10 outfit con le ballerine

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

Le ballerine al pari di ogni altro indumento dalla indiscussa versatilità devono essere sempre presenti all'interno del guardaroba di una donna. Il basso profilo ne permette l'abbinamento con qualsiasi tipo di abbigliamento, anche se non tutte le donne che le indossano sono consapevoli della loro storia. Al culmine del periodo Rinascimentale (1500) la donna non aveva ancora scoperto le ballerine, mentre l'uomo sì; infatti furono inizialmente ideate per gli uomini di corte durante circostanze cerimoniali e fastose. I primi modelli erano ricchi di preziosi ornamenti e motivi decorativi, senza però che ciò pregiudicasse l'esigenza di comodità durante gli spostamenti. Solo più tardi iniziarono a comparire nello scenario storico i primi modelli pensati per la donna, e con le stesse, fu più agevole demarcare nella quotidianità le differenze di classe sociale. Infatti il ceto di fascia borghese indossava ballerine di modesta misura, che era calcolata comprendendo l'estensione anteriore della scarpa oltre l'alluce. Ai cavalieri invece potevano vedersi addosso pure ballerine dalle dimensioni spropositate, oltre i 30 cm di lunghezza sempre calcolata dall'estremità oltre l'alluce, fino ad arrivare agli esempi più esagerati dei grandi signori di alto ceto, che indossavano ballerine di oltre 50 cm. Dopo la seconda metà dell' '800 il tacco, che fu già nei secoli passati simbolo del ceto alto borghese, dovette cedere nuovamente il passo a modelli di scarpa a suola bassa, riadattando al nuovo tempo l'antico modello, adesso pensato per tutti e non solo per l'aristocrazia. Il resto è storia, anche se il primo modello che fu realmente presentato sotto il nome di "ballerina" si deve alla stilista Rose Repetto che si ispirò all'utilizzo che ne avrebbe dovuto fare suo figlio Ronald, ballerino e coreografo degli anni '60. Da quegli anni ad oggi, grandi donne e soprattutto quelle di tutti i giorni, diedero una scossa al mondo della moda, ponendo le ballerine sotto luci sempre nuove e rinnovandone l'icona di stile, permettendo di riproporle e ripensarle per i migliaia di usi che oggi le stesse ballerine promettono di svolgere. Quale donna potrebbe ormai farne almeno? Nessuna! Soprattutto in queste 10 occasioni, con gli outfit più azzeccati:.

211

L'universitaria

Magari qualcuno la immagina lenta e poco interessata al resto del mondo se prima non riesce a terminare di truccarsi nei minimi particolari; in realtà l'universitaria è ciò che più s'avvicina ad un gatto inseguito da un cane chiamato "tempo". Beve il suo caffè, infila i jeans e già sa che dovrà macinare scale e corridoi fintanto che non sia terminata l'ultima lezione. La ballerina, a parità di distanza con una di ginnastica, è la scarpa che si avrà voglia di prendere, soprattutto se non si ha tempo da perdere con fastidiosi lacci.

311

La bagnante

Inutile negarlo, vi sono sensazioni che possono appartenere solo a certe categorie di indumenti, e quando l'intenzione è quella di porre al minimo il fastidio della sabbia tra la scarpa e il calzino, la scelta è da riporre in una scarpa aperta che all'occorrenza non faccia tante storie e si lasci scalzare velocemente. In questa circostanza la ballerina fa proprio al caso vostro. Attenzione però, anche laddove, sulla scogliera, qualche scettica penserà bene di preferire un infradito, è bene che ci rifletta: il rischio di scivolare sulle parti più impervie, per via del tallone non fissato alla pianta della scarpa, è sempre dietro l'angolo. Una ballerina non è un infradito, e i vostri pantaloncini ringrazieranno.

Continua la lettura
411

La festaiola

Quante di voi non si sono ritrovate almeno una volta nella vita a girovagare per la città alla ricerca di un bel locale dove passare la serata? Di solito il tempo trascorso nella ricerca giustificherà il vostro appetito; intanto, troverete qualche amica che poco prima si complimentava per il vostro vestitino, più indietro e con un principio di odio tutto rivolto ai suoi tacchi. E voi? Fame! Solo tanta fame.

511

La cliente

Forse il posto più adatto alla versatilità di questa scarpa. Riuscirete a stendervi sulle punte come foste a piedi nudi ed intanto l'ultimo barattolo di pomodoro sarà nel carrello piuttosto che sulla vostra bella camicetta casual. Certo, non è stata sviluppata per arrampicarsi sulle corsie, ma vi garantisce estrema mobilità, riducendo i tanti fastidi che altre scarpe comportano durante il carico e lo scarico della spesa.

611

La mamma

Scarpa molto simile a quelle usate dai centometristi, forse con qualche esagerazione lo ammetto, ma per niente inadatta se l'intento è quello di sorvegliare i vostri pargoli mentre si allontanano a vista d'occhio. Recuperarli rapidamente sarà un gioco da ragazzi, senza preoccuparsi di lasciare qualche tacco strada facendo; piuttosto non lasciatevi prendere troppo dalla sensazione di libertà, la gonna è pur sempre soggetta alle leggi del vento!

