Come curare il viso arrossato e screpolato

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Il viso, si sa, rappresenta un vero e proprio biglietto da visita. La sua cura allora è decisamente importante, specie se si pensa che la pelle che lo riveste, sensibile e delicatissima, rischia di arrossarsi, screpolarsi e disidratarsi, in inverno come in estate, a causa degli agenti atmosferici, del freddo o del sole troppo forte. Ciò poi è doppiamente vero se si soffre di couperose. Vedremo allora subito come curare queste problematiche, quando cioè il viso si presenta arrossato o screpolato. Seguimi fiduciosamente e scoprirai alcune soluzioni che alla fine ti renderanno ancora più bella, scongiurando il pericolo di macchie e inestetismi.

25

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • olio di mandorle dolci puro o olio di Karitè
  • crema idratante lenitiva
  • fiori di calendula, secchi o freschi
  • compresse di garze sterili
35

Come saprai, è sempre meglio prevenire piuttosto che curare, e ciò vale naturalmente anche per la pelle del tuo viso, perciò non essere pigra ma prestale con costanza la dovuta attenzione, senza dimenticare che non solo è più sensibile rispetto a quella che riveste altre zone del corpo, ma è anche la più esposta. Utilizza dunque nella stagione invernale creme protettive della cute che siano molto ricche di collagene, mentre in estate sarà buona norma, anche in città, optare per creme solari specifiche per la protezione del viso, specialmente dai raggi UVA e UVB, pericolosissimi per la salute della nostra pelle.

45

Se dovessero comparire screpolature, rossori e /o disidratazione, significa che è il momento di ricorrere a creme idratanti e lenitive, e questo va fatto più volte al giorno, almeno tre o quattro, e persino di più se ne senti il bisogno. Particolarmente efficaci sono inoltre gli oli di origine naturale; puoi scegliere per questo l'olio di mandorle dolci puro al 100% o in alternativa l'olio di Karité. Spalmane dunque sul viso uno strato sottile, massaggiando delicatamente fino al completo assorbimento.

55

Ma puoi ricorrere anche a rimedi naturali, comprando in erboristeria (o raccogliendoli durante la stagione estiva, come se tu fossi una novella strega) una manciata di fiori di calendula, secchi o freschi è indifferente. Ne metterai quindi 60 gr in una pentola con un litro di acqua calda o fredda, ponendoci il coperchio sopra e facendo bollire per circa 10 minuti a fuoco moderato. Filtra infine il composto e usa il decotto ottenuto o per un lavaggio del viso al mattino e alla sera, oppure per preparare degli impacchi veri e propri, imbevendo delle compresse di garza sterile; le applicherai sulle zone interessate, per 30 minuti. Questa operazione andrà ripetuta almeno due o tre volte al giorno.

Potrebbe interessarti anche

Il presente contributo è stato redatto dall'autore ivi menzionato a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e può essere modificato dallo stesso in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore dello stesso, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tale contributo e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala l'immagine o le immagini che ritieni inappropriate
Devi selezionare almeno un'immagine
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti