Come conservare gli indumenti nel guardaroba

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

In ogni anno della nostra vita. Passiamo un po' di tempo indossando nuovi vestiti e conservando quelli "vecchi" per così dire, ma alcune persone non hanno ancora capito come conservarli al meglio, in modo che il tessuto non si rovini e non si formano strane macchie, come per esempio macchie da umidità o schiarimento del colore. In questa giuda, vi insegnerò come conservare gli indumenti nel guardaroba nel modo corretto.

25

Occorrente

  • Pazienza
35

ABITI PESANTI:
Dopo aver trascorso un inverno con abiti pesanti, arrivata la primavera bisogna riporli nel guardaroba ed alcune persone non sanno come conservarli per l'anno prossimo, bé in questo passaggio vi spiegherò come conservarli al meglio. Inanzi tutto, bisogna lavarli ed asciugarli per bene (come fate sempre), una volta che li avrete lavati e fatti asciugare bisognerà stirarli per bene e piegarli, in modo che li troverete sistemati l'anno prossimo. Gli abiti pesanti, come per esempio quelli di lana sono diversi da quelli normali, perché in mezzo si forma della peluria che rovinerà gli abiti, infatti per gli abiti di lana e consigliato prima di stirarli, sbatterli con un panno umido, in modo da eliminare eventuale polvere.

45

ABITI LEGGERI: Gli abiti leggeri, solitamente formati da cotone per così meglio dire, sono i più complessi perché se stirati male fanno delle piegature che poi si possono eliminare solo lavando gli abiti. Quindi in questo passaggio vi mostrerò come conservare al meglio gli abiti leggeri. Gli abiti leggeri vanno lavati ad una temperatura non troppo alta, altrimenti si schiariscono e si rovinano, quindi e consigliato lavarli come delicati. Dopo averli lavati, bisogna lasciarli asciugare al naturale, cioè senza usare asciugatori ecc... Perché poi si stropicciano rendendo difficile la stiratura. La stiratura è una delle parti più importanti per i vestiti leggeri, io infatti consiglio di usare la vaporella che è il ferro da stiro che sputa vapore attraverso una fessura, dopo averli stirati bisogna piegarli in modo impeccabile, cercando di non fare piegature. Dopo aver fatto tutto riposateli nel guardaroba tranquillamente.

Continua la lettura
55

PELLICCE:
Le pellicce sono molto delicate infatti per ben conservarli nella stagione in cui riposano occorre assolutamente che, prima di riporli nei cassonetti con la consueta distribuzione di naftalina, siano di meticolosa cura ben battuti, spazzolati ed esposti all' aria per molte ore, poiché la conservazione stessa è basata sull' assenza della polvere e delle uova di larve di tarme in essi depositati.
GRAZIE PER AVER SEGUITO LA GUIDA FINO ALLA FINE, SPERO VI SIA STATA D'AIUTO.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Moda

5 capispalla che non devono mancare nel tuo guardaroba

Le stagioni fredde possono portare con sé un clima particolarmente rigido, ed è importante preservare la salute ed il benessere del corpo coprendolo adeguatamente con capispalla caldi, comodi e confortevoli, a prova di freddo, vento, neve e pioggia....
Moda

Consigli per un guardaroba perfetto

Le donne hanno con il guardaroba un rapporto simbiotico di amore-odio. Infatti, la stragrande maggioranza pur vedendolo pieno fino all'orlo ha sempre l'impressione che sia sempre vuoto. La maggior parte delle volte questa sensazione è dovuta alla mancanza...
Moda

Come tingere i vestiti per rinnovare il proprio guardaroba

Le mode corrono con troppa velocità. Lo stesso discorso vale anche per l'abbigliamento, con tendenze sempre nuove e differenti. Tutto questo vi conduce ad una continua evoluzione, riguardante sia i modelli che i colori. In alcune circostanze, rischiate...
Moda

Le 10 cose da avere nel guardaroba

Ogni donna ha il proprio stile e capi particolari a cui è affezionata e inoltre non tutte le donne seguono la moda alla lettera, tuttavia ci sono alcuni indumenti che possono adattarsi ai gusti di tutti, e sono comodi e belli. Consiglio a tutti di procurarsene...
Moda

Come rinnovare il proprio guardaroba

Con il cambio di stagione arriva automaticamente anche il cambio d' armadio e molto spesso ci accorgiamo che l'abbigliamento va rinnovato perché può capitare che alcuni capi non ci stiano più o si siano consumati, e allora diventa indispensabile rinnovare...
Moda

5 pantaloni che non devono mancare nel tuo guardaroba

I pantaloni sono il capo d'abbigliamento più usato nel mondo. Se ci pensiamo bene, vengono indossati sia dagli uomini che dalle donne quotidianamente e ce ne sono davvero di tutti i tipi e di ogni foggia, per tutte le stagioni, per qualunque occasione...
Moda

5 capi da rubare dal guardaroba di lui

Non è una questione di mancanza di vestiario, ma alcuni capi maschili sono cuciti in modo differente e cadono sulla donna con una diversa forma, dando al capo una nuova identità. Quale donna, fidanzata da un po' di tempo, non ha mai rubato un capo al...
Moda

10 capi del tuo guardaroba da conservare dopo il cambio di stagione

Ad ogni cambio di stagione siamo abituati a dover rivedere i nostri vestiti e risistemare tutto il guardaroba per far fronte alla nuova stagione. Vi sono però dei capi che è bene non mettere negli scatoloni, ma che è meglio conservare dopo il cambio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.