16

Come avere una frangia perfetta

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

Una frangia perfetta richiede particolari cure ed attenzioni. La sua lunghezza ed il taglio devono abbellire, ma lasciare lo spazio giusto per il viso e non coprire gli occhi. Avere una frangia, che non si adatta a tutte le forme del viso, ma che offre per chi la porta un tocco giovanile e sbarazzino, è come aggiungere al taglio ed all'acconciatura vitalità e sempre più donne di tutte le età l'adottano e ne sono soddisfatte. Una bella frangia mette in risalto gli occhi e dà allo sguardo un'intensità maggiore.

26

Proteggere i capelli dal calore

Mantenere a posto la propria frangia però non è esattamente facile, anche le piastre di nuove generazione, che assicurano gli esperti, non danneggiano i capelli, potrebbero rovinarla, se non sono usate nel giusto modo. Poiché tutte le frange dovrebbero essere obbligatoriamente lisce, la piastra va passata sui capelli spesso, ma non prima di averli protetti con sostanze, in genere spray, che alleviano i danni del calore. Possiamo comprare questi prodotti nei supermercati, ma anche dalle parrucchiere di nostra fiducia, che usano quelli di tipo professionale. Il loro costo, in questo caso, è maggiore ma è migliore anche la qualità e quindi la protezione della frangia.

36

Coprire la frangia con della carta stagnola

Un espediente per mantenere in ottimo stato la frangia è quello di coprirla con della carta stagnola, dopo averla asciugata e riunita con delle forcine o dei becchi d'oca. In questo modo sarà protetta dal sudore che potrebbe danneggiarla mentre si procede ad asciugare la rimanente parte dei capelli, in quanto la frangetta è la prima che viene asciugata. Naturalmente ad ogni lavaggio dei capelli, non dimentichiamoci di passare creme nutrienti e balsamo, per mantenere anche la frangia morbida, idratata e lucente.

Continua la lettura
46

Scegliere la lunghezza perfetta

Non dimentichiamo che la frangia è anche la prima parte dei capelli che si nota sul viso, quindi il suo taglio va regolato a dovere ed assolutamente da mani esperte. Il "fai da te" non è consigliato in questo caso, a meno che non siamo talmente brave ed esperte da riuscire a tagliare i capelli, senza combinare alcun pasticcio. Meglio una volta in più dal parrucchiere, che rovinare un'acconciatura!

56

Curare la frangia in ogni occasione

Anche quando non siamo in casa, ma al lavoro, dobbiamo ricordare di avere con noi shampoo secchi, spazzole e specchietti, per rimettere la frangia in ordine, se è stata spettinata dal vento e dalle intemperie o se abbisogna di un ritocco. Le ore di educazione motoria a scuola, la corsa per prendere l'autobus, un'ansia improvvisa e molte altre cause personali e climatiche, si ripercuotono non solo nel nostro equilibrio psicofisico, ma anche sulla bellezza dei nostri capelli.

14

Come tagliare la frangia a seconda della forma degli occhi

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

La frangia è una pettinatura che non passa mai di moda, anzi è sempre attuale; infatti, assume varie forme e lunghezze e può essere anche ideale per nascondere difetti del viso o per risaltare i nostri lineamenti, oltre a donare un look sempre in voga. È molto importante scegliere però una frangia che si intoni con il viso, per non cadere nell'errore di avere un look che non ci valorizzi. In riferimento a ciò, vediamo nei passi successivi di questa guida, come tagliare la frangia a seconda della forma degli occhi.

24

Adeguare la frangia al viso

Se amiamo leggere le riviste di moda vediamo spesso le modelle con la frangia, e trovare quella che si adatti al meglio al viso non è semplice. Innanzitutto bisogna scegliere una che stia bene con il resto della pettinatura, quindi dipende dal tipo di capello riccio o liscio. Inoltre è anche importante adeguarsi alla forma del viso a seconda se è quadrato, ovale o tondo, e al tipo di occhi grandi o piccoli e ravvicinati.

34

Optare per un taglio sfalsato

La lunghezza della frangia dipende da una nostra scelta personale, ossia quanto viso vogliamo coprire o scoprire. Ad esempio se abbiamo gli occhi molto grandi, occorre lasciare scoperta un poco la fronte, e quindi si dovrà optare per un taglio sfalsato e lungo pochi centimetri. Lo spazio che resta scoperto, tende ad avvicinare gli occhi e rende il viso più armonioso. Se al contrario gli occhi sono piuttosto piccoli e vicini al naso, conviene scegliere una frangia lunga che arriva fino alle sopracciglia. Questa lunghezza dà un aspetto più proporzionato a tutto il viso. Stesso effetto farà anche una frangia piatta che termina con due punte delimitando la zona degli occhi: questo modello è consigliato a chi ha uno sguardo troppo aperto. Però per essere più tranquilli, occorre chiedere sempre al proprio parrucchiere di fiducia quale tipo di frangia è più adatta a noi, per essere sicuri di non fare un taglio che poi non ci valorizza.

Continua la lettura
44

Preferire una frangia dritta e gonfia

Per tutte le donne che hanno invece gli occhi infossati, è meglio preferire una frangia diritta e molto gonfia; l'ampiezza dei capelli compenserà l'infossamento, rendendo l'insieme più proporzionato ed omogeneo. Per camuffare una zona con le rughe, si può optare per una frangia morbida che non solo nasconde i segni del tempo attorno agli occhi, ma anche quelli della fronte. Se invece abbiamo un naso piuttosto pronunciato, in questo caso una frangia dritta e all'altezza delle sopracciglia è ideale, perché tende a rendere il naso più piccolo ed il viso più regolare e simmetrico.

19

Come accorciare da sole la frangia

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

Avevamo voglia di dare una rinfrescata al nostro look e siamo andate dal parrucchiere, per un colpo di testa o una scelta meditata ci siamo fatte tagliare la frangetta. Lunga e piena oppure corta e sfrangiata, i vari tagli di frangia possono adattarsi a tutte le forme del viso e rinnovare l'hair-styling senza accorciare tutti i capelli: ma dopo qualche settimana dal parrucchiere la nostra frangia comincia a crescere e a perdere la piega iniziale, come fare allora a darle una spuntatina da sole, senza pagare per un altro taglio? Ecco qualche consiglio per non sbagliare!

29

Occorrente

  • Pettine a denti stretti
  • Cerchietto in plastica o tessuto
  • Forbici medie
  • Spazzola stretta e rotonda
  • Forcine e beccucci
39

Il lavaggio

Innanzitutto dovremo lavare ed asciugare perfettamente tutti i capelli: è assolutamente vietato tagliare la frangetta con i capelli bagnati! Con il phon e una spazzola rotonda dal diametro stretto lisciamo la frangia in modo da farla ricadere perfettamente sulla fronte, magari aiutandoci con uno spray lisciante. Dopodiché, a seconda della frangia desiderata, procediamo in questo modo.

49

Lo stile

Se vogliamo una semplice frangia, dritta e lunga fino a sfiorare e a coprire appena le sopracciglia, probabilmente dovremo darle solo una piccola spuntatina. Allora leghiamo il resto dei capelli ed isoliamo esattamente il ciuffo che dobbiamo tagliare. Se la frangia è molto piena possiamo dividerla in due ciuffi orizzontali e tagliare prima quello di sotto: tagliando un ciuffo troppo doppio i capelli potrebbero scivolare sotto le forbici finendo su lunghezze diverse.

Continua la lettura
59

L'uso del pettine

Per fare un taglio pari dobbiamo aiutarci con un pettine: se siamo inesperte possiamo posizionare sulla fronte un cerchietto di plastica, appoggiato dietro le orecchie e posizionato all'altezza desiderata, in modo da appoggiare il pettine in orizzontale sul bordo del cerchietto ed essere sicure di lavorare sempre sulla stessa lunghezza. Le forbici vanno tenute in orizzontale, facendole scorrere sopra i denti del pettine e tagliando pochi capelli alla volta.

69

Il look

Se il look che desideriamo è una frangetta corta e sfilata, procediamo per gradi: non tagliamo subito un consistente ciuffo di capelli ma procediamo per gradi, verificando prima l'effetto sul viso. Tagliamo prima una frangia dritta, aiutandoci con il pettine per non finire con ciuffi più corti degli altri: dopo sfiliamo leggermente le punte mantenendo le forbici in obliquo, quasi verticalmente, e tagliando soprattutto verso il centro del viso, con una frangia più piena ai lati.

79

Gli errori

All'inizio può capitare di fare errori, perciò se si decide comunque di fare da sole è sempre meglio accorciare minimamente la frangetta, di non più di un centimetro, per lasciarsi la possibilità di correggere delle lunghezze non proprio esatte... O di tornare dal parrucchiere per rimediare! Un consiglio: non tagliare dal resto dei capelli per "aggiungerli" alla frangia nel tentativo di nascondere un errore, perché si rovinerebbe l'equilibrio dell'acconciatura. In caso di panico è sempre meglio posare le forbici ed affidarsi ai professionisti!

89

Guarda il video

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Taglia un ciuffo per volta, assicurandoti di essere alla giusta lunghezza
  • Non tagliare mai la frangetta con i capelli bagnati
  • Se sei inesperta aiutati con un cerchietto posizionato sulla fronte
15

Come pettinare i capelli con frangia

tramite: O2O
Difficoltà: facile

Introduzione

Un giusto taglio oppure un'appropriata acconciatura possono mettere in risalto i lineamenti del volto. Non tutte le donne possono portare i capelli lunghi e soprattutto con la frangia in quanto quest'ultima richiede un certo impegno ed una costante manutenzione, va tagliata tutti i mesi e non sempre risulta essere facile da gestire. Di certo, la soluzione più semplice sarebbe quella di fare shampoo e piega almeno una volta alla settimana da un parrucchiere, ma tale scelta risulta essere purtroppo troppo costosa. Dunque, se volete spendere meno o non avete il tempo necessario per recarvi così spesso dal parrucchiere, dovrete imparare voi stessi a gestire perfettamente la vostra frangia. A questo punto, non vi rimane che continuare a leggere con attenzione le semplici indicazioni riportate nei successivi passi di questa interessante guida, per comprendere utilmente come pettinare i capelli con frangia.

25

Occorrente

  • Pettine
  • Spazzola
  • Phon
35

Tipi di frangia

La frangia si può realizzare lunga o folta; in entrambi i casi deve essere leggera. La prima risulta essere adatta per le persone che hanno gli occhi chiari e desiderano attirare l'attenzione sullo sguardo; la seconda è più indicata per i visi ovali e allungati. Se i capelli sono ricci oppure ondulati è opportuno stirarla; anche l'età ha la sua importanza in quanto la frangia dà alla persona un'aria sbarazzina. Molto interessante è la frangia irregolare; essa va fatta sui visi tondi in quanto assottiglia i tratti dei lineamenti. Infine le frange-ciuffo; esse danno luce al volto, sono adatte ai capelli mossi e non vanno mai lisciate.

45

Capelli sciolti e legati

Durante il giorno i capelli con la frangia è preferibile lasciarli sciolti, però hanno bisogno di essere lavati spesso e curati. La sera si possono raccogliere morbidamente lasciando cadere delle piccole ciocche sui lati e dietro. Se si ha una frangia-ciuffo si può applicare una molletta gioiello al centro o verso l'attaccatura dei capelli. Quando i capelli sono molto lunghi si crea uno chignon; con una spazzola arrotondiamo la frangia e le diamo un effetto bombato.

Continua la lettura
55

Capelli lisci o ricci

Con i capelli mossi oppure ricci, la frangia corta va sempre portata liscia. Se avete un viso regolare si può optare per un carré, frangetta morbida sulle sopracciglia e capelli lisci che fanno da cornice al viso.
La prima volta è consigliabile tagliare la frangia dal parrucchiere per evitare un disastro. Ultimamente c'è stata una riscoperta di questo taglio, da parte di molte attrici di Hollywood, soprattutto quelle over 40 e 50 anni.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.