Come creare un profumo

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

L'origine del profumo ha radici lontane nella storia; già nel 2700 a. C. Gli Egiziani scoprivano inebrianti fragranze e l'arte della produzione. L'utilizzo del profumo aveva sia finalità religiose, che di seduzione. I Romani, oltre alle persone, profumavano le sale dei palazzi e dei teatri. In epoca moderna dopo la prima guerra mondiale, una vera e propria rivoluzione ha stravolto il modo di creare profumi. Una vastissima serie di firme importanti, riempiono i negozi di tutto il mondo, belli si ma costosissimi accessibili a pochi. Non è un problema se sappiamo come creare un profumo.

25

Occorrente

  • oli essenziali a scelta
  • olio di jojoba
  • contenitori adatti, acquistabili in erboristeria
  • acqua distillata
  • alcool per liquori
  • un contagocce
  • stuzzicadenti
35

Con gli oli essenziali possiamo ottenere quello che più ci piace. Scegliamo quello che vogliamo, volendo anche più di uno, immergiamo in ciascuna assenza uno stuzzicadenti, lo mettiamo in un contenitore con chiusura ermetica e ci scriviamo sopra il nome che vogliamo dare alla creazione. Lasciamo maturare per due-tre giorni, apriamo il contenitore e annusiamo, aggiungiamo 10 ml di olio di jojoba.

45

La miglior combinazione per gli uomini con gli oli essenziali è Note di Cuore: Cipresso, Rosa, Lavanda, Abete Rosso, Geranio. Note di Cuore per le donne: Lavanda, Gelsomino, Rosa Ylang-Ylang, Frangipane, Geranio, Champaca. Un altro modo per creare un profumo è 50 ml di alcool 90 gradi per liquori, 40 ml di acqua distillata, 3 ml di olio essenziale, una boccetta spray vuota che si può tranquillamente ordinare in erboristeria.

Continua la lettura
55

Mettiamo prima gli oli essenziali nell'alcool puro, aspettiamo un mese, poi mettiamo l'acqua distillata (in commercio ce ne sono tipi diversi, non c'è differenza). Utilizzando una pipetta contagocce numerata (ad esempio 0,5 ml do OE di menta sono 10 gocce, 2,5 ml di OE di limone pari a 50 gocce). Se le fragranze che vengono fuori sono più decise, è consigliabile spruzzare sui polsi e sul collo, se invece sono dolci è meglio anche dietro orecchie e ginocchia, sul petto e nell' incavo dei gomiti. Evitare il contatto con i vestiti, può lasciare macchie, soprattutto d'estate con il sudore. Spruzziamo il profumo a una distanza più o meno di 15 centimetri. Non strofiniamolo sulla pelle, è un azione che si fà ma è uno sbaglio perché si altera l'equilibrio dell'odore, meglio lasciarlo asciugare in modo naturale. Abbiniamo ad ogni occasione la nostra "creazione", una volta imparato a utilizzare le combinazioni, lavoriamo di fantasia seguendo l' intuito del momento. Con questo terzo e ultimo passo chiudiamo qui la guida su come creare un profumo fatto in casa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura del Corpo

5 oli essenziali antirughe

Pelle liscia, morbida, senza una ruga? Combattere i segni del tempo non si può, però migliorare la pelle, attenuare le rughe ed evitarne di nuove sì, con 5 oli essenziali antirughe. In questa guida vi illustrerò come usare alcuni di questi doni che...
Prodotti di Bellezza

5 ricette per creme mani fai da te

Una crema mani è un prodotto comune, ma che non dovrebbe mai mancare in nessuna casa. Specialmente durante i periodi invernali (ma anche in quelli estivi), infatti, una buona idratazione delle mani aiuta ad affrontare al meglio il freddo, le screpolature,...
Prodotti di Bellezza

Come fare un bagno energizzante

Ci sono dei momenti durante la giornata in cui capita di sentirsi proprio stanchi e spossati e l'idea di dover affrontare nuovi impegni appare impensabile. A quel punto ci vorrebbe una carica di energia per poter portare a termine la propria giornata...
Prodotti di Bellezza

Come fare in casa un profumo

Come fare in casa un profumo, sarà la tematica di oggi in questo articolo. Nelle profumerie ed anche nei supermercati potrete reperire i profumi in essenza pregiate ed anche prodotti che sono alla portata di tutti. Una persona potrà scegliere un profumo...
Prodotti di Bellezza

Come realizzare un deodorante spray

Per combattere l’odore di sudore ricorriamo spesso all’uso di deodoranti industriali antitraspiranti, assorbenti e antibatterici con allettanti profumazioni. Purtroppo, il più delle volte, andando a leggere gli ingredienti, ci accorgiamo che contengono...
Capelli

5 impacchi fai da te con l'olio di cocco

Spignattare, ovvero realizzare cosmetici naturali per cute e capelli, è un passatempo piacevole e vantaggioso. La scelta degli ingredienti mirati, infatti, consente di creare veri e propri elisir di bellezza, senza l'utilizzo di conservanti e agenti...
Prodotti di Bellezza

Come Fare Un Profumo Solido Naturale

Il profumo solido era conosciuto già nell'antico Egitto (Nefertiti e Cleopatra ne facevano uso); ancora oggi offre il vantaggio di durare a lungo, se conservato al fresco e al riparo dalla luce e di essere comodissimo: possiamo portarlo con noi in borsa...
Prodotti di Bellezza

Come fare il tonico in casa

Si possono fare in casa tantissimi tipi di tonico per il viso, in base ovviamente alla tipologia di pelle che si ha: ci sono quelli più delicati per le pelli sensibili, quelli astringenti per le pelli grasse, purificanti per chi soffre continuamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.