16

Come arricciare i capelli in modo naturale

tramite: O2O
Difficoltà: facile

Introduzione

Si sa, chi ha i capelli lisci li vorrebbe ricci e viceversa. Ma che siano corti o lunghi i capelli sono sempre belli. Dedichiamo molto tempo a modificarne la lunghezza, il taglio, il colore e soprattutto le acconciature, adoperando piastre, e arricciacapelli.
Per arricciare i capelli solitamente si usano le piastre e gli arricciacapelli. Strumenti che velocizzano il lavoro, ma che a lungo andare li rovinano. I boccoli possono essere ottenuti anche in modo naturale, avendo comunque un risultato professionale. Vediamo come fare.

26

Occorrente

  • Stoffa
  • Fascia per capelli
36

Stoffa

Il primo metodo per arricciare i capelli in modo naturale è utilizzare delle strisce di stoffa. Per prepararle basta procurarsi una stoffa e tagliarla a strisce fine almeno 1cm. Dopo aver recuperato le strisce, si passa a sistemare i capelli prima dell'applicazione. Un trucco per un risultato perfetto è quello di lavare i capelli. Asciugarli e lasciarli umidi. A questo punto basterà prendere una ciocca alla volta e fare un nodo non troppo stretto sulla punta. Arrotolando la striscia sui capelli partendo dal basso verso l'alto, tenendo come guida due dita all'interno del boccoll, per poi annodare nuovamente i due lembi della stoffa alla radice della ciocca. Ultimato il lavoro, basterà attendere qualche ora, meglio se tutta la notte con le radici asciutte, per ottenere i boccoli da bambola come fossero fatti da una piastra professionale. Sarà necessario solamente togliere gli straccetti e dare una smossa alle ciocche semplicemente con le dita.

46

Trecce

Una seconda modalità è quella di fare una o più trecce con i capelli ancora umidi e lasciarli come sopra in posa per alcune ore o tutta la notte. Finito il tempo di posa passare una mano tra le ciocche. Evitando di usare pettini o spazzole. Anche con una semplice fascia per capelli si possono ottenere risultati ottimi. Basta semplicemente pettinare i capelli, Inumidirli eggermente con dell'acqua vaporizzata con uno spruzzino e mettere la fascia intorno alla testa all'altezza della fronte. Si dividono i capelli in ciocche e si passano intorno alla fascia, avvolgendoli dall'interno, dall'alto verso il basso, passando dall'interno.

Continua la lettura
56

Fascia per capelli

A questo punto si procede continuando in questo modo. Fino ad avvolgere tutti i capelli intorno alla fascia che farà da supporto. Quindi tenerli in posa per alcune ore. L'ideale sarebbe farlo la sera, prima di andare a letto e la mattina i capelli saranno perfettamente arricciati. Alla fine vanno semplicemente pettinati con le mani. E se si preferisce si può applicare anche della cera per capelli. Risulteranno più lucidi e naturali. Queste soluzioni non sono solo facili da adottare in casa, ma anche economiche e per nulla aggressive nei confronti dei capelli.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per ottenere un risultato ottimo tenere in posa i capelli tutta la notte
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
15

Come arricciare i capelli con un calzino

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

Se avete i capelli molto lisci o ondulati e volete sperimentare un look diverso senza ricorrere ad un cambiamento drastico, potete provare ad arricciare la vostra chioma. Tuttavia, è meglio evitare di fare una permanente, perché, oltre a danneggiare irrimediabilmente i vostri capelli, dovrete lasciarli crescere per un paio di mesi, prima di ritrovarvi con la chioma naturalmente liscia. Esistono numerosi metodi per creare dei ricci naturali, tra i quali le piastre arriccianti, ma in questa guida vi spiegherò in particolare come arricciare i capelli utilizzando solamente un calzino smesso. Vediamo insieme come procedere.

