Come conservare i giubbotti e cappotti dopo l'inverno

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

L'inverno è una stagione molto lunga e fredda. Per affrontarla al meglio uscite dal vostro guardaroba cappotti, giubbotti e giacche pesanti, e se non bastano ne acquistate di nuovi. Ma una volta terminato l'inverno, sorge il problema di come conservarli. Spesso lo spazio non basta e avete paura che si possano rovinare se non conservati correttamente. Questa guida si propone di spiegarvi come conservare al meglio i giubbotti e cappotti dopo l'inverno.

25

Occorrente

  • rotolo per tessuti
  • deodorante per tessuti
  • sacchetti in plastica per cappotti
35

Cappotto macchiato o con pieghe

A volte potrebbe capitare che quando andiamo a prendere dal nostro guardaroba il cappotto per indossarlo, lo troviamo con qualche macchia, o peggio ancora con una piega strana. La motivazione sta nel fatto che a differenza di quello che si pensa, anche stando appesi per tanto tempo senza utilizzarli, gli indumenti si rovinino o deformano, soprattutto se sono pesanti come appunto i cappotti o giubbotti. Ecco perché è molto importante riporli nel modo giusto per non avere poi sorprese la stagione successiva.

45

Spolverare l'interno dell'armadio

Il primo passo da compiere è quello di spolverare attentamente l'interno dell'armadio, in quanto nel corso della stagione estiva, si possono essere installati piccoli insetti, quindi con l'aiuto di un panno passiamo su tutta la superficie. Per una maggiore disinfestazione, potremmo usare una soluzione di acqua tiepida dove avremmo diluito una tazza da caffè di ammonica. Effettuata questa operazione, sempre con un panno inumidito ripassiamo per togliere l'odore.

Continua la lettura
55

Controlliamo le macchie

Prendiamo tutti i cappotti e i giubbotti che dobbiamo riporre e controlliamo se sono presenti macchie particolari. Se gli indumenti non sono particolarmente sporchi, potremmo appenderli sul terrazzo in modo che prendano aria il più possibile, per fare questa operazione sarebbe opportuno scegliere una serie di belle giornate di sole e lasciarli esposti per tutto il giorno, riprenderli dentro alla sera ed esporli ancora il giorno dopo. Quando siamo sicuri che abbiano effettivamente preso aria a sufficienza, possiamo cominciare con l'operazione di pulizia vera e propria. Prendiamo un rotolo per tessuti e passiamolo su tutto il tessuto del cappotto eliminando eventuali capelli o altri residui. Con una spazzola apposita, dalle setole morbide, spazzoliamo il capo sia all'esterno che all'interno. Controlliamo che nelle tasche non vi sia nulla, quindi giriamo la fodera e puliamo l'interno dalla polvere. Quando saremo sicure che il capo è perfettamente pulito, possiamo passare una veloce spruzzata di deodorante per tessuti. Ora non resta altro che imbustare il cappotto all'interno di un apposito sacchetto, meglio ancora se dotato di cerniera per una maggiore sicurezza d'igiene.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Moda

10 consigli per abbinare cappotti colorati

Con l'inizio della fredda stagione l'armadio si riempie di vestiti pesanti, pioggia, freddo, vento, sono delle minacce dalle quali salvaguardarsi. Per questo motivo non può mancare nel guardaroba di ognuno di noi il cappotto. Indumento molto amato sia...
Moda

Cura e manutenzione dei capi spalla

I capi spalla sono i più esposti per quanto concerne il look personale. Non a caso, possono essere di differenti tipologie e necessitano di un adeguato trattamento e di un'accurata conservazione, per evitare di rovinarli se vanno incontro a macchie accidentali....
Moda

Come valorizzare un fisico a clessidra

Nella maggior parte dei casi, le donne commettono il grave errore di scegliere il proprio look seguendo la moda del periodo. In realtà, ogni donna per riuscire a valorizzare il proprio corpo non dovrebbe basarsi su una moda ed un look scelto dalla collettività,...
Moda

Come restringere una giacca di pelle

Quando arriva la primavera si effettua il cambio di stagione nei propri armadi. Via i cappotti, i piumini e si prendono i giubbotti e le giacche di pelle, più adatti per ogni occasione. Essi si possono abbinare con qualsiasi pantalone oppure gonna....
Moda

Come abbinare un colletto in pelliccia al cappotto

Il colletto in pelliccia è molto funzionale in quanto viene usato nei mesi più freddi dell'inverno e mantiene calde e protette dal vento. Inoltre da un aspetto raffinato ed elengante e soprattutto si distingue donando originalità all'intero abbigliamento.Il...
Moda

Come indossare un cappotto oversize

Specialmente sulle passerelle dell'ultimo anno, è tornato di moda un capo spalla da donna molto versatile, il cosiddetto cappotto oversize. Questo tipo di cappotto, prende tale nome per il fatto di essere molto grande, tanto da sembrare di una taglia...
Moda

Outfit con giubbino di pelle corto

I capi all'ultima moda sono sempre più colorati, estivi, particolareggianti: eppure ci sono degli indumenti che rientrano nella categoria dei vestiti intramontabili. Tra questi, c'è proprio il giubbino di pelle, che sia corto o medio non importa: è...
Moda

Come abbinare il cappotto all'abito

Il modo in cui ci vestiamo racconta il nostro stile e suggerisce la nostra personalità, per questo non dovremmo dare per scontato il criterio di scelta dei capi. Ci sono alcune regole base di abbigliamento che possono aiutarci a scegliere gli accostamenti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.