14

Come Curare I Dreadlocks

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

I dreadlocks, chiamati anche "dread", sono dei capelli simili alla treccine che si ottengono attorcigliando in modo particolare i capelli fra loro. Famosi sono quelli portati dal celebre Bob Marley e da tanti altri rappresentanti del "rasta". La creazione dei dreadlocks permette di stare per diverse settimane senza lavarsi i capelli, anche se questo mancato lavaggio può rendere il cuoio capelluto secco e provocare prurito. Tuttavia, con la dovuta cura è possibile prevenire questo fastidioso problema e tenere i capelli puliti e ordinati senza utilizzare shampoo e balsamo. Vediamo allora come Curare I Dreadlocks.

24

Innanzitutto diffidiamo da chiunque ci proponga di farceli con collanti e paste, in quanto i dread si fanno solo con l'ausilio di un pettine a denti stretti, per cotonare le ciocche, e di un uncinetto da 0,2. I dreadlocks richiedono un certo periodo di tempo per assestarsi definitivamente, quindi una volta impostati da qualcuno in grado di realizzarli, dovremmo prendere l'abitudine di arrotolarli periodicamente, imparando ad aggiustare e stringere le basi e a non usare shampoo con tensioattivi e balsami, preferendo shampoo neutri o saponi.

34

Per curare i dreadlocks sono necessarie alcune buone abitudini. Passiamo ogni singolo dread fra le mani aperte, sfregandolo con decisione, in modo che si compatti. Ripetiamo questa operazione tutte le volte che possiamo e con frequenza giornaliera. Per compattare la ricrescita, facciamo così: prendiamo il dread e definiamo la sua base dividendolo dagli altri. Arrotoliamo la base del dread e iniziamo a passare l'uncinetto all'interno della base ottenuta, cercando di inglobare i capelli che fuoriescono. Rilasciamolo e giriamolo nel verso contrario, ripetendo l'operazione finché la base non sarà uniforme.

Continua la lettura
44

I dreadlocks si possono lavare anche 2 volte alla settimana, ma per i primi 6 giorni sarebbe opportuno non lavarli in quanto l'umidità potrebbe disfarli appena fatti. Trascorso questo periodo, possiamo scegliere di lavarli anche 2 volte a settimana con prodotti appositi o con del sapone di Marsiglia, ma nulla ci vieta di utilizzare uno shampoo normale. L'importante è non usare shampoo districanti e balsami che non aiutano i capelli a compattarsi. Dedichiamoci solo alla cute che è il luogo dove si forma la forfora e il sebo in eccesso. Risciacquiamo molto bene e non usiamo il phon per asciugare i dread, piuttosto strizziamoli bene e usiamo un telo di spugna da avvolgere sulla testa.

111

10 consigli per curare i dreadlocks

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

I dreadlocks o semplicemente dreads, rasta oppure treccine afro, sono il simbolo della ribellione e della diversità, più che dell'omologazione. Rappresentano uno stile di vita, una scelta culturale, una filosofia e non solo una moda peraltro costosa. Le ciocche aggrovigliate possono ricoprire tutta la testa oppure solo parzialmente. Puoi realizzare i dreadlocks in casa o da un parrucchiere professionista. In ogni caso, dovrai trattarli adeguatamente per tutta la durata. Solitamente, per compattare meglio l'acconciatura, non dovrai fare lo shampoo per qualche tempo. Ciò, però, comprometterebbe seriamente la salute di cute e capelli. Inoltre, l'odore prodotto risulterebbe sgradevole. Ecco 10 semplici consigli per curare al meglio i tuoi dreadlocks.

211

Effettua un lavaggio a settimana

Il primo mese, i dreadlocks saranno molto delicati. Per curare l'aspetto, mantenerli in salute e vitali, effettua un lavaggio a settimana. Utilizza preferibilmente uno shampoo specifico per annodarli e, al tempo stesso, rimuovere grasso ed unto.

311

Indossa una cuffia in plastica

Le treccine afro sono nemiche dell'umidità. Potrebbero assumere uno sgradevole aspetto crespo. Inoltre, sarebbero difficili da governare. Pertanto, per curare i dreadlocks e proteggerli quando fai la doccia, indossa una cuffia in plastica per capelli.

Continua la lettura
411

Asciugali all'aria

Effettua la regolare procedura per lo shampoo. Evita prodotti aggressivi ed in mancanza di quelli specifici, opta per i detergenti delicati per bambini. Tampona i dreadlocks con un asciugamano. Avvolgi i capelli in un turbante e rimani in posizione per 15 minuti. Successivamente, asciugali all'aria.

511

Incerali da asciutti

Per curare correttamente i dreadlocks, acquista la cera specifica. Dopo il normale shampoo, incerali da asciutti. Durante questa pratica, potrai servirti dell'asciugacapelli. In tal senso, scalderai la cera che penetrerà dove serve maggiormente.

611

Applica la cera poco per volta

Per fissare i dreadlocks, senza pericolose rotture, applica la cera poco per volta. Per curare il loro aspetto, non dovrai farlo quotidianamente. Procedi fino alla completa maturazione dei dreads. Successivamente, utilizzala per eliminarne la secchezza al tatto.

711

Strizzali con energia

I dreadlocks assorbono molta acqua. Pertanto, per curare l'asciugatura, strizzali con energia. In alternativa, scuoti la testa come i cani. Non è molto ortodosso, ma elimina tanta acqua. Per effettuare l'operazione senza schizzare muri e mattonelle, procedi dentro la doccia.

811

Indossa una cuffietta per dormire

La cera protegge e fortifica i dreadlocks. I capelli saranno più appiccicosi e lasceranno antiestetiche tracce sul cuscino. Per ovviare al problema, indossa una cuffietta per dormire. In questo modo, proteggerai i dreads da eventuali pelucchi, dalla polvere, dalle piume.

911

Utilizza acqua ed aceto

I prodotti specifici per dreadlocks non comportano forfora e prurito. Alcuni soggetti sensibili possono registrare ugualmente questi fastidi. Per curare il prurito utilizza acqua ed aceto (9:1). Applica la soluzione sui capelli e lascia agire per 5-10 minuti. Risciacqua con cura.

1011

Rivolgiti all'erborista

A volte la cera vecchia tra i dreadlocks si confonde con le cellule morte. In questo caso, effettua uno shampoo con acqua calda per rimuoverla definitivamente. Per curare la forfora utilizza qualche olio essenziale a base di Thè. Rivolgiti all'erborista di fiducia per rimedi e dosaggio.

1111

Affidati a prodotti farmaceutici

Non tutte le teste si abituano immediatamente ai dreadlocks. Per rimuovere forfora e prurito persistenti, rivolgiti alla farmacia di fiducia. Per curare i sintomi, affidati a prodotti farmaceutici (shampoo, lozioni e fiale). Contatta immediatamente un dermatologo per risolvere eventuali problemi di cute.

16

5 consigli per mantenere puliti i dreadlock

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

I dreadlock, più comunemente conosciuti come i capelli rasta, sono una capigliatura tradizionale che proviene dall'Africa, dall'India e dalla Giamaica e la quale si è imposta anche nel continente europeo e nel resto del mondo, una moda molto in voga tra i giovani. Ci sono molte possibilità per creare i dreadlock, una della quali è quella di non pettinarsi a lungo, di modo da far formare ai capelli dei nodi naturali, chiamati per l'appunto dread. Per mantenere puliti questi folti e nodosi capelli ci sono molte tecniche ed accorgimenti, le quali devono essere applicate correttamente per preservare la giusta consistenza della capigliatura rasta. Vediamo qui in seguito 5 consigli molto utili.

26

Usare il sapone o un bagnoschiuma "leggero"

Utilizzare il sapone, rispetto ad un docciaschiuma, è il primo metodo per pulire i dreadlock: possiamo usare anche questo tipo di prodotti purché, come per il sapone, non rilasci residui. Evitate in tutti i casi di utilizzare shampoo molto ricchi di sapone e additivi, soprattutto nella prima fase della crescita dei dreadlock, perché potrebbero compromettere la crescita corretta dei capelli rasta.

36

Usare il bicarbonato di sodio

Mescolando una tazzina di bicarbonato di sodio con tre litri e mezzo di acqua (meno se i capelli rasta sono più corti) è il punto di partenza per la pulizia più efficace dei dreadlock: aggiungete a questo due cucchiai di succo di limone, oppure 25 gocce di olio essenziale di lavanda come additivo; lavateli con questa soluzione, successivamente fateli asciugare con accuratezza.

