Come creare una treccia a spina di pesce

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La treccia è un'acconciatura che ha origini antichissime, si dice che risalga addirittura al periodo egizio, ed è formata dall'intreccio di 2 o 3 ciocche di capelli. Esistono due tipi principali di treccia: quella classica (fatta con 3 ciocche di capelli) e quella così detta a spina di pesce. Quest'ultimo tipo di intreccio richiede un procedimento particolare e non così semplice da eseguire. Basterà procedere per piccoli passi e esercitarsi un po' per affinare la vostra tecnica e creare così una stupenda treccia a spina di pesce! Nei passi successivi, pertanto, ci occuperemo di capire come bisogna procedere.

27

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • pettine
  • molletta per capelli
  • 2 elastici per capelli
37

Bisogna iniziare con il pettinare per bene i nostri capelli, tenendo conto del fatto che, ovviamente, è richiesta una lunghezza minima che garantisca l'intreccio, quindi i vostri capelli dovranno arrivare almeno fino alle spalle per ottenere un buon risultato. Create ora una coda e portatela da un lato della testa, quindi applicate molletta sul punto in cui inizia la coda, in modo tale da avere dei capelli ben tirati e ben legati. A questo punto portatevi la coda sulla spalla, lateralmente in modo tale da poterci lavorare con più facilità. Una volta che avrete acquisito una maggiore dimestichezza con questo tipo di treccia riuscirete a eseguirla anche con la coda di cavallo fatta dietro la testa.

47

A questo punto prendiamo la nostra coda e dividiamola in due ciocche delle stesse dimensioni, quindi spostiamo la prima da parte. Dalla seconda ciocca, invece, andremo a togliere un'altra ciocca un po' più piccola che andremo ad avvolgere attorno alla ciocca da dove l'abbiamo staccata, dopo di che l'andremo ad avvolgere anche alla prima ciocca che abbiamo spostato su un lato. Un altro modo di eseguire questa pettinatura, invece, prevede di disporre la piccola ciocca staccata subito sull'altra parte di capelli divisi, ma in questo caso la treccia risulterà essere meno resistente e più soggetta allo scioglimento. Si consiglia quindi di impegnarsi un po', ma di affinare il primo procedimento indicato, in maniera tale da creare una treccia bella stabile!

57

Guarda il video

Continua la lettura
67

Cercate di capire bene questo passaggio perché è fondamentale. Una volta che abbiamo fatto fare il giro alla ciocca, stringiamo per bene in modo tale che non si sciolga e, a questo punto, si deve ripetere l'operazione fino a quando l'intera coda si trova a limite. Ricordatevi di imparate bene il secondo passaggio che abbiamo visto, fino a quando non otterrete delle trecce perfette! Dovrete eseguire più volte delle prove perché non è semplice riuscire immediatamente a eseguire correttamente questo tipo di treccia, ma una volta che avrete imparato il risultato che otterrete sarà ottimo e vedrete che non riuscirete più a fare a meno di realizzare questa elegante e semplice acconciatura, adatta davvero a tutte le occasioni, da quelle più quotidiane a quelle più eleganti!

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala l'immagine o le immagini che ritieni inappropriate
Devi selezionare almeno un'immagine
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Capelli

Come fare una treccia ai capelli

Al primo posto nei pensieri di ogni donna, più delle prime rughe o di qualche chiletto di troppo, ci sono i capelli. Ricci, biondi, lisci ...
Capelli

Capelli: 10 modi di portare la treccia

La treccia è il metodo più antico per raccogliere i capelli e, allo stesso tempo, aumentare il fascino e la bellezza delle donne. Tutt'oggi ...
Capelli

Come farsi una treccia a ragno

I capelli sono lo specchio dell'anima e ogni donna cerca l'acconciatura giusta che la rispecchi. Sempre più spesso le donne ricercano un look ...
Capelli

Come fare una treccia attorcigliata

La treccia è un'acconciatura classica che non smette mai di reinventarsi: c'è chi la porta su un lato, chi preferisce accennarla e fissarla ...
Capelli

Come realizzare un'acconciatura da antica romana

In questa guida vogliamo dare una mano concreta, a tutte le nostre lettrici che sono alle prese con la realizzazione di un’acconciatura particolare, per ...
Capelli

Come Realizzare Una Treccia Spettinata Laterale

Oggi esistono tanti tipi di acconciature adatte per tante occasioni. Alcune riescono a mettere in risalto l'abito che portiamo altre riescono a mettere in ...
Capelli

Come fare una treccia a cerchietto

I modi per acconciare i nostri capelli sono davvero infiniti ed innovativi, corti o lunghi che siano non ha la minima importanza: con un pochino ...
Capelli

Come fare uno chignon coronato con treccia

Per fare uno chignon coronato con treccia è necessario naturalmente avere i capelli di una certa lunghezza, che arrivino almeno a metà spalla per avere ...
Capelli

Acconciature con coda di cavallo

La coda di cavallo è un'acconciatura unisex, in cui i capelli vengono raccolti in almeno una ciocca, che prende appunto il nome di coda ...
Capelli

Come realizzare una treccia in una coda

Se i tuoi capelli sono lunghi e ti piace e ti diverte cimentarti sempre in nuove acconciature e pettinature speciali, ecco la guida che fa ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore degli stessi, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.