che ritengo essere davvero interessante su questa tematica: http://www.artimondo.it/cravatta-di-seta-dipinta-a-mano-pesce-multcolore-381766.html.
Spero che questa guida su Come dipingere una cravatta possa esservi stata utile.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Leggere bene la guida.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Moda

Come Abbinare La Cravatta Alla Camicia

Scegliere la cravatta giusta è infatti fondamentale per dare una buona prima impressione, e proietta maggiore o minore formalità a seconda del look completo che indossi. È altrettanto vero che le opzioni per tessuto, colore e fantasie sono innumerevoli...
Accessori

Come fare un nodo doppio Windsor alla cravatta

La cravatta è un simbolo di eleganza maschile che è presente da sempre. In ogni smoking, nel frack, ed in ogni abito con il quale l'uomo vuole essere elegante, è impossibile non adattare una cravatta. Questo accessorio è simbolo di sensualità e virilità....
Moda

Come fare il nodo windsor alla cravatta

Esistono tanti tipi di nodi per la cravatta, uno di questi è il nodo Windsor. Il nodo Windsor, detto anche nodo Scappino, Full Windsor o, impropriamente, Doppio Windsor, è il nodo delle grandi occasioni. Il suo nome deriva dal Duca Edoardo di Windsor,...
Accessori

Come fare il nodo piccolo alla cravatta

Spesso fare il nodo alla cravatta è un vero e proprio tabù per gli uomini. L'operazione può risultare persino stancante e antipatica, al punto da fare innervorsire coloro che incontrano difficoltà immani nel tentare di riuscire in questa "titanica"...
Moda

Come abbinare la giacca alla cravatta

Ognuno ha il suo stile di vestirsi ma a volte, chi non ha molta dimestichezza con certi accessori, potrebbe incorrere in scelte perlomeno discutibili. È il caso della cravatta: non molto amata dalla maggioranza degli uomini, è però indispensabile per...
Moda

Come abbinare camicia e cravatta

L'abbigliamento che indossiamo è sempre rivelatore del nostro gusto, il nostro carattere e la nostra personalità. Per questo la scelta degli abbinamenti fra i capi non dev'essere mai affidata al caso, ma va ponderata accuratamente per non correre il...
Moda

Come fare il nodo mezzo Windsor alla cravatta

Il nodo mezzo Windsor, tra i modi di annodare la cravatta, rappresenta il giusto compromesso tra il nodo semplice e il Windsor. Più grande del primo e più esile rispetto al Windsor, il nodo mezzo Windsor è particolarmente adatto alle camicie con collo...
Moda

Come scegliere la cravatta giusta per un completo

È molto importante scegliere la cravatta giusta, per ogni occasione: per un incontro elegante, per un ricevimento, per una laurea, per un matrimonio oppure per un incontro di lavoro. I contesti nei quali utilizzare una cravatta sono veramente moltissimi,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.