Continua la lettura
46

Utilizzare una cuffia durante il lavaggio dei dreadlock

L'utilizzo di una cuffia, ricavandola da un paio di calze di nylon, è un metodo intelligente per lavare i capelli rasta sotto la doccia: stringendo bene questa cuffia improvvisata alla capigliatura, otterremo che il sapone, lo shampoo e l'acqua filtreranno attraverso le maglie della calza, ma la presenza della cuffia impedirà che i dreadlock si sciolgano mentre vengono lavati, e questi ultimi non si romperanno.

56

Utilizzare la cera per i dreadlock

Una volta che i capelli rasta si sono asciugati, possiamo utilizzare una cera per i dreadlock (particolarmente utile specialmente durante la pulitura nelle prime fasi della crescita dei rasta), un composto preparato appositamente per gli amanti di questo tipo di acconciatura. Utilizzato anche nelle fasi successive, questo prodotto serve a idratare le ciocche e le trecce ancora in crescita.

66

Asciugare bene i capelli dopo il lavaggio

Per completare l'operazione di pulizia della capigliatura rasta è necessario asciugare bene i capelli: se utilizziamo un asciugamano, dobbiamo essere certi che quest'ultimo non rilasci pelucchi ed altri residui che potrebbero aderire alla capigliatura; se utilizziamo un asciugacapelli, ponetevi a testa in giù quando eseguite l'operazione di asciugatura dei dreadlock.

16

Dreadlock: consigli per farli durare a lungo

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

Dreadlock, l'ultima frontiera della moda sta riscuotendo un successo enorme tra giovani e giovanissimi. Oltre che una moda, è anche uno stile e una filosofia di vita, che affonda le proprie radici nella storia. Uno dei problemi principali, a livello pratico, è rappresentato dal fatto che questa acconciatura ha tuttavia bisogno di un'opera di manutenzione molto attenta e rigorosa. Il rischio è dunque quello che i dreadlocks non siano duraturi nel tempo. Onde evitare questo facile rischio, ecco alcuni utili consigli per farli durare più a lungo.

26

Evitare un lavaggio immediato

Eccoci dunque alla definizione di alcuni fondamentali consigli per far durare più a lungo questa simpatica e particolarissima acconciatura. Per prima cosa ricordatevi di evitare un lavaggio immediato dei capelli dopo la loro sistemazione. Il primo lavaggio andrebbe effettuato dopo circa 20-30 giorni. Se laverete invece la chioma immediatamente, rischierete di sfilare i dreadlocks e di formare così un'anti estetica nube di peli.

36

Non ostacolare la ricrescita

Altra regola da seguire con assiduità è quella di non ostacolare in nessun modo la crescita dei capelli. Questa dovrà avvenire in modo spontaneo e naturale, senza l'utilizzo di nessun prodotto particolare. Non provare ad intervenire sui vostri dreadlocks per tentare di allungarli in modo artificiale, senza rispettare cioè il normale periodo di crescita. Rischiereste seriamente di pregiudicare la loro durata e di vanificare tutto lo sforzo fatto dal vostro dreadmaker!

Continua la lettura
46

Mettere la cera

Un utile alleato per mantenere i capelli crespi e curati nel giusto modo, può essere rappresentato dalla cera. Ricordate di scegliere quella più appropriata per i vostri capelli, magari facendovi consigliare da un esperto. Spandetela sulla cute dopo aver fatto lo shampoo e dopo aver asciugato i capelli. L'operazione di inceratura va effettuata solo una volta al mese. Avrete così dreadlocks molto più belli, curati e luminosi.

56

Usare gli oli

Anche gli oli possono rappresentare un vero toccasana per i dreadlocks. Se desiderate farli durare più a lungo, sostituite il normale shampoo con questi oli che possono essere facilmente acquistati in erboristeria o in farmacia. Oltre che più puliti, dopo il lavaggio avrete anche dei dreadlocks molto profumati.

66

Chiamare un dreadmaker

Ma se proprio desiderate che la vostra acconciatura dreadlock possa durare a lungo senza mai darvi troppi problemi, il consiglio è quello di recarvi periodicamente da un dreadmaker. Questo abile professionista garantirà infatti, grazie al suo intervento, la normale e sana crescita dei capelli. Il mantenimento potrà dunque avvenire grazie ad un vero e proprio intervento, detto di "restauro", che vi farà risolvere tutti i problemi. Avete punte sciolte e nubi di peli sulla cute? Rivolgetevi dunque ad un dreadmaker. La vostra acconciatura durerà più a lungo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.