Come creare un gufo in fimo, portachiavi o ciondolo

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

In questa guida vedrete come potete creare un ciondolo o un portachiavi a forma di gufo, utilizzando il fimo in maniera facile e veloce e senza sporcare molto. Il fimo infatti è una pasta sintetica che potete modellare per creare qualsiasi oggetto voi preferite. Questo gufo che andrete a realizzare è adatto sia come ciondolo per una collana o da utilizzare semplicemente come un portachiavi. I colori sono ovviamente personalizzabili quindi sbizzarritevi. Buona lettura a tutti.

26

Occorrente

  • Fimo di vari colori
36

Chi non desidera creare qualcosa di personalizzato come ciondolo o portachiavi? Bene, ecco che in questa breve guida vi spiegherò come creare un ciondolo gufetto portafortuna.
Innanzi tutto scegliamo i colori che andremo ad utilizzare. I colori si trovano in tutti i negozi che trattano il bricolage, ma è possibile acquistarne anche online.

46

Come prima cosa create due dischi di differente grandezza con un unico colore, uno per il corpo e uno per la testa, bisogna farli spessi sui 3-4 millimetri e con una leggera pressione bisogna farli aderire su un lato.
Sul disco che utilizzerete per la testa, che sarà quello piú piccolo come diametro, si aggiunge poi un ulteriore dischetto bianco sottile. I colori come già detto in precedenza sono personalizzabili otterrete cosí qualcosa di molto particolare e personale.

Continua la lettura
56

Per completare la testa, si creano 2 dischetti piccoli per la forma degli occhi, di solito si usa il fimo bianco e sopra i quali si aggiungono 2 ulteriori dischetti neri, per creare l'iride.
Poi sempre con il fimo color rame si realizza un piccolo cono per creare il becco. Anche qui con una leggera pressione il becco si salderá al disco che forma la testa. Per finire si realizza una sottile striscia che si va a modellare per fare la parte superiore degli occhi.

66

Adesso realizziamo il corpo, per fare ciò prendete il fimo di un altro colore con questo dovrete creare un piccolo dischetto non troppo sottile che poi verrá tagliato a metà per ottenere due mezzi dischi che andranno a formare le zampette del gufo.
Cercate adesso di creare da una forma a goccia modellandola in modo da ottenere l'effetto ala, createne due e poi fatele aderire alla parte laterale del corpo, sempre facendo un po' di pressione. Manca solo un'ultima cosa adesso: IL GANCIO! Prendete un gancetto di metallo e inseritelo sulla parte superiore. A questo punto il ciondolo è pronto per la cottura: 100-110 ° per 10 minuti circa.
A questo punto potete decidere di agganciarlo ad una collanina oppure ad un cerchietto e formare il vostro portachiavi personalizzato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Accessori

Come pulire un ciondolo di fimo

Sicuramente il fimo è una pasta polimerica che prima viene lavorata e poi cotta, è un materiale estremamente solido che mantiene all'interno una struttura porosa una volta cotta. Ideale per la bigiotteria in miniatura come i mini-gioielli a forma di...
Accessori

Come Realizzare Degli Orecchini Con Ciondolo A Fiore In Fimo E Perle

Viene chiamato in molti modi come: bricolage, decoupage, fai da te, ma in sostanza si tratta di riuscire a realizzare da soli lavoretti, che richiedono pazienza e fantasia. Molte persone, chi per risparmiare, chi invece perché è un appassionato, sanno...
Accessori

Come creare ciondoli a forma di gatto

Non sempre c'è bisogno di recarsi nei negozi per poter avere una collana o un bracciale con qualche ciondolo particolare. Se siete brave col fimo, infatti, è possibile creare un ciondolo di qualunque forma voi preferiate. Se invece non ve la cavate...
Accessori

Come realizzare un portachiavi in fimo

Un'idea regalo, sempre utile e ben accetta, è un portachiavi. E chi ha di un pizzico di civetteria, ama possederne diversi, di vario tipo. Ma, anziché acquistarli, perché non costruirne uno con le proprie mani assolutamente personalizzato? A tale scopo,...
Accessori

Come realizzare un ciondolo a forma di fiorellino con il fimo

Negli ultimi tempi il fimo è entrato nel cuore di molte persone appassionate di handmade. Il fimo è una pasta sintetica modellabile e termoindurente, presente in commercio in moltissimi colori. La sua malleabilità permette di creare forme e oggetti...
Accessori

Come fare una ciambellina dunuts in fimo

Il fimo è una pasta sintetica modellabile utilizzata per la creazione di gioielli e piccoli oggetti per arricchire le camere dei ragazzi. Ha origini antichissime e dopo un periodo di silenzio, ecco che ricompare negli scaffali dei negozi fai-da-te o...
Accessori

Come pulire un portachiavi in fimo

Il fimo è una pasta modellabile che si usa di solito nella creazione di orecchini, portachiavi e bijoux, ma anche per la lavorazione di altri vari oggetti. Viene venduto nei negozi di fai da te ed è diventato una vera e propria moda seguita con passione...
Accessori

Come Creare Un Ciondolo A Forma Di Lecca Lecca

Per creare gioielli si può utilizzare la pasta di mais, quella di sale o quelle più vendute negli ultimi tempi: le paste sintetiche. Scegliamo secondo i nostri gusti e se non conosciamo bene la differenza informiamoci prima di qualunque acquisto. Ecco...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.