Come Curare La Capigliatura Con Le More

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Per curare la propria capigliatura ci sono molti rimedi naturali. Tra questi, le more, possono risultare efficaci per dare più forza alla nostra chioma. Le more fanno parte della cosiddetta famiglia dei frutti di bosco ed hanno notevoli proprietà benefiche e curative. Sono molto indicate anche per la cura dei capelli, per renderli lisci e pettinabili e, allo stesso tempo, nutrirli e rinforzarli poiché hanno un potere astringente che agisce sui follicoli. Vediamo, quindi, in questa breve guida come utilizzare questo frutto prezioso.

25

Occorrente

  • More 100 gr.
  • Acqua distillata 400 cl.
  • Olio di oliva 50 cl.
  • Olio di jojoba 30 cl.
  • Olio di germe di grano 20 cl.
  • Alcool cetilstearilico 10 cl.
  • Frullatore
  • Saponetta neutra
35

Tutto ciò che dobbiamo fare, è preparare un balsamo a base di more. La preparazione in casa di questo prodotto per capelli richiede un percorso un po' lungo ma, allo stesso tempo semplice, e lineare. Tuttavia, vale la pena fare qualche sforzo per il benessere dei nostri capelli e, ritrovandoci tra le mani un buonissimo balsamo fai da te, ci sentiremo davvero soddisfatte. Innanzitutto prendiamo una saponetta neutra (ph 5,5) e immergiamola in una pentola con acqua distillata e olio d'oliva. Dopodiché mettiamo la pentola sul fuoco e facciamola bollire a fiamma molto bassa, per evitare che l'olio frigga, per circa trenta minuti.

45

Nel frattempo prendiamo le more e le frulliamo. Trascorsa questa mezz'ora, le aggiungiamo all'interno della pentola, con 20 cl di olio di germe di grano e 30 cl olio di jojoba, che serviranno per dare maggiore lucentezza al capello. In un altro recipiente, invece, sciogliamo altra acqua distillata con la glicerina solida e dell'alcool cetilstearilico mescolando bene con un mestolo di legno. L'alcool cetilstearilico è un emulsionante vegetale, ottimo per ogni tipo di pelle, e molto utilizzato per la creazione di creme sia per il corpo sia per il viso. A questo punto, possiamo unire i due composti e li facciamo amalgamare per bene.

Continua la lettura
55

Mettiamo il balsamo a raffreddare. Quando non sarà più caldo, dobbiamo verificare se il composto presenta sulla sua superficie una pellicola gelatinosa. In questo caso si consiglia di aggiungere due cucchiai di olio d'oliva. A questo punto mettiamo la nostra soluzione cremosa (simile a una crema pasticcera) in un recipiente di plastica, al quale andremo ad aggiungere del conservante. Questo ci consentirà di conservare il prodotto in ottimo stato per almeno tre mesi. Non ci resta che utilizzare il balsamo alle more al termine di ogni shampoo. Noteremo una capigliatura più facile da pettinare, più morbida, ma soprattutto rinvigorita.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Capelli

Come curare i capelli da uomo

Curare la nostra immagine è molto importante, in quanto è uno degli elementi che contribuisce e mantenere elevata la fiducia e la sicurezza in noi stessi. Tuttavia, per apparire sempre al meglio, dobbiamo prenderci cura anche di parti del nostro corpo...
Capelli

Come lisciare i capelli senza rovinarli

A volte può capitare che una donna con i capelli ricci oppure mossi voglia invece averli lisci e cambiare acconciatura. Lisciare tuttavia i capelli senza rischiare di rovinarli irrimediabilmente è davvero molto difficile, soprattutto se si utilizza...
Capelli

Come fare le treccine con i fili nei capelli

Se quest'estate volete essere sportive, innovative e diverse dal solito, vi consiglio di procurarvi tanti fili colorati. Tramite i passi seguenti di questa guida, infatti, vi insegnerò come è possibile inserire questi fili tra i capelli, in modo tale...
Capelli

Come Realizzare Una Capigliatura Maschile Con Trecce Africane

In questa guida verrà esposto il metodo per realizzare una capigliatura maschile con trecce africane. Le trecce sono un taglio di capelli prettamente femminile, per cui il più delle volte non viene nemmeno preso in considerazione dagli uomini ma ciò...
Capelli

Capelli scuri: consigli per mantenerli lucidi

Le signore more lo sanno: conservare i capelli scuri nel modo più sano possibile e mantenerli al tempo stesso lucidi, non è certo azione molto facile. Per riuscire nell'intento occorrerà quindi intervenire sul cuoio capelluto in modo frequente ed attento,...
Capelli

10 errori da non fare quando ti lavi i capelli

Molto spesso, dietro a semplici e ripetitive azioni quasi quotidiane, si annidano dei tremendi errori! Il lavaggio dei capelli, è tra queste. Strapazzati, spazzolati e phonati, i nostri capelli subiscono aggressioni continue e spesso senza che neppure...
Capelli

Come curare i capelli lunghi e crespi

I capelli lunghi rappresentano un indubbio segno di grande femminilità, ma hanno sempre bisogno di molte cure quotidiane, per impedire che diventino particolarmente crespi. La scelta dei giusti prodotti e degli accessori maggiormente adeguati per curare...
Capelli

Come evitare che si formino nodi nei capelli

Chi possiede capelli lunghi e mossi deve stare attenta. Ogni volta che lavate questa capigliatura, dovete lottare per districare ogni capello dai nodi. Ovviamente, dovete evitare di spezzarli. In tali casi, iniziate a provare diversi prodotti, come pettini...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.