711

La religiosa

lass="sub">A meno che non amiate far girare ogni uomo che respira nel giro di 50 metri al suon dei classici ticchettii, la ballerina rispetterà il clima di silenzio tipico di questi luoghi sacri, e col vostro passo felpato, nonostante il nuovo vestito, riuscirete a garantirvi un basso profilo, almeno in questa circostanza.

811

La viaggiatrice

Non possiamo definirla una scarpa da off-road, e nemmeno macina chilometri considerando che difettano di ammortizzazione. Ma se il vostro viaggio non prevede pellegrinaggi nella giungla ne tantomeno sentieri rocciosi verso direzioni sconosciute, le ballerine rappresentano la soluzione ideale per quel picnic che avete organizzato con gli amici, una volta ultimata una veloce perlustrazione dei dintorni.

911

La lavoratrice

Qui non c'è discorso che tenga: la comodità viene prima di tutto! Il posto di lavoro è un luogo dinamico, e voi dovrete fare attenzione allo stress che i vostri piedi dovranno sopportare. E per chi rifiuta l'idea di presentabilità sul posto di lavoro di questa scarpa rispetto ad un bel tacco, bé, lo fa soltanto perché non vi ha ancora viste passare.

1011

La modella

Entrate nel primo negozio e provate il primo paio di pantaloni, poi un altro ed un altro ancora. Decidete che la mattinata non finirà fintanto che non avrete trovato ciò che cercate, ma intanto non vi state più ascoltando poiché i vostri pensieri già sono a quella ballerina che avrebbe evitato enormi fatiche coi nodi, che nemmeno un marinaio sarebbe costretto a fare e disfare in così poco tempo! E poi, soprattutto quando si è incerte, la ballerina è l'abbinamento più neutrale possibile, che vi permetterà di scegliere con equità, senza falsare le vostre impressioni.

1111

La sportiva

Se la vostra idea è quella di uscire e passare una serena mattinata di sole in sella ad una bici da passeggio, questa è la scarpa che fa per voi; certo, si parla pur sempre di attività tranquille, circostanze in cui la vostra scelta sarà dettata dalla volontà di mantenere perfettamente il controllo sui pedali ma senza compromettere il vostro stile.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Moda

Come indossare le ballerine ed essere eleganti

C'è una persona che nutre un tale odio feroce per le ballerine da contagiare persino il suo innocente figlioletto. Sto parlando di Selvaggia Lucarelli, l'anti-ballerina per eccellenza. Non alludo alle polemiche che l'hanno recentemente contrapposta ad...
Moda

5 modi di abbinare i leggings

I leggings nascono come indumento casual, una via di mezzo tra i pantaloni e i collant. Solitamente realizzati in tessuto elasticizzato, vengono apprezzati soprattutto per la loro comodità ma non sono un capo semplice da abbinare. I leggings non sono...
Moda

Come scegliere le ballerine giuste

La moda delle ballerine fu lanciata nel 1957 da Audrey Hepburn che le abbinava a pantaloni capri e maxi occhiali da sole; lo stesso anno anche Jacqueline Kennedy impazziva per queste calzature, tanto da farsene confezionare un paio nuovo al mese. Il modello...
Moda

Come abbinare le slippers

Le slippers non hanno mai smesso di suscitare critiche o apprezzamenti e di dividere i critici di moda e semplici gruppi di amici tra colore che apprezzano questo modello e colore che lo definiscono un "modello anti-sesso, ancor più delle ballerine"....
Moda

5 errori di stile da evitare con le ballerine

Le ballerine sono tra i tipi di scarpe, una delle migliori scelte per tutte le donne che amano essere alla moda e rimanere allo stesso tempo comode, senza dovere ricorrere dal podologo per la salute dei piedi affaticati. Come ogni calzatura però chi...
Moda

Le 10 cose che non possono mancare nell'armadio

"E ora cosa mi metto?" è una delle domande più spesso pronunciate dalle donne al cospetto del loro armadio. Fornito o meno che sia, nell'universo femminile e, perché no, anche maschile, l'armadio tende ad essere non solo un utile oggetto d'arredo ma...
Moda

Come scegliere le giuste scarpe da indossare

Più ne hai e più non ne puoi fare a meno! Le scarpe sono un accessorio indispensabile per tutte le donne del mondo! Alimentatate dallo steriotipo americano di sex and the city ovvero Carrie, le donne non fanno mai a meno di un paio di scarpe! Sarebbero...
Accessori

Come realizzare le scarpe ballerine

Tantissime donne nutrono una passione vera e propria verso le calzature, se potessero ne acquisterebbero in gran quantità. Dopotutto darsi allo shopping sfrenato è un piccolo sogno di molte. Sandali, infradito, ballerine, décolleté, c'è l'imbarazzo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.