Come decorare una culla in vimini

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La nascita di un figlio porta sempre molta gioia e fermento all'interno di una famiglia: abbastanza spesso, i nonni e i parenti stretti donano ai neo-genitori la culla custodita per numerosi anni, sperando che possa accogliere anche il loro nipotino.
Questo oggetto può diventare una bellissima tradizione familiare da tramandare alle generazioni future, ma bisogna mettersi nei panni del povero bambino obbligato a trascorrere i primi anni della sua vita dentro una culla vecchia di decenni.
Per ciascun bimbo, la culla deve essere personalizzata non soltanto per motivi d'igiene, ma anche per adeguarsi allo stile e al calore dell'abitazione, entrarci in confidenza e cominciare a sentirsi a proprio agio.
Attualmente, il commercio propone costantemente dei nuovi modelli di culle (più colorate, moderne, tecnologiche, ecc.) e quelle che possono essere indubbiamente considerate di qualità ottima sono realizzate in vimini: nei passaggi successivi di tale pratica e dettagliata guida di bricolage, quindi, vi spiegherò bene come è possibile decorare perfettamente una culla della seguente tipologia.

27

Occorrente

  • Culla in vimini
  • Pulitore a vapore
  • Spazzola con setole rigide
  • Acqua
  • Sapone neutro
  • Colore pastello
  • Carta vetrata a grana fine
  • Vernice protettiva trasparente
  • Pennello o pennellino
  • Pizzo "Sangallo"
  • Punti nascosti o colla a caldo
  • Cotone o stoffa trapuntata
  • Tulle
37

Se non avete già una culla in vimini, dovrete procurarvene una, occuparvi di pulire bene sia la cesta che i piedi (eventualmente presenti) e togliere accuratamente tutta la vecchia imbottitura e il rivestimento, lavando ogni fibra tessile.
Fatto ciò, dovrete estrarre il materasso, sfoderarlo, lavarlo (se necessario) o igienizzarlo con un pulitore a vapore, metterlo ad arieggiare al Sole e strofinare in modo approfondito sia la cesta che il supporto, mediante l'ausilio di una spazzola con setole rigide immerso in una soluzione di acqua e sapone neutro.
Adesso, vi basterà lucidare e oliare le ruote della culla in vimini: qualora vi sembrino eccessivamente danneggiate, dovrete occuparvi della loro sostituzione e acquistarle nuove presso un qualsiasi negozio di ferramenta.

47

Dopo la seguente fase, sarà possibile iniziare il vostro lavoro di decorazione e dare libero sfoggio della vostra creatività:
- se lo prediligete, potrete dipingere la cesta e la struttura della culla in vimini con un colore pastello tenue (come il beige, il rosa o l'azzurro), anche secondo il sesso del futuro nascituro;
- qualora la cesta sia composta da piccole bacchette molto ravvicinate tra loro, vi suggerisco di tinteggiarle con un pennellino, insistendo fra un bastoncino e l'altro, in modo da evitare di lasciare spazi non coperti dalla pittura.
Dopo aver dipinto la culla in vimini, dovrete farla asciugare perfettamente in un luogo areato, ma riparato dai raggi solari: se la vernice protettiva trasparente si solleva, occorre dare una carteggiata leggera all'intera struttura (con la carta vetrata a grana fine), spolverare in modo da rimuovere la polvere e passare una o due mani della stessa vernice utilizzata in precedenza.

Continua la lettura
57

Se la culla in vimini è in buone condizioni o non avete grandi capacità nel cucito, per renderla unica e accogliente, vi basterà comprare un bordo di pizzo "Sangallo" abbastanza largo e attaccarlo lungo il contorno dell'oggetto con dei punti nascosti o la colla a caldo, in modo da creare delle pieghe e affinché il pizzo stesso ricada morbidamente verso l'esterno.
Fatto ciò, dovrete rivestire l'interno della cesta utilizzando del cotone o della stoffa trapuntata in tinta con il pizzo "Sangallo" acquistato in precedenza e poi inserire il materasso:
- se il cestone ha anche una piccola cappotta, potrete rifinirne il bordo con il medesimo pizzo adoperato sulla cesta;
- qualora ci sia un'asta sulla quale appoggiare il velo o la zanzariera, dovrete acquistare del tulle in tinta e rifinire i contorni laterali con il pizzo "Sangallo".

67

Nel caso in cui la culla in vimini risulti essere rovinata, dovrete procedere al totale rivestimento del cestone, formando delle lunghe balze che partono dal bordo della cesta e giungono pressoché al suolo: adoperando lo stesso metodo, avrete l'opportunità di rivestire anche la sua cappottina.
Un ultimo suggerimento che vi consiglio di seguire assolutamente è quello di utilizzare la combinazione di due colori (come il bianco e il rosa o il bianco e l'azzurro) oppure il medesimo colore in due tonalità diverse (come il rosa e il fucsia o l'azzurro e il turchese), allo scopo di ottenere un effetto cromatico in grado di far risaltare i particolari delle stoffe.

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Accessori

Come realizzare un cappello vietnamita

Il "Non la" è il cappello tradizionale vietnamita. Esso ha una forma conica legato al sottomento tramite una fascetta, realizzato in semplici materiali e alla portata di tutti come il bambù, la paglia, la corteccia di albero Moc, o le foglie di palma....
Moda

Come indossare un corsetto

Il corsetto è un indumento tipicamente femminile che fa la sua comparsa per la prima volta nel XVI secolo. Esso era inizialmente costituito da stecche in metallo, le quali erano particolarmente scomode e dolorose e perciò vennero sostituite da ossi...
Cura del Corpo

Come riciclare le creme solari

Terminate le vacanze, tutte questa pozioni ingombrano i mobiletti del bagno e le borse di vimini, per riapparire inaspettatamente nel mese sbagliato e finire, in molti casi, nella pattumiera, perché le confezioni, ancora piene, una volta aperte vanno...
Accessori

Come scegliere una borsa per il mare

Le borse per il mare sono degli oggetti molto comodi e funzionali, in quanto permettono di raggruppare in un unico spazio tutti gli oggetti che vengono solitamente utilizzati in spiaggia. Si tratta di borse abbastanza capienti e resistenti, proprio per...
Make Up

Come realizzare una postazione trucco in camera

Avete deciso di riordinare la vostra casa, ma quando è arrivato il momento di sistemare la camera del vostro bagno, vi accorgete che i vostri cosmetici sono sparsi ovunque: allora entrate in confusione non sapendo come gestire la situazione. Avvertite,...
Prodotti di Bellezza

Come realizzare saponette trasparenti con fruttini alla cannella

Riuscire a fare qualcosa da soli per se stessi o per altre persone è sempre molto gratificante soprattutto se si tratta di oggetti utili e unici. Non solo si impiega il tempo in modo piacevole ma il prodotto che ne viene fuori è genuino e privo di sostanze...
Capelli

Come fare una treccia multipla

In questa guida ci occuperemo di dare alcuni consigli su come fare una treccia multipla con i capelli. In genere, quando si parla di treccia, si pensa alla treccia classica, ovvero quella a spina di pesce, realizzata in maniera semplice e piuttosto intuitiva...
Prodotti di Bellezza

5 modi per usare il limone nella cosmesi naturale

Alzino la mano quelli tra voi che, almeno una volta nella vita, non sono andati alla ricerca di un prodotto cosmetico da poter usare per combattere vari tipi di problemi estetici. Spendendo cifre altissime senza avere grossi risultati. La soluzione più...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.