25

Occorrente

  • Calzino
  • Molletta per capelli
  • Forbici
35

Per prima cosa procuratevi un vecchio calzino pulito. Deve essere lungo tanto quanto i vostri capelli: se li avete corti fino alle spalle basteranno circa quindici centimetri, ma se sono lunghi fino alla vita, allora cercate un calzino lungo almeno venti, trenta centimetri. Prendete il calzino e tagliategli la punta: otterrete in questo modo un tubo di stoffa elasticizzata. Allungatelo e allargatelo un po' con le mani in modo da poterci infilare comodamente il braccio dentro. Lavatevi i capelli con cura, trattandoli due volte con uno shampoo per capelli mossi, e massaggiando delicatamente la cute in modo da rimuovere tutte le impurità.

45

Dopo aver risciacquato bene, frizionate i capelli con un balsamo nutriente, districandoli con delicatezza e sciogliendo tutti i nodi. Sciacquate con acqua fredda in modo che le scandole del capello si richiudano e la chioma risulti più lucente. Frizionate i capelli con l'asciugamano e quindi asciugateli con il phon a media velocità e a temperatura medio-bassa. Lasciate i capelli umidi (ma non fradici) ed infine pettinateli di nuovo.

Continua la lettura
55

Prendete una molletta per capelli molto morbida e fatevi una coda abbastanza alta e non troppo tesa. Non bisogna stringere eccessivamente i capelli perché dovremo tenerli tirati per un po' di tempo. Infilate ora la coda all'interno del calzino senza punta e piegate una delle estremità del calzino (quella più distante dalla testa) dalla cute verso l'esterno. Infilate tutte le punte dei capelli sotto la piega e rigirate più volte il calzino verso l'esterno, includendo nelle pieghe la vostra chioma, senza stringere troppo. Lasciate il calzino in posa per almeno quattro-cinque ore, senza muoverlo. Ora non vi resta che slegare i capelli ed avrete ottenuto una piega riccia, ma allo stesso tempo ordinata.

17

Come fare i capelli ricci con la carta igienica

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

Fare i capelli ricci con la carta igienica può sembrare qualcosa di assurdo e fuori da ogni schema logico. In realtà è un ottimo sistema, peraltro molto economico, per creare un look sensuale ed accattivante in qualsiasi momento della giornata e per ogni occasione. Richiede naturalmente tanta pazienza e tempi abbastanza lunghi. Per ottenere ricci perfetti e ben definiti, lavora una piccola ciocca di capelli alla volta, senza piastra o ferro caldo. Paradossalmente con questo metodo il capello non verrà assolutamente stressato né rovinato. Ecco come procedere.

27

Occorrente

  • 1 rotolo di carta igienica
37

Shampoo

Il rotolo di carta igienica può diventare il tuo migliore alleato di bellezza. Prima di procedere lava i capelli con uno shampoo volumizzante. In tal senso, li renderai più corposi e predisposti ai ricci. Al termine, applica un balsamo nutriente e districante. Strizza i capelli per bene, eliminando l'acqua in eccesso e tamponali con un asciugamano in microfibra. Distribuisci una noce di spuma su tutte le lunghezze per sostenere l'acconciatura. Se hai capelli sottili e molto lisci massaggia a lungo il prodotto sulla cute. Pettina delicatamente la chioma e districa eventuali nodi. Utilizza un pettine a denti larghi o una spazzola di legno.

47

Fettucce

A questo punto, asciuga i capelli con il phon ad una distanza di almeno trenta centimetri. Non utilizzarlo troppo caldo ma ad una temperatura adeguata. In alternativa, per non danneggiare la chioma, asciugala al sole. Per una migliore resa ed un effetto più vaporoso, procedi a testa in giù. A capelli quasi asciutti, ma ancora leggermente umidi, procedi con l'arricciatura. Utilizzando la carta igienica, predisponi delle fettucce. Taglia due strappi alla volta e ripiega sulla lunghezza. Dividi, quindi, ogni ciocca di capelli e arrotolala sulla fettuccia. Fissa all'estremità con un nodino. Procedi delicatamente per evitare la rottura della carta igienica.

