5 consigli pratici per rimuovere le lendini

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Come ben sappiamo, i pidocchi sono molto fastidiosi e spesso li ritroviamo sulle teste dei bambini specie quando sono nelle scuole. Essi infatti tendono a succhiare il sangue manifestando nell'essere umano delle fortissime irritazioni. Ma la cosa peggiore, è che depositano subitissimo le uova così da moltiplicarsi sempre di più. Per questo bisogna essere tempestivi a toglierli. Impareremo infatti, in questa guida, a rimuovere le lendini quindi le uova dei pidocchi, tramite 5 consigli pratici.

26

Individuare le uova

Le lendine ad occhio nudo sono uova molto piccole da vedere, ma si distinguono dal loro colore grigio o marrone e sono in grado di attaccarsi alla radice del capello. Ma occorre distinguerle per poterle togliere. Hanno poi tutti la stessa dimensione; una volta individuati bisogna usare tanta pazienza, prendersi un po di tempo, ed iniziare a rimuoverle con un pettine dai denti piccolissimi, così da rimuoverle con più precisione.

36

Usare oli e shampoo specifici

Chiaramente la procedura non è terminata qui. Si dovranno usare dei trattamenti specifici per la pediculosi tramite oli o schiume. Ad esempio, uno shampoo ideale, non è quello dal'inci troppo aggressivo che potrebbe apportare allergie oltre che irritazioni, ma è da preferirne uno che sia stato scientificamente studiato per questo specifico caso contenendo ingredienti non dannosi ne al cuoio capelluto ne ai capelli stessi, ma che mira però a togliere le lendini o pidocchi.

Continua la lettura
46

Sostanze chimiche utili

Tra le sostanze chimiche di maggior rilevanza che possono ovviare il problema, abbiamo: le pietrine naturali. Queste vengono da un certo tipo di fiore, ed è una sostanza che i bambini tollerano ben volentieri. Poi abbiamo i piretroidi che sono molto simili alle pietrine infatti non danno allergie ai bambini e si possono usare tranquillamente; l'unica cosa che possono fare al massimo, è quella di provocare un'irritazione momentanea che però dura solo una giornata. Anche dopo la rimozione delle lendine, i pieretroidi, a differenza delle prime, riescono ad avere un effetto maggiormente prolungato.

56

Come avviene il trattamento

Innanzitutto il trattamento, per eseguirlo correttamente, lo si deve applicare per circa dieci minuti sui capelli bagnati. Dopodiché si passa a rimuovere le lendini, facendo scorrere delicatamente il pettine a denti molto fini e stretti, su ogni singola ciocca partendo dalla radice. Poi chiaramente bisogna controllare bene la nuca e vedere che il parassita sia definitivamente scomparso, altrimenti è importante avere un consulto medico sul da farsi.

66

Ricordarsi alcuni consigli

È importante non dimenticarsi di eseguire alcune azioni, in questi casi: ad esempio il fatto di non dover applicare il trattamento su capelli rigorosamente asciutti. Oppure di avere un consiglio medico più sicuro e che indichi specificatamente i prodotti da poter usare.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Capelli

I migliori rimedi per rimuovere i pidocchi

I pidocchi sono un problema molto diffuso soprattutto nei bambini. Questi parassiti attaccano il cuoio capelluto deponendo anche le loro uova e moltiplicandosi. Ci sono diverse soluzioni per rimuovere i pidocchi in modo definitivo sia nei bambini che...
Capelli

Come creare uno shampoo anti-pidocchi

Ogni anno quando inizia la scuola la preoccupazione di noi genitori è rivolta ad un pericolo che è sempre in agguato ovvero il diffondersi della pediculosi, che nello specifico significa infezione da microbi e parassiti meglio conosciuti in gergo come...
Capelli

Come combattere i pidocchi

A ciascuno di noi, almeno una volta nella vita sarà capitato di avere a che fare con i pidocchi, specie in età scolare. Generalmente la causa dei pidocchi non è sempre sinonimo di mancata pulizia anzi al contrario questi nocivi parassiti trovano terreno...
Capelli

Come eliminare definitivamente i pidocchi

I pidocchi sono un problema abbastanza frequente, soprattutto nei bambini delle scuole materne ed elementari. Si prendono attraverso il contatto tra capelli, scambiandosi i nastrini ed i cappelli oppure avvicinandosi con la testa. Le uova dei pidocchi...
Capelli

Come eliminare i pidocchi senza shampoo specifico

I pidocchi, minuscoli insetti fastidiosi, si diffondono attraverso lo stretto contatto con altre persone, e spesso sono proprio i bambini a esserne colpiti e a trasmetterli l'uno all'altro nell'ambito dell'asilo o della scuola. Per far fronte a questo...
Accessori

Come realizzare un anello con la tecnica di tessitura peyote pari

Tra le diverse tecniche di tessitura, una molto famosa e antica è quella del Peyote. Definita semplicemente 'Tessitura a Perline', essa prevede di tessere a mano con ago e filo, senza l'uso del telaio. Questa pratica è molto antica. Essa compare infatti...
Cura del Corpo

5 buoni motivi per usare il tea tree oil

Il tea tree oil è un olio essenziale che viene ricavato dalle foglie della Melaleuca Alternifolia, un arbusto che cresce nelle zone paludose del Nuovo Galles del Sud, in Australia. Le tante proprietà benefiche di questa pianta erano già conosciute...
Capelli

Come rimuovere le extension con cheratina

Hai già applicato le tanto amate extension, e adesso sei alla ricerca di consigli utili su come toglierle senza danneggiare i capelli ed il cuoio capelluto. In particolare, se hai testato l'efficacia delle ciocche posticce con il metodo alla cheratina,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.