Continua la lettura
57

Ricci

Ripeti il passaggio precedente su tutta la chioma. Quindi, vaporizza uniformemente, con un po' di acqua tiepida. Tieni in piega per almeno due ore. Trascorso il tempo indicato, molto lentamente, sciogli tutti i nodini di carta igienica. Pettinali a testa in giù aiutandoti con le dita. I capelli saranno estremamente ricci e molto voluminosi. Quando avrai raggiunto l'effetto di tuo gradimento, utilizza un prodotto per lo styling. Puoi tranquillamente optare per della lacca oppure per un gel all'aloe. In questo modo, renderai la piega più duratura. Fare i capelli ricci con la carta igienica richiede tempo, ma regala grandi soddisfazioni.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per ottimizzare il tempo, effettua l'arricciatura la sera prima. Dormici su per ottenere un effetto al mattino strepitoso
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
15

Come arricciare i capelli senza i bigodini

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

I capelli possono essere acconciati in molti modi differenti c'è chi è dotato di capelli ricci e ricorre costantemente ai tiraggi per lisciarli, mentre chi ha i capelli lisci, ama creare acconciature con boccoli e ricci. Normalmente per arricciare i capelli vengono adottati i bigodini, ciò non toglie che esistono altri metodi per arricciare una chioma senza utilizzare tale strumenti. Vediamo insieme, come arricciare i capelli "senza i bigodini".

25

Occorrente

  • pezze di stoffa tagliate a strisce - ferro per capelli
35

Tipo di capello

Va detto che alcuni tipi di capelli prendono la messa in piega con estrema facilità, mentre altri tendono ad allisciarsi di nuovo in poche ore. In questi casi qualunque sia il metodo adottato per arricciare i capelli dovrete utilizzare fissativi, spuma e lacche ad ottima tenuta, onde evitare di veder vanificata la messa in piega, in poco tempo.

45

Ferro arriccia capelli

L'altro sistema consiste nell'adottare un comune ferro arricciacapelli, in questo modo, potrete formare i vostri ricci uno ad uno, mantenendo la ciocca ben arrotolata nel ferro per un po', molto dipende dalla tipologia di capello e dalla temperatura del ferro. Allo tesso modo, potrete realizzare dei bei boccoli. Qualunque sia la tecnica adottate vi conviene utilizzare un prodotto fissante che mantenga i vostri riccioli ben strutturati per l'intera giornata. Chi possiede un capello mosso potrà far durare i suoi riccioli anche per due o tre giorni, fino al successivo lavaggio, mentre chi ha i capelli molto lisci dovrà avvalersi di fissanti di qualità molto forti, per sperare di farli durare un po' di più di un solo giorno.

Continua la lettura
55

Metodo delle pezzette

Oltre ai bigodini comunemente usati da parrucchieri e acconciatori, utilizzati anche in ambito domestico con estrema facilità potrete adottare altri due metodi molto validi e di semplice realizzazione: le pezzette e l'arricciacapelli. Nel primo caso dovrete adottare il metodo più antico del mondo con cui le nostre nonne si acconciavano i capelli in chiome piene di riccioli o boccoli. Dovrete procuravi un pezzo di stoffa di cotone (tipo lenzuolo), e farne tante striscioline lunghe circa 15 centimetri e larghe 4 o 5 cm. Dividete i capelli in ciocche ed inserite, ogni ciocca, con la punta all'interno della pezzetta, ripiegatela e arrotolate l'intera ciocca dal basso verso l'alto sulla pezzetta, fino ad arrivare vicino alla cute. A questo punto piegate in due la pezzetta e annodatela in modo semplice come fareste nel fare un comune nodo. Bloccate il tutto con un beccuccio. Se nell'arrotolare la ciocca vi sposterete con la stessa, da un lato all'altro della pezza, il ricciolo verrà più morbido (tipo boccolo).

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.